BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Brasile-Germania/ News Coppa del Mondo 2014, respinto il ricorso: Thiago Silva non gioca (7 luglio)

Brasile Germania news Coppa del Mondo 2014, 7 luglio: la FIFA ha respinto il ricorso della federazione verdeoro per annullare la squalifica di Thiago Silva e per la prova tv contro Zuniga

Neymar da Silva Santos Junior (22) 4 gol in questo Mondiale (Infophoto) Neymar da Silva Santos Junior (22) 4 gol in questo Mondiale (Infophoto)

BRASILE-GERMANIA COPPA DEL MONDO 2014 NEWS: THIAGO SILVA - La FIFA ha respinto il ricorso presentato dal Brasile per annullare la squalifica di Thiago Silva. Non solo: ha anche declinato la proposta di avvalersi della prova tv per punire il fallo di Juan Camilo Zuniga costato la semifinale di Coppa del Mondo, e l’eventuale finale, a Neymar. “La Commissione disciplinare della FIFA non può considerare la questione dato che non vi è alcuna base giuridica che gli consente di concedere tale richiesta” si legge nel comunicato; Thiago Silva era stato ammonito per aver provato a intercettare il rinvio di David Ospina nel corso di Brasile-Colombia, quando però la sfera era ancora in possesso del portiere dei Cafeteros. Un gesto istintivo che non ci saremmo aspettati da un giocatore di esperienza quale è il capitano verdeoro e che priva i padroni di casa del suo difensore centrale e leader carismatico, un giocatore che più volte ha tolto le castagne dal fuoco alla sua nazionale. Per quanto riguarda Neymar, il problema è sempre il solito: il fatto che lo scontro è stato visto e giudicato sul campo, e la decisione non può essere cambiata. La Commissione Disciplinare infatti “può rettificare errori manifesti nelle decisioni disciplinari dell’arbitro solo in caso di scambio di identità. Dunque niente da fare: Neymar è certamente stato sfortunato nel subire la frattura della vertebra, ma la FIFA non può fare nulla per ridargli il campo nè tanto meno per squalificare Zuniga; una “vendetta” tardiva e che allevierebbe, seppure di poco, la tristezza di aver perso il proprio numero 10. Luiz Felipe Scolari ha appreso la notizia, ma del resto stava già lavorando sul suo Brasile senza Thiago Silva: pochi dubbi in questo senso, a fare coppia con David Luiz al centro della difesa sarà Dante, che ben conosce molti dei giocatori della Germania.

BRASILE-GERMANIA NEWS: NEYMAR CI PROVA PER LA FINALE? (7 LUGLIO) - Il Brasile gioca domani la semifinale di Coppa del Mondo 2014 contro la Germania; c’è un appuntamento con la storia da raggiungere. Ma la notizia incredibile che sta attraversando come un’ondata di emozione tutto il Paese è un’altra: Neymar potrebbe clamorosamente tornare in campo per l’eventuale finale? Possibile? Pare che il numero 10 lo abbia confidato ad alcuni amici e compagni della nazionale: vuole esserci il 13 luglio, se e quando il suo Brasile si giochèrà la Coppa del Mondo al Maracanà. Ricordiamo: il fantasista è fuori per una frattura alla vertebra occorsagli in un contrasto con Zuniga nel corso del quarto di finale contro la Colombia. E’ stato costretto a lasciare il ritiro e i medici, in particolare il dottor Runco che lo ha visitato sabato, ha parlato di un periodo di stop di almeno 4 settimane, tendenti alle 6. Come può allora Neymar rientrare a soli nove giorni dall’infortunio? Eppure lui ci vuole provare: a stare fermo non ce la fa, ad abbandonare la battaglia non riesce, si è visto anche nel video messaggio che ha registrato per incitare la Seleçao. Il problema è che i suoi propositi sono arrivati alle orecchie dello staff di Felipe Scolari; che piuttosto saggiamente ha scelto di non cavalcare il miracolo medico-sportivo tenendo il profilo basso e non commentando. Neymar, insomma, non dovrebbe farcela; potrebbe forse essere in campo sotto una massiccia cura di antidolorifici, ma un’altra botta nella stessa zona rischierebbe di aggravare la situazione. E’ più facile che il 10 sia in tribuna a Belo Horizonte per assistere alla partita contro la Germania domani sera; ed eventualmente si dovrà accontentare di essere in tuta insieme agli altri compagni a baciare la coppa sul palco del Maracanà, come ha detto Julio Cesar

© Riproduzione Riservata.