BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

ATP Amburgo 2014/ Video, Fognini: sconfitta e rabbia, insulto a Krajinovic (tennis)

Tennis ATP Amburgo 2014 streaming video e diretta tv: come seguire il torneo che si gioca sulla terra rossa. Oggi in campo i due italiani in tabellone, Fabio Fognini e Andreas Seppi

Fabio Fognini, 27 anni, numero 15 del ranking ATP (Infophoto) Fabio Fognini, 27 anni, numero 15 del ranking ATP (Infophoto)

Non è un periodo fortunatissimo per Fabio Fognini. Il sanremese è numero 15 del ranking mondiale, ma da lunedi perderà diverse posizioni in classifica; dopo l'eliminazione subita al terzo turno di Wimbledon, si è presentato al tornero ATP 250 di Stoccarda che aveva vinto un anno fa, ma ha perso in semifinale contro l'ostico spagnolo Roberto Bautista Agut. Ad Amburgo, dove pure era campione in carica, è andata anche peggio: saltato il primo turno per il bye, Fabio ha giocato nel secondo turno del bet-at-home Open (categoria 500) contro il serbo Filip Krajinovic, un giocatore posizionato al numero 149 al mondo che tecnicamente avrebbe dovuto sbranare. E' finita che a essere sbranato è stato lui: un che non ci si aspettava. Nemmeno Fognini, che oltre a perdere l'incontro ha perso pure la testa; come ormai spesso gli accade, ed è questo uno dei tanti problemi di un tennista che ha grande talento e potenziale ma lo disperde deconcentrandosi nei momenti caldi (e questo purtroppo per lui fa parte del tennis). Comunque: nel match contro Krajinovic si è infuriato per un nastro colpito dall'avversario e, girandosi per prepararsi al punto seguente, ha mormorato (qualcosa di più, a dire il vero) uno "zingaro di m..." che i microfoni hanno colto. Si attendono le scuse del sanremese al suo avversario; la vittoria però non tornerà, Fognini è eliminato dal torneo.

Prosegue il bet-at-home Open di tennis, un torneo che si gioca sulla terra rossa di Amburgo ed è valido per la categoria 500 (montepremi da circa un milione e duecentomila euro). Sono in campo anche due italiani, entrambi teste di serie del tabellone; e giocano oggi il loro primo incontro avendo saltato il turno di apertura grazie al bye riservato ai primi 16 giocatori del seeding. Per seguire gli incontri della prima giornata potete sintonizzarvi su SuperTennis: dalle ore 12 la Web-tv tematica, che trovate al canale 64 del vostro telecomando o al 224 qualora vogliate accedere dal satellite, trasmette i match sul campo centrale e sull’Arriba Match Court. In assenza di un televisore potete comunque avere accesso alle immagini grazie allo streaming video sul sito www.supertennis.tv; altrimenti ci sono a disposizione i social network, cioè la pagina Facebook del circuito maschile (ATP World Tour) e il suo corrispettivo profilo Twitter che è @ATPWorldTour. Il livescore dei match con relative statistiche lo trovate sul sito ufficiale bet-at-home-open.com. Fabio Fognini è il campione in carica: lo scorso anno aveva conquistato il titolo una settimana dopo aver trionfato a Stoccarda, dove invece pochi giorni fa si è fermato in semifinale. Il suo avversario odierno è il serbo Filip Krajinovic: numero 149 del mondo, non è mai entrato nei primi 100 ma ha anche solo 22 anni, dunque potrebbe essere un giocatore in grado di dare fastidio nei tempi a venire. Non oggi, comunque: Fabio è nettamente favorito. Lo è anche Andreas Seppi, che però deve fare attenzione: Juan Monaco infatti sarà anche numero 86 del ranking ATP, ma in passato (due anni fa) aveva raggiunto la Top Ten, poi si è perso in una spirale di cattivi risultati. Siccome siamo sulla terra che è la sua superficie preferita, l’altoatesino non può dare la vittoria per scontata. Non è da perdere il match che mette a confronto quasi due generazioni di tennisti: Mikhail Youzhny, numero 19 del ranking e oggi 32enne, contro Alexander Zverev che di anni ne ha 17 e ha appena concluso la sua carriera da junior. Altro incontro che apre a molti motivi di interesse è quello tra Alexandr Dolgopolov e Jerzy Janowicz; spesso e volentieri outsider nei tornei importanti, l’ucraino in particolare ha centrato un ottimo risultato lo scorso marzo con la semifinale a Indian Wells (battendo in successione Rafa Nadal, Fognini e Milos Raonic).