BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Probabili formazioni / Roma-Real Madrid: i protagonisti attesi (Guinness Cup 2014, gruppo A)

Pubblicazione:martedì 29 luglio 2014 - Ultimo aggiornamento:mercoledì 30 luglio 2014, 0.47

Nella foto: Roma-Real Madrid di Champions League, stagione 2007-2008 (Infophoto) Nella foto: Roma-Real Madrid di Champions League, stagione 2007-2008 (Infophoto)

PROBABILI FORMAZIONI ROMA-REAL MADRID (GUINNESS CUP 2014, GRUPPO A): I PROTAGONISTI ATTESI - Roma-Real Madrid si gioca nella notte italiana al Cotton Bowl di Dallas; una partita importante per due squadre che saranno protagoniste della prossima Champions League e iniziano questa sera a studiarsi. I giocatori che possono risolvere sono tanti; noi ne abbiamo selezionato uno per squadra dalle probabili formazioni della partita, provando a dirvi perchè rispetto ad altri potrebbero risultare decisivi. ROMA, IL PROTAGONISTA: LUKASZ SKORUPSKI Lo scorso anno si è visto soltanto in Coppa Italia e nelle ultimissime giornate di campionato. Aver davanti uno come De Sanctis non è facile, ma il polacco del ’91 ha reagito alla grande fornendo ottie prestazioni quando è stato chiamato in causa. E’ arrivato dal Gornik Zabrze con grande fama nazionale; la sua può essere una stagione di ulteriore apprendistato, magari mettendo più minuti in campo. Ma è alla svolta: è adesso che deve convincere Rudi Garcia e la società che può essere il titolare del futuro. Non si troverà davanti il vero Real Madrid, ma Bale e Isco ci sono: esame di maturità, il primo di tanti. Se lo supererà, la sua annata potrebbe cambiare. REAL MADRID, IL PROTAGONISTA: ASIER ILLARRAMENDI Questa estate deve essere la sua. Il Real Madrid lo ha pagato tanto per liberarlo dalla Real Sociedad, dove aveva impressionato; ma lo scorso anno pur giocando più o meno continuità non ha lasciato il segno. Troppo dura scalzare dalla formazione titolare gente come Khedira, Di Maria o Xabi Alonso; adesso però al Santiago Bernabeu ci sono grandi movimenti, e due di loro potrebbero partire. D’accordo, è arrivato Toni Kroos; ma Illarramendi può e deve convincere Ancelotti a dargli uno dei tre posti riservati alla mediana. Ha il talento per riuscirci: queste prime amichevoli, ancora senza i nazionali che hanno giocato il Mondiale, sono la sua grande occasione. La sfrutti a dovere.

PROBABILI FORMAZIONI ROMA-REAL MADRID (GUINNESS CUP 2014, GRUPPO A): LE ULTIME NOVITA’ - Al Cotton Bowl di Dallas, Texas, si gioca questa sera Roma-Real Madrid: saranno le 3:40 della notte italiana quando le due formazioni scenderanno in campo per la seconda giornata della Guinness Cup 2014 (gruppo A). Entrambe hanno perso all’esordio; tuttavia le merengues lo hanno fatto soltanto ai calci di rigore, contro l’Inter, e dunque hanno 1 punto in classifica che potrebbe rivelarsi utile per il passaggio in finale (si qualifica soltanto la prima di ogni raggruppamento). Nel 2007-2008 le due squadre si affrontarono negli ottavi di finale di Champions League: con un doppio 2-1 i giallorossi andarono ai quarti. 

FORMAZIONE ROMA - La Roma ha due novità un più: si tratta di Gervinho, che dopo il tira e molla sul rinnovo del contratto ha fatto rientro a Trigoria, e di Davide Astori che è stato acquistato la scorsa settimana con un blitz, strappandolo alla Lazio. Tuttavia i due non saranno disponibili, anche se l’ivoriano prenderà un volo per gli Stati Uniti e nella giornata di domani dovrebbe unirsi al gruppo. Per la formazione di questa sera Rudi Garcia sceglie i suoi titolari; con la sola eccezione della fascia destra di difesa, dove non ha ancora a disposizione Maicon e Torosidis (dunque giocherà il giovane Somma) e del centrocampo, anche se Nainggolan (sostituisce Strootman, aggregato ma infortunato) si può ormai considerare un titolare aggiunto e completerà un reparto nel quale De Rossi sarà il perno davanti alla difesa e Pjanic il regista occulto della manovra. Davanti, Totti torna a fare la punta centrale; avrà al suo fianco due giocatori rapidi e di talento come Iturbe (ancora atteso all’esplosione dopo un esordio timido) e Ljajic, con Mattia Destro inizialmente confinato in panchina (ma entrerà nel secondo tempo). Si ricompatta la coppia centrale Benatia-Castan: la Roma spera di trattenere il marocchino così da confermare la super difesa della passata stagione. 

FORMAZIONE REAL MADRID - Come dicevamo, il Real Madrid non ha ancora a disposizione i suoi titolari super: Cristiano Ronaldo è in vacanza al pari di Benzema, Di Maria e Khedira. Per altro, gli ultimi due sono sostanzialmente al passo d’addio perchè l’argentino dovrebbe finire al PSG (pronto a offrire la cifra folle di 80 milioni di euro) mentre il tedesco si è già accordato con l’Arsenal. Non ci sarà nemmeno la possibilità di vedere all’opera i due acquisti milionari, Toni Kroos e James Rodriguez; quella che si presenta in capo è una formazione con tanti giocatori che appartengono al Castilla. Ci sono però elementi da tenere decisamente d’occhio; Ancelotti si affida al 4-4-2 che però nel corso della stagione dovrebbe diventare il classico 4-3-3. Bale dunque fa la seconda punta, in coppia con Raul de Tomas; a centrocampo Alvaro Medran e Isco saranno gli interni con Illarramendi nell’insolita posizione di esterno. La difesa è quasi quella titolare, perchè Carvajal ha ormai scalzato Arbeloa dalla fascia destra; in mezzo vanno Pepe e Nacho Fernandez (in attesa di Sergio Ramos e Varane), a sinistra agirà Diego Llorente. In panchina tanti ragazzi che avranno la grande occasione di mettersi in mostra e magari conquistarsi un posto nella rosa del 2014-2015. 

CLICCA SUL PULSANTE QUI SOTTO PER LO SCHEMA CON IL MODULO DI PARTENZA E LE PROBABILI FORMAZIONI DI ROMA-REAL MADRID (GUINNESS CUP 2014, GRUPPO A)


  PAG. SUCC. >