BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Ripescaggio Serie B/ Campionati, il Novara chiede il rinvio: inizio a rischio (notizie 23 agosto 2014)

Ripescaggio Serie B, notizie al 23 agosto: sempre più a rischio il regolare inizio dei campionati di Serie B e Lega Pro. Il Novara ha chiesto ufficialmente il rinvio in attesa dei ricorsi

Infophoto Infophoto

Siamo al caos per il ripescaggio in Serie B, e di conseguenza in Lega Pro per coprire il buco che sarà lasciato dalla squadra che sarà riammessa nel campionato cadetto. Dunque è sempre più a rischio il regolare inizio dei campionati, previsto per il prossimo fine settimana. Questa è praticamente una certezza per quanto riguarda la Lega Pro, perché la Lega ha riaperto i termini per presentare domanda di ripescaggio: probabilmente ci sarà una settimana a partire da lunedì 25 agosto, quindi oltre l'inizio del torneo. La riapertura si è resa necessaria perché nessuna delle cinque squadre candidate aveva il campo nei comuni di residenza o impianti a norma. Martedì invece si dovrebbe sapere il nome della ripescata in Serie B, per cui l'auspicio è quello di rinviare un solo girone, appunto quello della squadra che sarà ripescata nella cadetteria. Almeno in Serie B è tutto a posto? In teoria sì: ripescaggio martedì, venerdì – con il primo anticipo – si potrebbe cominciare. Ma sono presumibili ricorsi da parte delle squadre che non saranno scelte, ed inoltre è già certo che giovedì 28 il Collegio di garanzia discuterà i due ricorsi del Novara, convocando la società piemontese e la Figc. Ecco perché il Novara ha chiesto la sospensione dell'inizio anche della Serie B, mentre la Juve Stabia ha diffidato la Figc e le due Leghe “affinché non vengano usati i criteri del 171/A”. Per riepilogare: hanno già presentato domanda di riammissione in Serie B Juve Stabia, Pisa, Vicenza, Lecce, Benevento e Catanzaro, ai quali si dovrebbero aggiungere Salernitana, Como, Reggina, Cosenza, Matera e naturalmente il Novara. Si annunciano giorni infuocati, in cui il calcio giocato presumibilmente dovrà cedere il passo ai tribunali.

© Riproduzione Riservata.