BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Pagelle/ Lazio-Sporting Lisbona (4-6 dcr): i voti della partita (amichevole)

Pubblicazione:sabato 2 agosto 2014

Stefano Mauri, capitano della Lazio (Infophoto) Stefano Mauri, capitano della Lazio (Infophoto)

PAGELLE LAZIO-SPORTING LISBONA (4-6 dcr): I VOTI DELLA PARTITA (AMICHEVOLE) - La Lazio pareggia 2-2 in casa dello Sporting Lisbona, poi perde ai calci di rigore nel trofeo dei Cinque Violini. Parte forte lo Sporting che dopo appena cinque minuti è già in vantaggio. Martins si avventa su un pallone messo dentro da Montero e fa uno a zero. La Lazio è frastornata dal colpo e subisce per dieci minuti la pressione degli avversari. Fino a che viene fuori uno straordinario Felipe Anderson, in grado con i suoi strappi di cambiare la partita. I biancocelesti agguantano il pari su calcio d'angolo, dove Novaretti prolunga per Keita un pallone calciato dalla bandierina da Ledesma. Il giovanissimo attaccante colpisce il palo e sul pallone arriva per il tap-in vincente Mauri. Termina 1-1 la prima frazione di gioco. Nella ripresa la combina grossa Federico Marchetti che prova un dribbling su Montero e lo stende dopo averla persa. Calcio di rigore e 2-1 di Adrien Silva. Non succede quasi più niente nella gara che si avvia verso la conclusione, quando Felipe Anderson decide di recuperar palla e servire dentro Tounkara. Il giovane appena entrato fa un numero su Rui Patricio e porta le squadre ai calci di rigore al novantaduesimo. Vincono i portoghesi ai calci di rigore per 4 a 2. VOTO PARTITA  6.5 - La gara diverte a tratti come normale in estate, dove i ritmi sono bassi a tratti anche perchè molti giocatori sono fuori forma. Grandissima partita di Felipe Anderson; VOTO SPORTING LISBONA 5.5 - lo Sporting da l'idea di comandare la gara per lunghi tratti, ma sono troppo grandi i blackout soprattutto in difesa; CLICCA QUI PER LE PAGELLE DELLO SPORTING LISBONA VOTO LAZIO 6.5 - gara preziosa di crescita per la Lazio che gioca a tratti un buon calcio. Tanti giovani in evidenza e l'impressione che sarà una buona stagione; CLICCA QUI PER LE PAGELLE DELLA LAZIO VOTO ARBITRO DUARTE GOMES 6.5 - L'arbitro deve subito usare le maniere dure a suon di cartellini gialli per far mantenere la calma alle due compagini. E' così che ne estrae uno per parte e calma la partita, gestita con polso, ma senza grandi decisioni da prendere. Generoso quando ammonisce Marchetti in occasione del calcio di rigore.

PAGELLE SPORTING LISBONA-LAZIO: I VOTI DELLA PARTITA (AMICHEVOLE), IL PRIMO TEMPO - Parte forte lo Sporting che dopo appena cinque minuti è già in vantaggio. Martins (6.5) si avventa su un pallone messo dentro da Montero (6.5) e fa uno a zero. La Lazio è frastornata dal colpo e subisce per dieci minuti la pressione degli avversari. Fino a che viene fuori uno straordinario Felipe Anderson (6.5), in grado con i suoi strappi di cambiare la partita. I biancocelesti agguantano il pari su calcio d'angolo, dove Novaretti (6)prolunga per Keita (5.5) un pallone calciato dalla bandierina da Ledesma (6). Il giovanissimo attaccante colpisce il palo e sul pallone arriva per il tap-in vincente Mauri (6). Termina 1-1 la prima frazione di gioco. VOTO PARTITA 6.5 - MIGLIORE SPORTING LISBONA Montero 6.5 - si dimostra di una categoria a parte, abbinando al fisico qualità e velocità. Suo il pallone dentro per il gol di Martins e altri spunti molo interessanti; PEGGIORE SPORTING LISBONA Rojo 5.5 - grande protagonista al Mondiale con l'Argentina è in un momento particolare di recupero, appena tornato dalle vacanze. Ci aspettiamo di più; MIGLIORE LAZIO FELIPE ANDERSON 6.5 - con i suoi strappi dimostra di essere di un'altra categoria, in grado di fare la differenza quando ne ha la volontà. Non entra nell'azione del gol, ma è bravo a procurare momenti di difficoltà e apprensione alla difesa dello Sporting; PEGGIORE LAZIO KEITA B. 5.5 - sfortunato in occasione del gol, dove coglie il palo, non entra mai in partita nel primo tempo. ARBITRO DUARTE GOMES 6.5 - L'arbitro deve subito usare le maniere dure a suon di cartellini gialli per far mantenere la calma alle due compagini. E' così che ne estrae uno per parte e calma la partita, gestita con polso, ma senza grandi decisioni da prendere.


  PAG. SUCC. >