BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

CHRISTOPH KRAMER/ Mondiali, il giocatore e la botta in testa: non ricorderà mai più la finale

Christoph Kramer ha giocato mezz’ora della finale dei Mondiali 2014 in Brasile, ma non ne avrà mai ricordo. Il calciatore tedesco ha rimosso ogni ricordo dopo un colpo in testa

Christoph KramerChristoph Kramer

Christoph Kramer ha giocato mezz’ora della finale dei Mondiali 2014 in Brasile, ma non ne avrà mai ricordo. Il calciatore ventitreenne tedesco, centrocampista del Borussia Monchengladbach, aveva dovuto abbandonare il big match disputato e vinto contro l’Argentina a causa di un colpo alla testa rimediato in un contrasto con Ezequiel Garay dopo il quale ha rimosso tutto ciò che è accaduto nei primi trenta minuti di gioco. I medici, come ha fatto sapere lui stesso in un’intervista a Focus, gli hanno detto che quei ricordi non torneranno mai più ma che l’episodio non porterà comunque altre conseguenze a lungo termine. Anche l’arbitro italiano Nicola Rizzoli aveva raccontato il curioso episodio: poco dopo il colpo subìto, Kramer gli chiese "Arbitro, è la finale?". Il direttore di gara pensava scherzasse: "Gli ho fatto ripetere la domanda, e lui: 'Mi serve sapere se questa è davvero la finale'. Al mio 'sì' sbalordito ha concluso: 'Grazie, era importante saperlo'". Subito dopo il giocatore è stato sostituito.

© Riproduzione Riservata.