BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Manchester United/ Disastro Red Devils: 0-4 in Coppa e sfottò via web. E Moyes se la ride

Il Manchester United perde 4-0 in Coppa di Lega contro il Milton Keynes, formazione di terza serie. Partono gli sfottò via web, coinvolti anche Angel Di Maria e - ovviamente - David Moyes

Esultano i giocatori del Milton Keynes: una vittoria epocale Esultano i giocatori del Milton Keynes: una vittoria epocale

Al peggio non c’è mai fine, recita un vecchio adagio. A viverlo nella realtà è il Manchester United: ieri i Red Devils sono riusciti a perdere 4-0 nel secondo turno di Coppa di Lega. Da chi? Dal Milton Keynes Dons, una formazione di League One (la terza serie inglese) “famosa” solo perchè in passato ad allenarla sono stati anche Paul Ince, ex centrocampista dell’Inter e proprio dello United, e Roberto Di Matteo. Apriti cielo: non bastava l’inizio da un punto in due partite in Champions League: per Louis Van Gaal si spalanca il baratro del fallimento, lo vede netto sotto i suoi piedi che di solito sono ben piantati su terra solida. E vincente. Cosa succede a Old Trafford? Nessuno lo sa. Ieri sarebbe dovuta essere una giornata di festa: l’arrivo ufficiale di Angel Di Maria e una tranquilla passeggiata di salute in coppa. E’ diventata una tragedia: non bastasse la sonora sconfitta, società e tifosi hanno dovuto sottostare alla lunga processione di sfottò via web. Si sa: la rete sa essere crudele, molto crudele. Ce n’è per tutti: dalla risata sarcastica con quattro emoticon che piangono dal ridere di Edin Dzeko al commento “non ricordo uno shock più grande. Voglio dire… il Leicester che perde in casa contro lo Shrewsbury è ridicolo” da parte di Gary Lineker, uno dei più grandi bomber del calcio britannico e oggi stimato commentatore. E non solo ovviamente: la firma di Di Maria si è rivoltata contro lo United. Ecco l’argentino in lacrime (la foto è tratta dai minuti successivi alla finale dei Mondiali) con la scritta “cos’ho fatto”, eccolo in giacca e cravatta negli uffici di Old Trafford e le parole “Non ho idea del perchè ho scelto il Manchester United”. Poi, su Twitter, è partito l’hashtag: #ThingsBetterThanManchesterUnited, cioè “cose migliori del Manchester United”. E’ una carrellata continua da galleria degli orrori: dall’abbinamento calza di spugna bianca-sandalo al piede destro di Olivier Giroud, dai rigori di John Terry (ricorderete quello della finale di Champions League 2008) agli errori sotto porta di Fernando Torres, dall’ascoltare gli One Direction alle ultime terze maglie del Liverpool. Gli sfottò migliori però riguardano, e non potevano mancare, David Moyes. Già: chissà come se la ride ora lo scozzese, che visse una stagione infernale nel continuo inseguimento a Sir Alex Ferguson e finì esonerato. Qualche esempio? “Moyes non ha mai perso con più di tre gol di scarto” o ancora il suo nome accostato all’hashtag di cui sopra. La migliore? Per chi scrive, quella che recita “in questo momento i tifosi dello United dovrebbero ringraziare Moyes per il settimo posto. Sopra, la foto del manager che alza una mano e dice “non me ne parlate”. Chapeau, e a Van Gaal un consiglio: la stagione è lunga, faccia valere la sua esperienza e dimostri che può raddrizzare la situazione. 

(Claudio Franceschini)