BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

PROBABILI FORMAZIONI / Cesena-Parma: i ballottaggi (Serie A 2014-2015, domani 31 agosto)

Le probabili formazioni di Cesena Parma: tutte le notizie sulla partita dello stadio Dino Manuzzi, valida per la prima giornata del campionato di Serie A. Si gioca domenica 31 agosto

Foto InfophotoFoto Infophoto

Sono alcuni i dubbi che scuotono le ore prima della partita di Bisoli falcidiato dalle assenze che nel suo 4-3-3 dovrà decidere se schierare a difesa a destra Volta o Perico. A centrocampo Ze Eduardo è leggermente in vantaggio rispetto a De Feudis, mentre davanti Defrel dovrebbe avere la meglio su Garritano. Nel Parma c'è un grande dubbio che sta balenando nella mente di Donadoni, che nelle ultime ore sta pensando di far giocare Jorquera al posto di un Lodi non in ottima forma. In difesa Cassani è in vantaggio su Ristovski tornato da Latina e pronto però a fare una stagione importante. Galloppa in vantaggio su Mauri a centrocampo e Palladino su Amauri davanti. 

Torna in Serie A, dopo aver vinto i playoff, il Cesena che alla prima di campionato deve ospitare il Parma di Donadoni. Entrambe le squadre hanno puntato sulla continuità, mantenendo gran parte dell'organico della scorsa stagione e inserendo qualche giovane di talento.

Bisoli deve far fronte già all'emergenza nella prima di campionato in A col suo Cesena. Mancheranno infatti per infortunio ben quattro giocatori: Pulzetti, Cazzola, Tabanelli e Magnusson inoltre è squalificato Djuric. In difesa c'è da capire se giocherà Volta o Perico sulla corsia a destra. Debutto in Serie A per il portierino di proprietà della Juventus Nicola Leali. 

I gialloblu si presentano alla sfida di oggi con Cassano e Pozzi fuori dai convocati, il primo per un lieve affaticamento muscolare. Potrebbe rimanere fuori l'acquisto di punta dell'estate 2014, Lodi e al suo posto c'è la possibilità di vedere Jorquera. Donadoni deciderà all'ultimo chi schierare in mezzo al campo. 

Cesena-Parma si gioca domani sera alle ore 20:45 e vale per la prima giornata del campionato di Serie A 2014-2015. Allo stadio Dino Manuzzi torna la massima categoria; era il 2012 quando i romagnoli salutavano i campionato con una retrocessione amara ma inevitabile al termine di una stagione negativa, la scorsa primavera la grande cavalcata nei playoff. Il Parma vuole subito svoltare dopo essere stato estromesso a tavolino dall’Europa League, un traguardo che aveva brillantemente centrato sul campo facendo segnare il record societario di partite consecutive senza sconfitte (18). L’arbitro è il signor Sebastiano Peruzzo. 

A differenza dell’ultima volta Pierpaolo Bisoli è stato confermato in panchina; segnale importante da parte della società, che poi ha modificato la rosa il meno possibile confermando l’identità del gruppo che ha centrato la promozione. Lo schema dunque è un 4-3-1-2: la novità tra i pali si chiama Nicola Leali, in prestito dalla Juventus, poi ci sono Lucchini in mezzo alla difesa e Franco Brienza che arriva a portare qualità sulla trequarti, potendo anche abbassarsi a fare il quarto di centrocampo o alzare la posizione per comporre un tridente offensivo di qualità. In attacco infatti agiscono Defrel e lo sfortunatissimo Guido Marilungo, che dopo i due gravi infortuni è tornato alla grande trascinando il Cesena nei playoff con gol pesantissimi. L’attacco compete a lui, ma non va dimenticato un veterano come Davide Succi che darà una mano nel corso dell’anno, mentre il giovane Luca Garritano ha dimostrato il suo valore nella Primavera dell’Inter e ora vuole giocare una stagione da protagonista in Serie A. 

Pietro Leonardi ha lavorato bene in sede di calciomercato: di fatto ha confermato la rosa dello scorso anno apportando poche modifiche ma sostanziali. Confermato Antonio Cassano (per domani però è indisponibile), per il momento è rimasto anche Biabiany che però resta un obiettivo di almeno tre grandi squadre; è arrivato Francesco Lodi a sostituire Parolo - andato alla Lazio - mentre si registra il ritorno di Ishak Belfodil che qui era sbocciato con 8 reti in stagione e vuole ora ripartire dopo le fatiche di Inter e Livorno. Resta invariata la difesa: Paletta è rimasto a disposizione, il titolare della fascia sinistra è definitivamente Gobbi dopo la partenza di Molinaro verso il Torino. Per il momento Amauri parte in panchina ma sarà utile nel corso della stagione, attenzione a Cristobal Jorquera che aveva ben impressionato con la maglia del Genoa ma si era poi perso (è andato a giocare in Turchia). L’obiettivo rimane quello dell’Europa League: già conquistato lo scorso anno, adesso ci si vuole ripetere senza brutte sorprese da parte della UEFA.