BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Diretta Genoa-Lazio (risultato finale 1-0): live e cronaca della partita. Decide Pinilla! (Serie A, 21 settembre 2014)

Diretta Genoa Lazio: risultato live e cronaca della partita di Serie A 2014-2015. Si gioca oggi pomeriggio alle ore 15 la terza giornata di campionato, l'arbitro è il signor Marco Guida

Foto Infophoto Foto Infophoto

Grande intuito di Gasperini che mette in campo nei minuti finali Pinilla al posto di uno spento Matri. La sostituzione premia il tecnico della squadra ligure infatti sarà il neo entrato al munito 87' della partita a segnare su colpo di testa. Ottimo l'assist di Perotti che lasciato libero appoggia di testa in area piccola e Pinilla si fionda sulla palla e da pochi metri non sbaglia. 

Ricomincia il secondo tempo ed il risultato della partita è sempre fermo sullo 0-0 tra Genoa e Lazio. I biancolesti stanno giocando veramente un bel calcio ma tra sfortuna e buona copertura dei liguri non riescono a realizzare il gol del vantaggio. Intanto deve lasciare il campo Basta ed al suo posto Konko. 

Siamo sempre fermo sullo 0-0 tra Genoa e Lazio in questo primo tempo. I biancocelesti stanno crescendo molto in questi ultimi 10 minuti riuescendo a mettere pressione i luguri. Attorno al 35' grande occasione per la Lazio con Djordjevic che stampa la sua conclusione sulla traversa. Brividi per il Genoa che esce indenne dall'incursione dell'attaccante biancoceleste. 

Sono state comunicate le formazioni ufficiali di Genoa-Lazio, sfida che sarà diretta dall'arbitro Marco Guida e valida per la terza giornata del campionato di Serie A 2014-2015. GENOA (3-4-3): 1 Perin; 4 De Maio, 8 Burdisso, 3 Antonini; 21 Edenilson, 88 Rincon, 69 Sturaro, 13 Antonelli; 10 Perotti, 32 Matri, 33 Kucka In panchina: 23 Lamanna, 39 Sommariva, 15 Marchese, 5 Izzo, 87 Rosi, 91 Bertolacci, 92 Mussis, 19 Greco, 24 Iago Falqué, 16 Lestienne, 9 Pinilla Allenatore: Gian Piero Gasperini LAZIO (4-3-3): 1 Berisha; 8 Basta, 3 De Vrij, 18 Gentiletti, 5 Braafheid; 16 Parolo, 20 Biglia, 19 Lulic; 87 Candreva, 9 Djordjevic, 7 Felipe Anderson In panchina: 22 Marchetti, 95 Strakosha, 85 Novaretti, 27 Cana, 13 Konko, 17 Pereirinha, 24 Ledesma, 23 Onazi, 6 Mauri, 11 Klose, 14 Keita, 78 Tounkara Allenatore: Stefano Pioli 

Sta per cominciare la diretta della partita tra Genoa e Lazio. Il Grifone cerca, davanti al proprio pubblico, la prima vittoria stagionale, ma battere la Lazio sarà tutto tranne che agevole per i rossoblù. Gasperini se la gioca come sempre all’attacco con il 4-3-3 che vede Edenilson e Antonelli sulla fascia, chiamati a una grande partita di sacrificio, visto che sono incaricati di serrare le fila dietro e di ripartire in fase di possesso palla. Pioli gioca a specchio e sui terzini sceglie Basta e Braafheid, che tanto bene ha fatto contro il Cesena. Sarà decisiva, al fine del risultato, la lotta in mezzo al campo tra Rincon, Berolacci e Sturaro e Parolo, Biglia e Lulic. Davanti brillano i tridenti con Kucka, Perotti e Pinilla (forse una maglia da titolare per Lestienne) contro Candreva, Djordevic e Keità. 

Si avvicina la diretta Genoa Lazio, gara di campionato che vedrà gli uomini di Pioli chiamati a confermare quanto di buono visto nell'ultima partita dispitata. In attesa dell'inizio della partita vediamo i numeri di questa sfida. Inizio di campionato difficile per il Grifone, che ha dovuto affrontare Napoli e Fiorentina. Un solo punto raccolto e voci statistiche dei rossoblù da migliorare, a partire dalla fase di possesso palla (22’14’’) fino ai passaggi: il 58.6% è stato completato. La pericolosità offensiva è bassa (31.7%) così come i tiri totali, appena 7.5. Fa molto meglio la Lazio, che in quanto a possesso palla tocca i 29’20’’ e ha concluso 17.5 volte. Buona, poi, la percentuale di passaggi riusciti, che sono il 72.5%. Infine, la pericolosità offensiva è del 60.6%. 

Genoa-Lazio si gioca alle ore 15 ed è diretta dall'arbitro Guida; Gian Piero Gasperini e Stefano Pioli hanno lavorato per tutta la settimana sulla sfida e hanno le idee più o meno chiare sui giocatori da schierare all'inizio del match. In particolare il tecnico biancoceleste sembra intenzionato a lanciare dal primo minuto Felipe Anderson, concedendo un turno di riposo a Keita; in attacco inoltre parte ancora Filip Djordjevic, con Klose utilissimo dalla panchina. Nel Genoa probabile inserimento di Lestienne in luogo di Diego Perotti; ma andiamo a vedere le probabili formazioni della sfida in attesa del calcio d'inizio.  -  

Alle ore 15 di oggi pomeriggio lo stadio Luigi Ferraris ospita Genoa-Lazio, partita valida per la terza giornata del campionato di Serie A 2014-2015. Partita tra due squadre che hanno iniziato la stagione titubando leggermente; il Grifone va ancora in cerca della sua prima vittoria e ha realizzato solo un gol in due partite, mentre la Lazio ha battuto il Cesena la scorsa domenica ma nell’esordio di San Siro aveva faticato non poco, evidenziando una fase difensiva non all’altezza. Per la Lazio, il Genoa è una vera e propria bestia nera: basta leggere le statistiche dei giocatori biancocelesti contro i rossoblu per scoprirlo, per esempio Miroslav Klose in cinque precedenti non ha mai segnato. Non solo: le ultime tre partite a Genova sono state tutte vinte dal Grifone. Lo scorso anno fu 2-0 con reti di Gilardino e Fetfatzidis, l’anno precedente spettacolare 3-2 con rete decisiva al 95’ minuto di Marco Rigoni, nel 2011-2012 altro 3-2 ma questa volta con un 3-0 dopo 46 minuti (Palacio e doppio Jankovic) e una rimonta solo abbozzata dai capitolini. Nel 2010-2011 era stato pareggio a reti bianche, mentre per trovare l’ultima vittoria della Lazio dobbiamo risalire a fine aprile 2010, quando Dias e Floccari ribaltarono l’iniziale vantaggio di Palacio. Il dato positivo è che Stefano Pioli ha un bilancio positivo contro il Genoa: lo ha battuto in 4 occasioni su 11, altre quattro volte ha pareggiato mentre tre ha perso. Sono anche due le vittorie a Marassi: con la Salernitana (2004) e con il Chievo (2010). Sono tanti i doppi ex della partita: abbiamo già nominato Sergio Floccari, ci sono poi Abdoulay Konko (50 partite in rossoblu), Giuseppe Sculli che è tornato alla Lazio dopo il prestito al Genoa (per la seconda volta nelle ultime tre stagioni), Giuseppe Biava (oggi all’Atalanta), Valon Behrami che ha iniziato la sua carriera italiana nel Genoa (in Serie B nel 2003-2004, 24 partite senza gol), Francelino Matuzalem, Albano Bizzarri (che al Genoa è passato solo in estate, oggi è già al Chievo). Davide Ballardini tra gli allenatori. Il Genoa ha segnato un solo gol nelle due partite giocate finora. Mauricio Pinilla aveva pareggiato contro il Napoli, ma poi nel finale è arrivata la rete di De Guzman a sancire una sconfitta che certo il Grifone non meritava. Nella gara successiva un super Mattia Perin ha evitato il peggio a Firenze; morale, per adesso Gian Piero Gasperini ha raggiunto un solo punto in classifica e ha bisogno di una vittoria per ripartire alla grande. In estate c’è stato il solito grande lavoro della società in termini di calciomercato: gli acquisti di Diego Perotti, Maxime Lestienne, Alessandro Matri e lo stesso Pinilla hanno sulla carta rinforzato una squadra che già lo scorso anno aveva fatto molto bene, chiudendo in fretta il discorso salvezza e flirtando (seppure a distanza) con la zona Europa League. Si tratta di trovare l’amalgama giusto: c’è tanta qualità in campo, anche Edenilson e Rincon fanno il loro ma chiaramente essendo nuova la squadra deve prima imparare a conoscersi a fondo. Anche la Lazio ha pagato questo aspetto nella sconfitta contro il Milan: giocatori come De Vrij, Parolo e Basta hanno faticato a inserirsi. Già contro il Cesena si è vista un’altra squadra, pur se l’avversario era modesto; Stefano Pioli ha in mano una rosa che sulla carta può puntare al ritorno in Europa, ma rimane dietro le grandi e soprattutto non può permettersi di perdere punti contro le piccole squadre. Per aiutare Miroslav Klose è arrivato un attaccante interessante come Filip Djordjevic, mentre questa dovrebbe essere la stagione della definitiva consacrazione di Antonio Candreva che del resto già lo scorso anno si era mostrato il leader della Lazio. Giovani come Keita Balde Diao e Felipe Anderson sono già elementi importanti per Pioli. Sarà una bella partita, molto interessante al di là della classifica; come abbiamo visto nella storia recente ci sono stati tanti gol e le sorprese non sono mancate. Con la speranza che oggi il campo ricalchi i precedenti non ci resta che dare la parola al campo, metterci comodi e stare a vedere quello che succederà: la diretta di Genoa-Lazio, terza giornata del campionato di Serie A 2014-2015, sta per cominciare…

© Riproduzione Riservata.