BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

WTA New Haven/ Tennis news, Pennetta eliminata: perde in due set dalla Riske (1-6 6-7)

Pubblicazione:martedì 19 agosto 2014 - Ultimo aggiornamento:martedì 19 agosto 2014, 20.03

Flavia Pennetta, 32 anni, attuale numero 12 del ranking WTA Flavia Pennetta, 32 anni, attuale numero 12 del ranking WTA

TENNIS WTA NEW HAVEN: I RISULTATI DI IERI E LE PARTITE DI OGGI - Niente da fare per Flavia Pennetta: la tennista brindisina è eliminata dal Connecticut Open, torneo di categoria Premier che si sta giocando sulla superficie dura di New Haven. Ancora una volta alla brindisina è stata fatale una giovane americana: se agli Us Open era stata Lauren Davis a far fuori Flavia al secondo turno, questa volta è toccato ad Alison Riske (classe '90). Il punteggio è impietoso: in un'ora e 34 minuti la tennista di casa si è imposta con un netto 6-1 7-6. A nulla è valso il recupero nel secondo set, quando la Pennetta si è trovata sotto di un break; la Riske è stata superiore e il fattore psicologico dettato dalla netta vittoria nella prima partita ha fatto la differenza. A questo punto nel tabellone resta soltanto Camila Giorgi: domani l'italo-argentina sfida Caroline Wozniacki, campionessa qui per quattro volte consecutive (tra il 2008 e il 2011). 

TENNIS WTA NEW HAVEN: I RISULTATI DI IERI E LE PARTITE DI OGGI - SI avvicina a grandi passi l’ultimo Slam della stagione di tennis: gli Us Open inizieranno la prossima settimana, e già in questi giorni tanti giocatori saranno impegnati nei tre turni di qualificazione per accedere al tabellone principale. Intanto il circuito WTA, cioè quello femminile, ha fatto tappa a New Haven per il Connecticut Open: un torneo della categoria Premier, non al livello dei due che si sono appena giocati ma comunque di un certo fascino e prestigio. Sulla superficie dura del Connecticut lo scorso anno ha trionfato Simona Halep, che dunque difende tanti punti per blindare il suo secondo posto nel ranking mondiale; aveva battuto in finale Petra Kvitova, che a sua volta aveva vinto nel 2012. Nelle quattro edizioni precedenti invece era stato filotto per Caroline Wozniacki. C’erano anche quattro italiane nel tabellone; usiamo il tempo verbale al passato perchè due di loro hanno conosciuto la sconfitta al primo turno. Dopo Roberta Vinci infatti, ieri è stata eliminata Sara Errani; la seconda delle Cichi ha perso in un’ora e 43 minuti dalla spagnola Garbine Muguruza, classe ’93 e ormai solida Top 30 con l’exploit della vittoria su Serena Williams al Roland Garros. E’ finita 2-6 6-3 1-6; Sara ha rialzato la testa nel secondo set ma di fatto il match è stato a senso unico, dando dimostrazione - una volta di più - del fatto che su questa superficie la bolognese non è troppo competitiva (anche se ha raggiunto una semifinale agli Us Open). Avanti invece Camila Giorgi, e la sua vittoria in due set contro Coco Vandeweghe non va sottovalutata perchè l’americana, coetanea della maceratese, arrivava da un ottimo periodo nel quale aveva vinto il TopShelf Open e raggiunto i quarti di finale a Montréal; per lei oggi giornata di riposo e domani secondo turno contro Caroline Wozniacki, che ha avuto i suoi problemi nel liberarsi della svizzera Timea Bacsinszky (4-6 6-1 6-2) ma in questo periodo sta ritrovando la condizione migliore e su questo tipo di campo parte certamente favorita. Camila però l’ha battuta un anno fa, al terzo turno degli Us Open; chi gioca oggi (alle 12 locali, le 18 in Italia) è Flavia Pennetta, che trova l’americana classe '90 Alison Riske; primo incrocio tra le due, Flavia ha qualcosa in più ma vanno monitorate le sue condizioni pur se contro Klara Koukalova ha concesso appena 4 game. In campo anche Caroline Garcia, francese del ’93 che sta vivendo un momento di leggera flessione dopo alcuni ottimi risultati (titolo a Bogotà) contro Barbora Zahlavova Strycova che ieri ha frenato (in tre set) la corsa di Belinda Bencic verso le vette del ranking (la svizzerina del ’97 è attualmente numero 59 al mondo). In serata da non perdere la battaglia tra mancine, Ekaterina Makarova-Petra Kvitova: alla Coupe Rogers era stato un match bellissimo che la russa si era aggiudicata in tre set. 

(Claudio Franceschini)



© Riproduzione Riservata.