BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Pagelle/ RNK Spalato-Torino (0-0): i voti della partita (andata spareggio Europa League)

Le pagelle di RNK Spalato-Torino: i voti della partita valida per l'andata degli spareggi di Europa League. Per i ragazzi di Giampiero Ventura ultimo ostacolo verso la fase a gironi

Foto InfophotoFoto Infophoto

Finisce a reti inviolate Rnk Spalato-Torino. Tra i padroni di casa fantastica prova del portiere Vukovic, autore di interventi prodigiosi, e buona anche la prestazione di Bilic; delude invece Rugasevic. Nel Torino Padelli si dimostra attento quando serve mentre Darmian ha fatto vedere buone cose. Da rivedere la coppia Barreto-Larrondo.

Fra il Torino e la fase a gironi dell'Europa League c'è un ultimo ostacolo: l'RNK Spalato. Se i granata riusciranno a superare il quarto turno preliminare si spalancheranno le fasi più avvincenti della citata manifestazione internazionale. L'andata del doppio confronto si gioca in Croazia allo Hrvatski Vitezovi Stadion (per gli amanti della geografia siamo nella città di Dugopolje), impianto di 5000 posti dove i padroni di casa sono spinti a gran voce dal pubblico locale. Partiamo subito dalle formazioni ufficiali delle due squadre. Lo Spalato si schiera in teoria con un 4-4-2 ma in pratica lo schieramento di Matic non esita a trasformarsi in un più offensivo 4-2-3-1. In porta troviamo Vukovic quindi difesa a quattro con Ibriks, Galovic, Glumac e Rugasevic. A centrocampo Djumovic e Vidovic sono i mediani affiancati ai due esterni Bagaric e Belle. In attacco spazio al tandem Bilic e Rog. Il Torino di Ventura risponde con il 3-5-2. Davanti a Padelli partono titolari Bovo, Glik e Moretti. Darmian e Molinaro sono le ali granata mentre Nocerino, Vives ed El Kaddouri sono gli interni. Il reparto avanzato vede la coppia Larrondo e Barreto: Quagliarella parte dalla panchina. I padroni di casa non sembrano in grado di impensierire il Torino. Fin da subito i granata hanno cercato di imporre la propria impronta sul match e con il passare dei minuti la squadra di Ventura ha sfiorato la rete in almeno due circostanze. Prima El Kaddouri (6) ha messo in mezzo dalla sinistra per Larrondo, il quale non è arrivato per un soffio sul suggerimento del compagno, poi Bovo (6) ha cercato un calcio di punizione di potenza dal limite dell'area di rigore. La conclusione dell'esperto difensore italiano è terminata però sul fondo. Lo Spalato gioca come può: squadra chiusa che cerca di far male in qualche ripartenza ma la qualità è quella che è e il solo Rog (6), supportato da un opaco Bilic (6,5), non può impensierire Glik (6) e compagni. Al 10' El Kaddouri serve sulla destra Darmian (6,5) il quale sbaglia il controllo nel cuore dell'area di rigore favorendo l'uscita di Vukovic. Il portiere croato non è perfetto perchè perde il pallone ma Nocerino (5,5) non riesce a usufruire del regalo inaspettato dell'avversario: il tiro di prima intenzione finisce alto. La chance più grande arriva però al 17' quando uno scatenato Darmian serve sulla corsa Larrondo (5,5): l'ex Siena, a tu per tu con Vukovic (7), sceglie il rasoterra ma il suo tentativo viene murato dal croato, decisamente migliore fra i suoi. Improvvisamente i granata staccano la spina e i padroni di casa escono dal loro guscio creando qualche brivido a uno spensierato Torino. Il campanello d'allarme suona intorno alla mezzora: Bilic, su un suggerimento dalla destra, anticipa Bovo con una zampata che non trova di poco la porta di Padelli (6,5). Lo stesso Padelli deve però impegnarsi quando è costretto a deviare in corner un tiro velenoso di Belle (6) dalla lunga distanza e due punizioni calciate da Bilic dal limite. L'ultima azione di tempo capita però al Torino con Barreto (6) che si ritrova il pallone in posizione favorevolissima. Il suo tiro, tanto per cambiare, viene salvato miracolosamente in corner da uno strepitoso Vukovic. Finisce 0-0 un primo tempo frizzante.   Non ci sono gol ma la gara è piacevole e regala emozioni da ambo le parti.   Chi pensava che lo Spalato fosse una vittima sacrifiale deve ricredersi. Gli uomini di Matic, pur concedendo alcune occasioni, hanno messo in difficoltà il Torino. Almeno tre interventi decisivi del portiere dei croati. Straordinario il rilesso nel finale su Barreto. Il terzino destro dello Spalato è apparso spreciso. Inoltre il giocatore ha spesso sofferto le iniziative avversarie nella sua fascia di competenza.   I granata potevano sicuramente fare qualcosa in più ma per adesso va bene così. Soltanto un fantastico Vukovic ha impedito agli uomini di Ventura di trovare il vantaggio. Il più attivo del Torino è il giovane Darmian. Le azioni più pericolose lo coinvolgono direttamente. Potrebbe osare di più.   Anonima prestazione in mezzo al campo. All'inizio sbaglia un pallone che poteva costare carissimo alla sua squadra. La sua presenza è impalpabile. Il che significa che il lavoro da fare è praticamente nullo.