BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

PROBABILI FORMAZIONI / RNK Spalato-Torino: le ultime novità (andata playoff Europa League)

Pubblicazione:mercoledì 20 agosto 2014 - Ultimo aggiornamento:giovedì 21 agosto 2014, 11.06

Fabio Quagliarella (31) è tornato al Torino dopo 9 anni (Infophoto) Fabio Quagliarella (31) è tornato al Torino dopo 9 anni (Infophoto)

PROBABILI FORMAZIONI RNK SPALATO-TORINO (ANDATA PLAYOFF EUROPA LEAGUE): LE ULTIME NOTIZIE - Questa sera alle ore 20.30 si gioca Rnk Spalato-Torino, partita d'andata dei playoff di Europa League. Per quanto riguarda le probabili formazioni, è da segnalare un dubbio per parte. I croati si schiereranno con il modulo 4-2-3-1 in cui Vidovic ed Erceg si giocano una maglia da titolare sulla mediana al fianco di Dujmovic, mentre in attacco la punta centrale sarà Bilic, assistito sulla trequarti dal trio Belle-Rog-Glavina. Per quanto riguarda invece la formazione di mister Ventura, l'unico dubbio è quello fra Barreto e Larrondo per affiancare Quagliarella nella coppia d'attacco del 3-5-2 granata. Una partita molto delicata, che potrà già dire molto sulle possibilità del Torino di qualificarsi per la fase a gironi a 20 anni di distanza dall'ultima "vera" presenza nelle Coppe europee.

PROBABILI FORMAZIONI RNK SPALATO-TORINO (ANDATA PLAYOFF EUROPA LEAGUE): LE NOTIZIE ALLA VIGILIA - Alle ore 20:30 di domani sera si gioca RNK Spalato-Torino, partita valida per il quarto turno preliminare di Europa League; l’ultimo, superato il quale ci sarà la fase a gironi. I granata, che non affrontano una fase finale europea da vent’anni, sono dunque vicini al grande obiettivo; ma non devono sottovalutare i croati, che soprattutto in casa loro possono dare molto filo da torcere per il calore dell’ambiente. Al SC Hrvatskih Vitezova servirà almeno non perdere, meglio se segnando un gol, così da rendere il ritorno dell’Olimpico - tra una settimana - quantomeno più agevole. 

QUI RNK SPALATO - L’RN Spalato ambisce a diventare la migliore formazione croata, ma per il momento la distanza con Dinamo Zagabria e Hajduk rimane. Lo scorso anno è arrivato un quarto posto, quest’anno la squadra è quinta in classifica avendo perso le ultime due partite (il campionato è già iniziato). Ivan Matic dispone i suoi con il 4-2-3-1; spiccano tra gli elementi della squadra due giocatori che hanno alle spalle una lunga esperienza internazionale, ovvero il centrocampista centrale Tomislav Dujmovic (ha giocato in Russia) e l’attaccante Mate Bilic, che ha militato anche in Spagna. Entrambi superano i 30 anni, ma in formazione ci sono anche elementi giovani che possono fare la differenza. Per esempio il camerunese Henri Belle, un classe ’89 rapido e guizzante che gioca come esterno destro, mentre dall’altra parte il ventottenne Denis Glavina garantisce assist e gol (al momento è il secondo marcatore della squadra, dietro Bilic). Da tenere d’occhio però, in una squadra che ha già lanciato Ante Rebic (lo scorso anno alla Fiorentina, poi ai Mondiali), è soprattutto Marko Rog. Si tratta di un esterno destro che nell’RNK gioca prevalentemente dietro la punta, un classe ’95 che è stato acquistato a parametro zero in estate dall’NK Varazdin; di lui si parla già benissimo. In porta c’è l’esperto Andrija Vukovic (31 anni), mentre la difesa è giovane con i due centrali Tomislav Glumac (classe ’91) e Nino Galovic (’92) che per il momento partono davanti al trentacinquenne Ivica Krizanac. Sulle corsie laterali agiscono Tomislav Radotic e Dario Rugasevic, a centrocampo dovrebbe esserci anche Ante Erceg. E’ una squadra non troppo giovane, che conta su tanti elementi Over 30 e che per questo andrà trattata con i guanti. 

QUI TORINO - Superato il terzo turno preliminare agevolmente, il Torino si tuffa ora verso l’ultimo ostacolo che lo separa dalla fase a gironi. Giampiero Ventura ha già le idee chiare sulla formazione che schiererà in Croazia; sicuramente non ci sarà Alessio Cerci, la cui vicenda del tweet poi cancellato (ma non da lui) merita attenta riflessione se non altro perchè sembra davvero che il giocatore sia vicino all’Atletico Madrid. Fuori anche Ruben Perez: al suo posto il tecnico ligure ha scelto un difensore in più, e cioè Vesovic. Sarà un 3-5-2: la coppia d’attacco dovrebbe essere formata da Larrondo e Quagliarella, anche se Barreto ha possibilità di giocare dal primo minuto. A centrocampo Darmian e Molinaro spingeranno sulle corsie, in mezzo a smistare il gioco ci sarà come sempre El Kaddouri che avrà il supporto di Nocerino e molto probabilmente Vives, che si gioca il posto con Benassi. La difesa resta quella dello scorso anno: Bovo-Glik-Moretti, con Maksimovic che più che altro dovrebbe fungere da cambio per le corsie e Pontus Jansson che sarà la prima riserva dei tre centrali. Non ci sarà insomma turnover: è fondamentale fare bene in questa partita esterna e provare a portare a casa più di metà qualificazione in Croazia, eventualmente sarà poi la prossima settimana (anche per l’avvicinarsi del campionato) che Ventura penserà a mandare in campo qualche seconda linea. 

CLICCA SUL PULSANTE QUI SOTTO PER LE PROBABILI FORMAZIONI ALLA VIGILIA DI RNK SPALATO-TORINO (ANDATA PLAYOFF EUROPA LEAGUE)


  PAG. SUCC. >