BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

CONSIGLI FANTACALCIO 2014 / L'asta e le strategie sul web: le punizioni, ecco chi le tira (oggi 28 agosto 2014)

Consigli Fantacalcio: l'asta e le strategie sul web. Si parla di rigoristi e uomini assist su punizioni e calci d'angolo: ecco chi sono gli incaricati della stagione, squadra per squadra

Francesco Totti, 37 anni, è il rigorista della Roma (Infophoto)Francesco Totti, 37 anni, è il rigorista della Roma (Infophoto)

I bonus: nel Fantacalcio fanno tutta la differenza del mondo. Avere più giocatori che riescano a portare punti con gli assist (qualcuno li calcola anche da fermo) è manna del cielo; ancora di più se nella propria squadra ci sono elementi che tirano i rigori (ne abbiamo parlato) o battono punizioni e calci d’angolo. Dal gol all’assist, sono tanti i punti che vi potrebbero portare; ci sono strategie che puntano sulla selezione dei rigoristi e di chi calcia le punizioni di prima per incrementare il proprio bottino di reti. Abbiamo allora stilato squadra per squadra i giocatori che si incaricano della battuta dei calci da fermo, precisando che ovviamente non si tratta di una scienza esatta e che nel corso della stagione le cose possono ben cambiare. German Denis, Daniele Baselli, Maxi Moralez, Luca Cigarini Daniele Conti, Adryan, Andrea Cossu Andrea Tabanelli, Emmanuel Cascione Valter Birsa, Maxi Lopez Francesco Tavano, Massimo Maccarone, Tiberio Guarente Giuseppe Rossi, David Pizarro, Manuel Pasqual, Alberto Aquilani Andrea Bertolacci, Diego Perotti, Juraj Kucka Hernanes, Fredy Guarin Andrea Pirlo, Carlos Tevez, Sebastian Giovinco Antonio Candreva, Marco Parolo, Cristian Ledesma Riccardo Montolivo, Jeremy Menez, Nigel De Jong Dries Mertens, Lorenzo Insigne, José Maria Callejon Edgar Barreto, Franco Vazquez Antonio Cassano, Marco Marchionni, Daniele Galloppa Francesco Totti, Miralem Pjanic, Adem Ljajic Eder, Angelo Palombo, Manolo Gabbiadini Domenico Berardi, Antonio Floro Flores Omar El Kaddouri Antonio Di Natale, Luis Muriel Rafa Marquez, Bosko Jankovic, Emil Hallfredsson

L’asta del Fantacalcio è sempre più vicina e la redazione de IlSussidiario.net sta seguendo giorno dopo giorno i momenti che precedono le chiamate dei giocatori: consigli e strategie che possono sempre tornare utili per assemblare una rosa da primo posto. E allora, oggi ci dedichiamo a un aspetto importante: i bonus dati da rigori, punizioni e calci d’angolo. Per quanto riguarda gli ultimi due, entriamo nelle sfere dell’assist: un bonus che non tutte le Leghe contemplano, anche perchè si tratta di calcio da fermo e non sempre viene considerato come assist. Partiamo dai rigori: naturalmente nel corso della stagione le cose possono cambiare, non è detto che il rigorista designato di oggi sia lo stesso di marzo. Però, almeno di base, gli allenatori hanno in mente chi debba essere a calciare dagli ultimi mesi. E allora, scopriamo chi sono con anche i loro “backup”. Qui è indiscutibile: alle sue spalle Cigarini e Maxi Moralez. Partito Pinilla è lui il rigorista, ma anche Daniele Conti e Ibarbo potranno presentarsi a tirare. Ha calciato il penalty della promozione, rimane il designato con Marilungo e Defrel che potranno farne le veci. Parte favorito avendoli tirati anche nella scorsa stagione, ma l’arrivo di Maxi Lopez presenta una valida alternativa. Li ha sempre tirati, dovunque abbia giocato; il compagno di reparto Maccarone gli fa da vice. Semi-infallibile, ma ora salterà le prime giornate: al suo posto, più Gonzalo Rodriguez di Mario Gomez. Eventualmente, c’è Pizarro. Che però salterà la prima giornata: dovesse esserci un rigore, lo calcerà Pinilla. A dire il vero non è sicuro: l’anno scorso ce ne fu uno in tutta la stagione, e lo calciò Milito. L’alternativa è Mauro Icardi, poi Hernanes e Osvaldo che partono sullo stesso piano. Assodato ormai che resterà, si è guadagnato il diritto sul campo. Tevez è l’alternativa, Pirlo arriva addirittura come terza opzione perchè nel primo anno in bianconero li ha sbagliati tutti. Con Ledesma e Miro Klose a supporto, ma è il laterale della nazionale il primo candidato. Per il momento sembra essere lui, anche se la partenza di Balotelli ha lasciato un vuoto, tanto che per ora non ci sono alternative. Nel Trofeo TIM ha tirato Menez: una soluzione anche per la stagione. Anche in questo caso non ci sono discussioni. Hamsik e Insigne a seguire, Mertens-Callejon possibilità in caso manchino gli altri. Sarebbe dovuto essere Hernandez, ma è andato all’Hull City e così è il paraguayano la prima scelta di Iachini. A seguire Vazques. Pochi dubbi su FantAntonio; dovesse mancare lui, a calciare dal dischetto sarà Amauri. Quando Osvaldo gliene soffiò uno (sbagliandolo) se ne parlò per mesi. Pjanic e Strootman, con De Rossi a seguire, calceranno solo in assenza del capitano. Anche Ljajic sa calciare dagli 11 metri (in gol nel derby di andata dello scorso anno). Di diritto è lui, ma Gonzalo Bergessio ci sa fare e anche Palombo ha un passato da rigorista che potrebbe fruttare. Ha iniziato a tirarli con l’infortunio di Terranova, che però è tornato e potrebbe essere la prima soluzione di Di Francesco. A seguire uno tra Zaza e Floro Flores. O lui o Quagliarella: non abbiamo segnato Alessio Cerci perchè la sua partenza appare sinceramente scontata. Occhio a Barreto, se e quando giocherà (li tirava nel Bari, sempre di Ventura). Altro caso nel quale non c’è il minimo dubbio. La seconda opzione è Muriel, mentre dal Chievo è arrivato Thereau che alla bisogna si presterà. Come lo scorso anno sarà il modenese a incaricarsi dei tiri dal dischetto. Assente lui, ci penserà Juanito Gomez ma attenzione a Rafa Marquez, più staccato Hallfredsson.

© Riproduzione Riservata.