BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

PROBABILI FORMAZIONI / Torino-Inter: gli assenti, sta peggio Ventura (Serie A 2014-2015, domani 31 agosto)

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Foto Infophoto  Foto Infophoto

QUI TORINO - L’Europa League è diventata una realtà con la squalifica del Parma, pur se non vanno tolti meriti ai granata per uno straordinario campionato; adesso arriva la stagione della conferma, ma sarà difficile perchè, inevitabilmente, gli exploit di Ciro Immobile e Alessio Cerci hanno portato le grandi squadre a bussare alla porta granata. Il primo è già partito: 19 milioni di euro dal Borussia Dortmund, dove ha già esordito come titolare. Il secondo c’è ancora, ma è sostanzialmente fuori rosa: non convocato per l’Europa League, non ci sarà nemmeno domani sera perchè la sua cessione sembra ormai una questione di giorni. A sostituire i due bomber sono arrivati in due: Josef Martinez e soprattutto Fabio Quagliarella, che torna ad indossare la maglia del Torino dopo nove anni. Da valutare come si integreranno, sulla carta la coppia è inferiore a quella dello scorso anno ma è pur vero che dovrebbe essere recuperato Barreto, e che Larrondo ha un anno di esperienza in più. Il leader tecnico potrebbe essere El Kaddouri, finalmente libero dalle pressioni; in mediana i titolari saranno Nocerino e Vives, ma giocatori come Ruben Perez e Gazzi saranno utili insieme a Benassi. Non cambia il terzetto difensivo, mentre è rientrato Jean-François Gillet dalla squalifica ma il titolare tra i pali sarà ancora Padelli.

QUI INTER - Il 6-0 allo Stjarnan era naturalmente una formalità, ma Walter Mazzarri può essere soddisfatto per come la squadra ha risposto alle sollecitazioni; il primo gol in maglia nerazzurra di Pablo Daniel Osvaldo è stato solo il preludio alla grande tripletta di Mateo Kovacic, che finalmente si è sbloccato e lo ha fatto alla grande. Il croato resta in mediana dove saranno titolari i due nuovi acquisti, Yann M’Vila e Gary Medel che in teoria dovrebbero portare più legna in mezzo al campo; l’altro arrivo estivo, Nemanja Vidic, sarà il leader della difesa dirottando Ranocchia sul centrodestra. Nel nuovo 3-5-2 non troverà posto Jonathan, che nelle amichevoli estive è stato provato come interno di centrocampo; quel posto spetta a Medel, da capire se sulla corsia destra sarà utilizzato Nagatomo (in vantaggio) o D’Ambrosio, essendoci anche il brasiliano sono in tre per una maglia con Dodò titolare fisso o quasi a sinistra. In attacco pochi dubbi: Palacio è ancora indisponibile e Ruben Botta è stato mandato al Chievo, così giocheranno Icardi e Osvaldo che potrebbero diventare una grande coppia pur se possono tendere a pestarsi i piedi. Dalla panchina si alza Hernanes che al momento non è certo del posto (a lungo termine), Fredy Guarin sembra destinato alla cessione (nel caso si andrebbe all’assalto di Lavezzi) mentre Kuzmanovic ha scelto di restare per giocarsi le sue carte.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.