BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Probabili formazioni/ Real Madrid-Atletico Madrid: i ballottaggi (oggi, 19 agosto 2014 andata Supercoppa di Spagna)

Foto Infophoto Foto Infophoto

Diego Simeone ha sottolineato in conferenza stampa il profondo cambiamento che la sua squadra ha operato nel corso dell’estate (e la differenza di budget tra loro e il Real); sono partiti giocatori importantissimi e con il ricavato delle cessioni ne sono arrivati altri. E’ la politica dell’Atletico: finora ha pagato dividendi, la squadra è sempre migliorata e soprattutto ha vinto trofei. Adesso siamo alla controprova: riuscirà il Cholo a confermarsi dopo una stagione eccezionale? Si riparte da Moya portiere, mentre il posto di Filipe Luis a sinistra lo prende ovviamente Guilherme Siqueira arrivato dal Benfica. Gli altri nuovi acquisti fanno parte del reparto avanzato, con lo schema che diventa un 4-2-3-1; Antoine Griezmann dovrebbe partire da sinistra avendo al fianco Koke che si occuperà di fornire assist ai compagni, in particolare Mario Mandzukic, mentre a destra ci sarà Raul Garcia. In questo modo trova un posto da titolare Mario Suarez, e questo potrebbe mettere fine ai suoi desideri di partire (il Napoli è da tempo sulle sue tracce). 

La panchina ha giocatori importanti, come il terzino destro Jesus Gamez prelevato dal Malaga o come il terzino sinistro Cristian Ansaldi che dopo l’esperienza in Russia si trasferisce in Spagna e sarà la prima riserva di Siqueira, tenendo conto anche di Emiliano Insua e di Manquillo. Cristian Rodriguez ha giocato un bel Mondiale con l’Uruguay e chissà, quest’anno potrebbe trovare più spazio in una rosa che ha bisogno di forze fresche per non finire sulle gambe come la scorsa primavera; Jimenez è la prima scelta per l’attacco e qui probabilmente i Colchoneros - vista anche la partenza di David Villa - soffriranno maggiormente e avranno bisogno di tutto l’apporto di Griezmann in fase realizzativa (l’ultima stagione con la Real Sociedad fa ben sperare). Oblak sulla carta potrebbe e dovrebbe essere il portiere titolare ma per il momento si accomoda in panchina, mentre Tiago aveva di fatto salutato tutti essendo arrivato a fine contratto ma quasi all’improvviso è stato confermato in squadra, pur se dovrà ora sudare per riguadagnarsi il posto da titolare.

Sulla carta sono tutti a disposizione, ma nella realtà Arda Turan risente ancora dell’infortunio all’anca che gli aveva già impedito di giocare la finale di Champions League: risultato, il turco non è nemmeno in panchina e quindi si può a tutti gli effetti considerare indisponibile. Quando rientrerà giocherà al posto di Raul Garcia, pur se Simeone potrebbe tornare al vecchio 4-4-2.