BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Jorge Lopez/ La morte del "Topo", giornalista argentino: la moglie lo scopre su Twitter... da Simeone

Jorge Lopez, la morte del giornalista argentino. Tragedia a Sao Paulo, incidente d'auto; in più la beffa. La moglie Veronica scopre il fatto attraverso un tweet di Diego Pablo Simeone

Diego Pablo Simeone, allenatore dell'Atletico Madrid Diego Pablo Simeone, allenatore dell'Atletico Madrid

Una tragedia, con tanto di beffa pazzesca. Quanto accaduto e riportato dal sito argentino Nexofin è incredibile: la morte di un giornalista argentino e la moglie che lo viene a sapere… via Twitter. Già: viene da pensare che i social network siano una gran cosa e abbiano portato una qual certa utilità, ma che a volte possano essere di troppo. In questo caso, lo sono stati senz’altro. La storia è semplice quanto drammatica: Jorge Lopez, da tutti conosciuto come “Topo”, era un giornalista di Radio La Red (ma anche del quotidiano Olé e di quello spagnolo Sport) inviato in Brasile per seguire la Coppa del Mondo. Aveva 38 anni: è morto in un incidente stradale questa mattina, a Sao Paulo. Un’auto rubata da tre persone - due minorenni - inseguita dalla polizia militare ha colpito a forte velocità il taxi sul quale Lopez viaggiava; sbalzato fuori dall’abitacolo è morto sul colpo, il taxista ha riportato ferite lievi mentre gli autori del furto d’auto sono stati subito arrestati dalla polizia militare che il inseguiva. Non bastasse la tragica notizia, la moglie Veronica Brunati (lei pure giornalista, per Diario Marca) è stata avvisata in un modo terribile. Da un personaggio ben noto: Diego Pablo Simeone. Che conosceva personalmente Lopez, e a quanto pare anche la famiglia; e che, sviato dal fatto che alcune agenzie di stampa avessero già battuto la notizia, ha pensato che la moglie ne fosse a conoscenza. Così, ha fatto quello che tutti fanno in questi casi: ha preso il telefono, e ha scritto un messaggio di condoglianze su Twitter. “Non solo è stato un grande giornalista, è stato anche un amico. Sono molto addolorato”; e ha offerto le condoglianze alla famiglia, “taggando” Veronica. Peccato però che Veronica, lei pure a Sao Paulo, non sapesse ancora nulla; pensate dunque cosa deve aver provato quando ha letto quel breve messaggio. Ha scritto, rispondendo, chiedendo e quasi implorando di essere contattata telefonicamente presso il Quality Hotel Jardim, fornendo numero di telefono e numero della camera. Un incredibile e tristissimo errore. Non si tratta peraltro del primo lutto che colpisce i giornalisti argentini: la scorsa settimana era scomparsa, lei pure in un incidente stradale, la figlia di Miguel “Titì” Fernandez. Maria Soledad, anche lei giornalista (26 anni), era però in Brasile per seguire la Seleccion da tifosa. 

© Riproduzione Riservata.