BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Diretta / Palermo-Sampdoria (risultato finale 1-1) live e cronaca (31 agosto 2014, Serie A 1^giornata)

Diretta Palermo-Sampdoria: risultato live e cronaca della partita in programma domenica 31 agosto 2014, valida per la prima giornata del campionato di Serie A 2014-2015

(INFOPHOTO)(INFOPHOTO)

Finisce in parità tra il Palermo e la Sampdoria con il risultato fermo sul 1-1. Parte bene il Palermo con un bellissimo gol di Dybala che mette in mostra tutta la sua velocità e la sua tecnica. L'espulsione di Regini nel primo tempo condiziona un po' i liguri che però nonostante la pressione del Palermo riescono a raggiungere il pareggio grazie al gol nel finale di Gastaldello. Palermo che non riesce a sfruttare la superiorità numerica. Da sottolineare la prestazione del giovane attaccante dei siculi Dybala. 

La Sampdoria mette da parte gli indugi e prova a reagire mettendo in campo Bergessio al posto di Palombo. Con un uomo in mno facile che questo cambio contribuisca comunque a sbilanciare la squadra ed è da vedere che si riesca a raddrizzare l'inerzia di una partita che pare tutta a favore del Palermo. Il nervosismo è tanto, e l'ingresso dell'ex Catania non rasserena gli animi. Si accende un principio di rissa 

La ripresa di Palermo-Sampdoria inizia ancora tutta in tinte rosanero. Certo l'uomo in meno non aiuta la Samp, ma i padroni di casa aggrediscono la gara e non permettono ai liguri di riorganizzare una controffensiva. De Silvestri, anzi, è molto bravo a sporcare un pallone in profondità destinato a Dybala in ottima posizione. Il tiro di Dybala risulta quindi smorzato e inoffensivo  

Cambia il volto di Palermo-Sampdoria proprio al 41' in virtù dell'espulsione per doppia ammonizione di Regini. Il difensore della sampdoria commette un fallo di mano decisamente ingenuo, quanto netto, ed è inevitabile il secondo giallo. Uscendo dal campo Mihajilovic si chiarisce civilmente con l'arbitro, ma è tardi: la partita sembra compromessa 

Partita dura Palermo-Sampdoria, molto spezzettata e con tanti ammoniti fino ad ora. Rigoni, De Silvestri e Regini hanno rimediato il giallo, ma la Samp non è riuscita ad impensierire troppo il Palermo che può contare su un attentissimo Sorrentino, anche se non è stato sempre impegnato seriamente. Dybala davanti continua a fare il bello e cattivo tempo: baricentro basso, scatto e gran controllo che spesso costringono i lungagnoni della difesa della Sampdoria a sbracciare troppo 

Gol annullato a Gastaldello per fallo in attacco su Terzi, ma la Sampdoria con Eder e Obiang sta davvero premendo tantissimo. L'azione del gol arriva al ventesimo con Eder che si libera strattonando Terzi dalla sua asfissiante marcatura su calcio d'angolo, poi il tocco in gol di Gastaldello è stato giudicato a gioco fermo. Un solo minuto dopo, Obiango incrocia un gran tiro sull'assist di Sansone, ma Sorrentino è bravo e sventa la minaccia 

Risultato che cambia in Palermo Sampdoria grazie al gol di Dybala che spezza l'equilibrio dopo soli sette minuti di gioco. Il Palermo parte fortissimo e si rende subito pericoloso dopo pochi minuti di gioco, ma il duetto tra Dybala e Vazquez termina fuori. La Sampdoria cerca di alleggerire e partire in allungo ma dopo pochi minuti arriva la doccia fredda. Lancio lungo di Barreto e Dybala trova il pertugio tra Gastaldello e Regini, si inserisce, difende bene il pallone di forza e spara alle spalle di viviano. Movimento sbagliato della retroguardia blucerchiata 

Si avvicina il fischio d'inizio della partita Palermo-Sampdoria, che sarà diretta dall'arbitro Dino Tommasi di Bassano del Grappa. La formazione rosanero si ripresenterà alla Serie A e al proprio pubblico con il modulo 3-5-2, la Sampdoria di Sinisa Mihajlovic invece dovrebbe proporre il 4-3-3. Tra le file blucerchiate Palombo potrebbe abbassarsi 'alla De Rossi' di modo da comporre una difesa a tre e consentire ai terzini di allinearsi al centrocampo, per passare ad un più offensivo 3-4-3. Gli attaccanti esterni Eder e Gianluca Sansone dovranno necessariamente impegnarsi anche in fase difensiva per non lasciare il centrocampo in inferiorità numerica; nel Palermo sarà importante il lavoro di Franco Vazquez a sostegno di Paulo Dybala: il trequartista argentino dovrà dimostrare di essere all'altezza della Serie A, dopo le 14 apparizioni del 2012, provando dribbling e assist per scardinare la difesa blucerchiata. 

La partita Palermo-Sampdoria sarà diretta dall'arbitro Dino Tommasi, nato a Bassano del Grappa in provincia di Vincenza il 6 maggio 1976. Dal 2003 al 2007 ha arbitrato in Serie C, poi è stato ammesso alla CAN A-B debuttando in Serie A il 15 maggio 2008, dirigendo la partita Udinese-Lazio 2-2. Quella di oggi sarà per lui la partita numero 36 nella massima categoria nazionale per lui. 

Domenica 31 agosto 2014 si disputano le otto partite che completano il programma della prima giornata del campionato di Serie A 2014-2015. Allo stadio Renzo Barbera di Palermo va in scena il match Palermo-Sampdoria: calcio d'inizio alle ore 20:45. L'arbitro della sfida sarà il signor Dino Tommasi di Bassano del Grappa, assistito dai guardalinee Paganessi e Preti, dal quarto uomo Vivenzi e dagli arbitri di porta Merchiori e Aureliano. I precedenti in Serie A tra Palermo e Sampdoria sono 21: il bilancio è di 11 vittorie rosanero, 7 pareggi e 3 successi doriani. L'ultimo Palermo-Sampdoria risale a due stagioni fa e precisamente all'11 novembre 2012: i siciliani si imposero per 2-0 grazie alla doppietta dell'argentino Paulo Dybala. Tra i doppi ex della partita ricordiamo il difensore Pietro Accardi, oggi team manager dell'Empoli, e l'attaccante Filippo Maniero; amarcord per l'allenatore del Palermo Giuseppe Iachini, che nella stagione 2011-2012 portò la Sampdoria alla promozione in Serie A dopo una lunga rincorsa. Oggi sulla panchina blucerchiata siede Sinisa Mihajlovic, subentrato l'anno scorso al posto di Delio Rossi e confermato a furor di popolo dal nuovo presidente, il produttore cinematografico Massimo Ferrero che in estate ha rilevato il testimone da Edoardo Garrone. Il Palermo si affaccia alla stagione 2014-2015 da neorpomossa, dopo aver dominato l'ultimo torneo cadetto; i blucerchiati invece sono reduci dal dodicesimo posto nella scorsa Serie A (quota 45 punti). Un Palermo rinnovato ma non troppo debutta oggi nel nuovo campionato di Serie A con prospettive ancora da decifrare. La difesa è stata rinforzata con gli acquisti del nazionale americano Giancarlo Gonzalez e dell'ivoriano Sol Bamba, più il marocchino Zouahir Feddal che l'anno scorso si è messo in evidenza nel Siena. Per le fasce è arrivato il brasiliano Emerson, ventenne prelevato dal Santos mentre il nuovo regista di centrocampo è l'ex Chievo Luca Rigoni. In attacco è partito l'ex top scorer Abel Hernandez: al suo posto fari sulla giovane speranza azzurra Andrea Belotti, classe '93 nel giro dell'Under 21. Non sono da escludere colpi last minute anche perché l'esordio ufficiale, nel terzo turno di Coppa Italia, ha riservato una brutta sconfitta in casa contro il Modena (0-3) che ha preoccupato un pò l'ambiente. La Sampdoria dal canto suo si è mossa in maniera moderata ma apparentemente positiva, pescando giocatori già collaudati nel nostro campionato e un paio di giovani di buona prospettiva; tra i primi il portiere Emiliano Viviano, il difensore Matias Silvestre e l'attaccante Gonzalo Bergessio, mentre i talenti da tenere d'occhio sono i centrocampisti Alfred Duncan (prestito biennale dall'Inter) e Josè Campana, entrambi classe 1993. I due allenatori devono già fare a meno di alcuni giocatori indisponibili: nel Palermo Feddal è squalificato mentre Michael Morganella e Francesco Della Rocca sono infortunati; la Samp invece non potrà schierare il difensore Fornasier, il centrocampista De Vitis e gli attaccanti Gabbiadini e Bergessio, alle prese con problemi fisici (clicca qui per le probabili formazioni Palermo-Sampdoria). Ora è il momento di cedere la parola al campo: la partita del Renzo Barbera di avvicina.

© Riproduzione Riservata.