BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CALCIOMERCATO SAMPDORIA / News: Duncan, pronta l'offerta. Notizie all'8 e 9 luglio (aggiornamenti in diretta)

Pubblicazione:martedì 8 luglio 2014 - Ultimo aggiornamento:mercoledì 9 luglio 2014, 15.31

Jospeh Duncan, 21 anni, ghanese con passaporto italiano (INFOPHOTO) Jospeh Duncan, 21 anni, ghanese con passaporto italiano (INFOPHOTO)

CALCIOMERCATO SAMPDORIA NEWS, DUNCAN (9 LUGLIO 2014) - Joseph Duncan è uno dei nuovi nomi per il centrocampo della Sampdoria. Lo riporta il giornalista di SkySport Gianluca Di Marzio, secondo cui i blucerchiati avrebbero già avanzato all'Inter un'offerta di prestito con diritto di riscatto e controriscatto. Sulle tracce del centrale ghanese classe 1993 ci sono anche il Palermo, il cui interesse sembra però raffreddato negli ultimi giorni, e il Cesena. 

CALCIOMERCATO SAMPDORIA NEWS, MARTINELLI - La Sampdoria ha comunicato di aver ceduto ufficialmente al Modena Alessandro Martinelli, centrocampista centrale svizzero con nazionalità italiana nato a Mendrisio il 30 maggio 1993. Martinelli si è trasferito alla società emiliana in prestito con diritto di riscatto, e controriscatto a favore dei blucerchiati. 

CALCIOMERCATO SAMPDORIA NEWS, CAMBIASSO (8 LUGLIO 2014) - La Sampdoria del presidente Ferrero sta puntando in alto e oltre a Walter Samuel cercherà di ingaggiare anche l'altro ex interista Esteban Cambiasso. Secondo quanto ha riportato il quotidiano Tuttosport la dirigenza blucerchiata proverà a convincere il centrocampista argentino che al momento sembra più intenzionato ad un'esperienza in un altro paese. Come nel caso di Samuel il nodo principale è legato all'ingaggio: attualmente la Sampdoria ha un tetto salariale per il singolo giocatore di poco superiore al milione di euro.

CALCIOMERCATO SAMPDORIA NEWS, BRAIDA (8 LUGLIO 2014) - Ariedo Braida lascerà prematuramente la Sampdoria. Il dirigente non ha trovato l'accordo con il presidente Massimo Ferrero e tornerà disponibile sul mercato. Secondo quanto ha riportato il quotidiano genovese Il Secolo XIX sono due le ragioni che hanno portato al divorzio: la prima è di natura economica, Braida aveva stipulato con l'ex proprietario Edoardo Garrone un contratto da circa 1,5 milioni milioni di euro a stagione; Ferrero invece aveva proposto un ingaggio più basso, quasi dimezzato. La seconda ragione è più tecnica: mentre Garrone avrebbe lasciato a Braida pieni poteri nella scelta dei nuovi giocatori, il nuovo presidente intende delegare molto meno e non a caso si sta occupando in prima persona delle trattative di calciomercato (oggi ad esempio dovrebbe incontrare Walter Samuel per proporgli un biennale). Braida avrebbe dunque preferito lasciare il suo nuovo incarico, nonostante negli ultimi mesi avesse già cominciato a studiare il panorama mondiale alla ricerca degli uomini giusti per la Sampdoria.



© Riproduzione Riservata.