BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Pagelle/ Brasile-Colombia (2-1): i voti della partita (Coppa del Mondo 2014, quarti di finale)

Le pagelle di Brasile-Colombia 2-1, partita valida per i quarti di finale della Coppa del Mondo 2014: i voti della sfida giocata all'Estadio Castelao di Fortaleza tra Seleçao e Cafeteros

(dal profilo Twitter ufficiale @FIFAWorldCup) (dal profilo Twitter ufficiale @FIFAWorldCup)

Il Brasile passa il turno, pronto a vivere una semifinale classica con la Germania. I verdeoro passano subito in vantaggio con Thiago Silva che la butta dentro dopo sei minuti sugli sviluppi di un calcio d'angolo. Hulk è il protagonista del primo tempo, mettendo in difficoltà Ospina per diverse volte. Nella ripresa la Colombia prova a reagire, senza trovare la porta. Arriva così di nuovo il Brasile al gol con David Luiz su punizione. Un gol che sembra chiudere la pratica fino al 2-1 di James Rodriguez che riaccende su rigore la speranza a dieci minuti dalla fine. Non riusciranno a recuperare gli uomini di Pekerman che escono però a testa altissima;
La partita non è bellissima, soprattutto nel primo tempo quando il ritmo è basso e il solo Hulk prova ad accenderla. Nella ripresa il 2-0 di Luiz e il rigore di J.Rodriguez rendono vivace la contesa. Tutte e due le squadre temono di subire il gol che può costare il Mondiale e rimangono contratte, paga lo spettacolo;  
non è uno dei migliori Brasile della storia, ma è solido e cinico. Vince e va avanti, portandosi in semifinale contro una delle squadre che veniva vista come una delle favorite addirittura per la vittoria finale. Straordinari i due centrali anche autori dei gol; prestazione non inferiore al Brasile per la squadra di Pekerman che esce a testa altissima. Prestazioni ad alto livello per James Rodriguez e compagni, che giocano col cuore e grande concentrazione. arbitra con grande polso, senza sbagliare mai niente. Riesce a tenere alta la concentrazione, dando ai giocatori sempre le spiegazioni delle sue decisioni. Bravo quando deve prendere delle scelte come il rigore per la Colombia con giallo a Julio Cesar o l'ammonizione che costerà la semifinale a T.Silva. Bravo.

La prima frazione la decide Thiago Silva dopo appena sei minuti, buttandola dentro appostato sul secondo palo sugli sviluppi di un calcio d'angolo. Risponde subito la Colombia con Cuadrado con un tiro che colpisce l'esterno della rete. I verdeoro ripartono con un Hulk in stato di grazia che obbliga Ospina a tre grandi interventi. La squadra di Pekerman ha una grande occasione con una punizione dal limite che si procura Ibarbo, ma che finisce in un nulla di fatto. 
 - il primo tempo non regala grandissime emozioni, con un Brasile che prova a chiudere la gara e una Colombia spiazzata dal gol subito dopo appena sei minuti. A centrocampo la gara non ha grandi sviluppi, senza far venir fuori la grandissima qualità dei due club. James Rodriguez e compagni sono stati messi sotto da un gol immediato, che ha destabilizzato un pò i piani;
forse il miglior Brasile del Mondiale 2014. I verdeoro partono forte, favoriti da un gol un pò casuale arrivato su calcio d'angolo dopo soli sei minuti. Contribuisce a questo un Hulk in fase di grazia, abile a saltare l'uomo e a puntare la porta;
a centrocampo manca qualità e filtro, colpa anche di questo centrocampista che rischia di combinarla grossa quando mette giù Ibarbo a limite dell'area di rigore. Non propositivo in fase di impostazione, potrebbe essere sostituito nella ripresa da un giocatore più talentuoso;
Decisivo sui tiri di Hulk che spesso lo mette in difficoltà, ma mai lo batte. Totalmente incolpevole sul gol subito dopo sei minuti con un colpo di Thiago Silva;
Il terzino del Napoli si fa mettere in continua difficoltà da Hulk, che lo salta e riesce a puntare la porta con grande difficoltà. Sempre in ritardo e messo in grandissima difficoltà anche quando Oscar e Neymar si allargano dal suo lato;
grande personalità nel gestire la partita e nel tenere bassi i toni dei giocatori in campo. Giuste le decisioni sui calci da fermo per falli su Neymar e Ibarbo. Ottimo primo tempo del giudice di gara. (Matteo Fantozzi)