BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

PROBABILI FORMAZIONI / Bruges-Torino: Ventura punta sul 3-5-2 (Europa League 2014-2015, gruppo B)

Fabio Quagliarella, 31 anni (INFOPHOTO) Fabio Quagliarella, 31 anni (INFOPHOTO)

 Alle ore 19 di domani sera si gioca Bruges-Torino, prima partita del gruppo B di Europa League 2014-2015. Nel girone dei granata ci sono anche Copenaghen e HJK Helsinki; un raggruppamento abbordabile per il Toro che può agevolmente qualificarsi ai sedicesimi di finale ma ovviamente non dovrà dare nulla per scontato. Arbitra l’incontro il turco Halis Ozkahya. 

 I belgi sono settimi in campionato; dopo 7 giornate hanno 10 punti e si trovano a cinque lunghezze dall’Anderlecht capolista, con un rendimento casalingo da 7 punti in quattro giornate. L’allenatore Michel Preud’Homme, mitico ex portiere di Standard Liegi, Malines e Benfica (ha giocato i Mondiali 1990 e 1994), schiera i suoi con un 4-2-1-3, dove l’”1” è Felipe Gedoz, brasiliano del ’93 che si adatta a giocare dietro le punte (sarebbe più che altro un esterno). Il tridente è formato dall’attaccante centrale Victor Vazquez, in origine un centrocampista (3 partite e 3 gol) con Storm e il polacco Waldemar Sobota sugli esterni; attenzione anche all’esperto Tom de Sutter, che domani potrebbe essere schierato titolare (ma non è al meglio); e al giovane colombiano José Izquierdo. A centrocampo la mediana è presidiata da Vormer e Simons, mentre in difesa coppia centrale con Bjorn Engels e il costaricano Oscar Duarte, protagonista al Mondiale della scorsa estate. Sulle corsie Meunier e De Bock, in porta il talentino australiano Mathew Ryan, titolare della sua nazionale in Coppa del Mondo. Due i giocatori in dubbio: oltre a De Sutter, il centrocampista Lior Refaelov.

 Giampiero Ventura sta registrando una certa difficoltà nell’andare in rete: soltanto contro il Brommapojkarna, nel terzo turno preliminare, il Torino ha segnato su azione. Per ridare vigore alla squadra il tecnico genovese dovrebbe cambiare almeno quattro uomini: in porta andrà Jean-François Gillet, rientrato lo scorso agosto dalla squalifica e probabilmente destinato a essere portiere di coppa. Dentro anche Gazzi e Benassi a centrocampo: dovrebbero prendere il posto di Vives e Nocerino; in attacco possibile ballottaggio Barreto-Josef Martinez, ma solo nel caso in cui il primo non riesca a recuperare in tempo. Per il resto giocheranno Maksimovic e Darmian sulle corsie laterali, mentre in attacco il solo Quagliarella dovrebbe essere certo del posto, Larrondo e Amauri se la giocano fino all’ultimo. Dubbio anche sulla trequarti, dove El Kaddouri potrebbe godere di una giornata di riposo favorendo così l’inserimento di Sanchez Mino.

© Riproduzione Riservata.