BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

PROBABILI FORMAZIONI / Torino-RNK Spalato: i portieri (Europa League, ritorno playoff)

Le probabili formazioni di Torino RNK Spalato: le scelte di Giampiero Ventura e Ivan Matic per la partita di ritorno del playoff di Europa League. All'andata in Croazia era finita 0-0

Un'immagine della partita di andata (Infophoto) Un'immagine della partita di andata (Infophoto)

PROBABILI FORMAZIONI TORINO-RNK SPALATO: I PORTIERI (EUROPA LEAGUE, RITORNO PLAYOFF) Sono stati protagonisti all’andata, possono esserlo al ritorno: i portieri che questa sera giocano in Torino-RNK Spalato sono, lo abbiamo visto nelle probabili formazioni, quelli che ci aspettavamo. E allora, andiamo a scoprire chi indosserà i guanti in questo ritorno del playoff di Europa League. TORINO, IL PORTIERE: DANIELE PADELLI Ha quasi 29 anni e ha girato in lungo e in largo; partito da Lecco (dove è nato) e Como, lo ha preso la Sampdoria ma la prima stagione completa che ha giocato è stata con il Pizzighettone, poi ha fatto tanta panchina in prestito compresa un’avventura nel Liverpool (una sola partita, all’ultima giornata). Il riscatto è arrivato a Udine: quando si è trovato a sostituire per un certo periodo a Zeljko Brkic infortunato. Da lì a Torino, dove ha giocato per la squalifica di Gillet e gli ha soffiato il posto a suon di grandi prestazioni. Come quella di Spalato di una settimana fa, in cui ha salvato il risultato. Ha anche 7 presenze nella Nazionale Under 21. RNK SPALATO, IL PORTIERE: ANDRIJA VUKOVIC Anche lui grande protagonista all’andata, anche lui portiere esperto (31 anni). Ha iniziato nell’Hajduk Spalato (la città in cui è nato) ma trovandosi chiuso ha iniziato a girare il Paese anche nelle serie minori: due anni al Novalja, poi Mosor e Zadar dove ha trovato una certa stabilità ma, rimasto senza contratto, ha firmato con l’RNK Spalato. Qui ha messo insieme tre stagioni e quasi 100 presenze prima di firmare con il Dugopolje; al termine di questa esperienza è tornato a casa, e oggi è indiscutibilmente il portiere titolare mantenendo il posto a scapito di Danijel Zagorac, che per il momento gli fa ancora da secondo.

PROBABILI FORMAZIONI TORINO-RNK SPALATO: I PROTAGONISTI - (EUROPA LEAGUE, RITORNO PLAYOFF) Inizia tra poche ore Torino-RNK Spalato e per addentrarci meglio nelle probabili formazioni delle due squadre siamo andati a scoprire quali possano essere i protagonisti del ritorno dei playoff di Europa League. TORINO, IL PROTAGONISTA: FABIO QUAGLIARELLA Salvo cambi dell’ultim’ora (come successo all’andata) dovrebbe tornare titolare. Dopo nove anni: con i granata aveva realizzato 7 gol in 34 partite nella stagione 2004-2005, contribuendo alla promozione della squadra, ma poi la società era fallita e così lui si era ritrovato ad Ascoli, iniziando a girare l’Italia. Nei piani di Giampiero Ventura è il sostituto di Ciro Immobile: il giocatore che si deve preoccupare in prima persona dei gol. Questa sera ha la possibilità di sbloccarsi e dimostrare di essere in grado non solo di raggiungere la doppia cifra, ma di fare molto di più. RNK SPALATO, IL PROTAGONISTA: Henri Belle è infortunato: Bilic è costretto a cambiare, e schiera Goran Roce sulla corsia destra della trequarti. E’ un classe ’86; a 17 anni già giocava e ha girato la Croazia e non solo (è stato in Austria e in Svezia). Per qualche anno è stato tesserato per l’NK Istra, poi a luglio dello scorso anno si è trasferito all’RNK Spalato.  Ha messo insieme 29 partite e 2 gol in campionato; è una prima punta che però è stato adattato dal suo allenatore a giocare sulla corsia, a volte addirittura in difesa. Stasera garantirà meno spinta di Belle, ma anche più peso offensivo potendo andare a giocare dentro l’area. 

PROBABILI FORMAZIONI TORINO-RNK SPALATO (EUROPA LEAGUE, RITORNO PLAYOFF): LE ULTIME NOVITA’ - Torino-RNK Spalato è partita da dentro o fuori: ci si gioca l’accesso alla fase a gironi di Europa League 2014-2015. Si parte dallo 0-0 dell’andata: questo significa che un pareggio con gol qualifica i croati, chi vince festeggia mentre con il ripetersi del risultato della scorsa settimana si andrebbe ai tempi supplementari ed eventualmente ai calci di rigore. Per i granata si tratterebbe di tornare a giocare la fase finale di una competizione europea dopo 20 anni. Arbitra il greco Anastasios Sidiropoulos.

FORMAZIONE TORINO - Tutto confermato per Giampiero Ventura: le assenze forzate di Alessio Cerci (situazione di calciomercato ingarbugliata, ma difficilmente resterà) e Marcelo Larrondo obbligano il tecnico ligure a rivedere il suo attacco. Con tutta probabilità ci sarà l’esordio da titolare per Fabio Quagliarella, che farà coppia con un Barreto che ha tanta voglia di riscatto dopo aver vissuto una stagione difficile fatta di problemi fisici e tanta panchina. Dietro di loro la solita linea a cinque: Darmian e Molinaro spingeranno sulle corsie ma si dovranno anche preoccupare della fase difensiva andando perciò a posizionarsi in linea con i tre centrali (Bovo-Glik-Moretti, senza variazioni) mentre in mezzo al campo a comandare la manovra sarà Vives con Nocerino che dovrà più che altro occuparsi dell’interdizione ed El Kaddouri che invece sarà libero di svariare e lanciarsi negli spazi, andando spesso e volentieri a comporre una sorta di tridente con i due uomini avanzati (più che altro in posizione di trequartista). In porta c’è Padelli, che all’andata pur in una gara semi-dominata dal Torino è risultato decisivo con le sue parate. Dalla panchina non c’è tantissimo: Benassi e Gazzi possono portare dinamismo a centrocampo ma l’unica alternativa in attacco è Josef Martinez, dunque la speranza di Ventura è quella di non aver bisogno di dare più peso alla sua fase offensiva. 

FORMAZIONE RNK SPALATO - Ivan Matic si affida al 4-2-3-1 che ha giocato all’andata, ma cambia tre uomini rispetto alla partita di andata. Dunque è confermato l’utilizzo di Bagaric come esterno alto nella linea dei trequartisti: è più attaccante di Glavina, esterno puro che sa segnare ma garantisce meno peso specifico là davanti. Come prima punta agisce ovviamente Bilic, il terminale offensivo principale della squadra croata; dietro di lui il talento del classe ’95 Rog, mentre a destra l’indisponibilità del camerunese Belle obbliga il tecnico a rivedere i suoi piani e a schierare Roce, che è sostanzialmente un trequartista adattato a giocare largo. Va da sè che ci sarà meno spinta da quel lato, perciò una mano la dovrà dare Radotic che gioca come terzino destro, mentre Rugasevic dalla parte opposta del campo starà forse più bloccato. Galovic-Glumac la coppia di centrali a protezione del portiere Vukovic, mentre Vidovic-Vojnovic agiscono in mezzo al campo. In panchina Kvesic e Erceg sono i giocatori designati ad entrare in campo nella ripresa, almeno con Glavina. C’è anche Dujmovic, che gioca spesso e volentieri (lo ha fatto una settimana fa da titolare); potrà dare maggiore copertura al centrocampo in caso di risultato favorevole. 

CLICCA SUL PULSANTE QUI SOTTO PER LO SCHEMA CON IL MODULO DI PARTENZA E LE PROBABILI FORMAZIONI DI TORINO-RNK SPALATO (EUROPA LEAGUE, RITORNO PLAYOFF)