BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Probabili formazioni/ Pescara-Bologna: le ultime novità (Serie B 2014-2015, 3^ giornata)

Le probabili formazioni di Pescara-Bologna: le ultime novità sulla partita dello stadio Adriatico che inaugura la terza giornata del campionato di Serie B 2014-2015. Si gioca alle 20:30

Foto Infophoto Foto Infophoto

Alle ore 20:30 di questa sera si gioca Pescara-Bologna, anticipo della terza giornata del campionato di Serie B 2014-2015. Due squadre che hanno un passato importante nella massima serie (i felsinei in particolar modo) e che aspirano alla promozione; tuttavia nessuna delle due è ancora riuscita a vincere una partita, e così stasera andranno a caccia dei tre punti con particolare voglia. La sfida si è giocata per l’ultima volta nel 2012-2013, in Serie A; pareggio all’andata, vittoria esterna del Bologna al ritorno. Arbitra Candussio della sezione di Cervignano del Friuli. 

Marco Baroni conosce bene il Bologna; ci ha giocato per due stagioni, e vi giocano Buchel e Casarini che lo scorso anno erano a Lanciano con il mister, sfiorando i playoff. “Buchel è un ottimo professionista e lo rispetto, non ho nessuno spirito di rivalsa”. Riferimento al fatto che il Delfino abbia provato a mettere sotto contratto i due, che alla fine hanno scelto Bologna. “Il Bologna è una squadra fortissima, è costruita per la Serie A; ha grandi palleggiatori” dice Baroni dell’avversario di stasera. “Ha sofferto solo per la naturale fatica di doversi adattare alla categoria”. Stessa cosa successa al Pescara lo scorso anno; quando la rincorsa ai playoff è cominciata era tardi, e infatti è arrivato un altro inevitabile calo. L’allenatore sceglie il 4-3-3: davanti a Fiorillo sono Cosic e Salamon a formare la coppia centrale, con Pucino e Grillo (entrambi ex del Varese) sulle corsie. Centrocampo di esperienza: Guana e Bjarnason (reduce dalla vittoria con la sua Islanda sulla Turchia) prestano il fianco al giovane Appelt Pires, scuola Juventus, a caccia della rivalsa dopo un grave infortunio. Politano e Pasquato sono le frecce esterne che dovranno non solo supportare Riccardo Maniero ma anche provare a concludere personalmente; nessuno squalificato, nessun indisponibile.

La prima notizia è che Joe Tacopina non sarà allo stadio. Arrivato martedi in Emilia per trattare il passaggio di proprietà, l’ex vice presidente della Roma ha fatto sapere di non voler distrarre la squadra con la sua presenza. Dal canto suo Diego Lopez è concentratissimo sulla partita: “Il Pescara è una buona squadra; avremo l’obbligo di sfruttare le ripartenze in modo migliore di quanto abbiamo fatto a Perugia. Non mi spavento e non mollo, anche se da fuori potrebbe sembrare che non facciamo niente visto che il nostro lavoro non paga sul campo”. Effettivamente i felsinei hanno ottenuto un punto in due partite e hanno giocato male, ma l’adattamento alla categoria può fare questi scherzi; dopotutto il Bologna manca in Serie B da sei stagioni. Anche per il tecnico uruguayano è tridente: possibile l’inserimento di Giannone insieme a Cacia (già due gol in campionato) e Troianiello, mentre il brutto inizio può costare il posto a Paez e Laribi che si dovrebbero accomodare in panchina. Si rivedono invece Garics e Franco Zuculini: il primo sarà il terzino destro (dall’altra parte Morleo), il secondo giocherà da interno a centrocampo con Matuzalem che si occupa dell’impostazione e Buchel dall’altra parte. La coppia centrale di difesa è Maietta-Oikonomou; ci si affida all’esperienza e alla leadership dell’ex capitano del Verona per blindare il reparto. In porta Manuel Coppola.