BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Coppa Davis 2015/ Sorteggiato il primo turno: l'Italia fa visita al Kazakhstan (tennis)

Pubblicazione:giovedì 18 settembre 2014

Fabio Fognini (27 anni) con il capitano Corrado Barazzutti (61) Fabio Fognini (27 anni) con il capitano Corrado Barazzutti (61)

COPPA DAVIS 2015, IL SORTEGGIO DEL PRIMO TURNO (TENNIS) - E’ stato sorteggiato oggi a Dubai il primo turno della Coppa Davis 2015. L’edizione dell’anno corrente si deve ancora concludere (a novembre finale Francia-Svizzera) ma intanto la ITF, federazione internazionale del tennis, ha composto il tabellone del torneo che verrà. L’Italia, in virtù della semifinale raggiunta quest’anno, ha confermato il suo diritto a partecipare nel Gruppo Mondiale; il suo avversario, tra il 6 e l’8 marzo prossimi, sarà il Kazakshtan, giocheremo fuori casa come stabilito dal sorteggio (non essendoci precedenti tra le due nazionali) ma la scelta della superficie sulla quale si giocherà verra decisa allo stesso modo con l’urna. Al di là che sia terra o duro, gli azzurri partono in vantaggio: certo non possiamo sapere quale sarà lo stato di forma dei giocatori tra sei mesi ed è pur vero che gli asiatici sono andati ad un passo dal far fuori la Svizzera di Federer e Wawrinka lo scorso aprile. Però, a guardarla a bocce ferme, la sfida non dovrebbe essere impossibile: il Kazakhstan ha due buoni singolaristi come Mikhail Kukushkin e Andrey Golubev e, inoltre, un giocatore 27enne in crescita come Aleksandr Nedovyesov. Tennisti inferiori ai nostri Fabio Fognini, Andreas Seppi e il Simone Bolelli visto in questa fine estate. Insomma, ci aspettiamo di poter andare al secondo turno. Tra le altre sfide del Gruppo Mondiale spicca l'infuocato derby balcanico Serbia-Croazia che potrebbe essere una sfida nella sfida tra Novak Djokovic e Marin Cilic (i due si erano affrontati anche ai quarti di Wimbledon). Inoltre due nuove realtà come Canada-Giappone (promette scintille l’incrocio Raonic-Nishikori che, se ci sarà, potrà essere una rivincita dell’ottavo di finale degli Us Open); poi Gran Bretagna-Stati Uniti che ha significati extra-sportivi, Germania-Francia riedizione dei quarti di quest’anno e nostalgico ricordo dei tempi che furono. Chiudono il quadro Repubblica Ceca-Australia, una calda Argentina-Brasile (i due Paesi sudamericani non si incrociavano dal 1980) e Belgio-Svizzera

(Claudio Franceschini)



© Riproduzione Riservata.