BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

World Grand Prix 2014/ Volley femminile: il pronostico di Paolo Tofoli (esclusiva)

World Grand Prix 2014, volley femminile: il pronostico di PAOLO TOFOLI sul torneo che precede i Mondiali. Questo weekend siamo a Sassari: Repubblica Dominicana, Brasile e Cina gli avversari

L'Italia del volley femminile festeggia una vittoriaL'Italia del volley femminile festeggia una vittoria

Tre giorni di grande pallavolo femminile a Sassari: la nostra nazionale debutterà oggi nel World Grand Prix 2014. Formula itinerante, per la prima volta le fasce di livello, dunque l'Italia si troverà di fronte formazioni rodate e competitive, non potendosi permettere passi falsi o calcoli. La fase finale è in programma dal 20 al 24 agosto a Tokyo, in Giappone; il Commissario Tecnico dell'Italia Marco Bonitta ha convocato sedici giocatrici, un mix di gioventù unita all'esperienza di Francesca Ferretti, Francesca Piccinini e Antonella Del Core, che saranno le veterane del gruppo insieme a Valentina Arrighetti e alle sorelle Bosetti che già da tempo fanno parte del gruppo a dispetto della giovane età (clicca qui per l'elenco completo delle convocate). Per presentare questa manifestazione IlSussidiario.net ha contattato in esclusiva l'ex campione di pallavolo Paolo Tofoli, ora allenatore.

Il World Grand Prix servirà soprattutto come preparazione ai Mondiali? Credo che sarà importante fare bene, cercare di figurare nel migliore dei modi; anche se certamente l'obiettivo dei Mondiali che tra l'altro ospiteremo sarà molto importante ed è forse il traguardo fondamentale per il nostro gruppo.

Cosa pensa della formula del torneo, che per la prima volta apre alle fasce di livello? Mi sembra bello confrontarsi con tutte le squadre migliori del mondo, è una formula certamente molto interessante.

In questo weekend giochiamo contro Repubblica Dominicana, Brasile e Cina: potremo ambire a tre vittorie? Vincere contro queste tre nazionali sarebbe il massimo in questo weekend. Ci proveremo, realisticamente però devo dire che non sarà affatto facile uscire a punteggio pieno.

Guardando più in là: avremo speranze di vincere questa manifestazione? Un successo non va mai buttato via soprattutto in in una manifestazione di rilievo come il Grand Prix; anche qui, dovremo certamente puntare al massimo possibile.

Perciò, concretamente, l'obiettivo sulla carta quale potrebbe essere?