BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Diretta/ Torino-Verona (risultato finale 0-1): cronaca e tabellino. Ionita-gol, Rafael para-rigore (Serie A 3^giornata, 21 settembre 2014)

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Foto Infophoto  Foto Infophoto

DIRETTA TORINO-VERONA (RISULTATO FINALE 0-1): CRONACA E TABELLINO (SERIE A 3^GIORNATA, 21 SETTEMBRE 2014) - La partita Torino-Verona è terminata con il risultato di 0-1 a favore degli ospiti. Decisivo il primo gol moldavo nella storia della Serie A: lo firma Artur Ionita, centrocampista classe 1990 prelevato in estate dall'Hellas a parametro zero. All'88' minuto il portiere del Verona Rafael ha parato un rigore al granata El Kaddouri. In classifica il Toro resta sul fondo con 1 punto mentre il Verona è terzo in solitaria a quota 7. Le due squadre torneranno in campo mercoledì (24 settembre), nel turno infrasettimanale: Hellas-Genoa e Caglkari-Torino. CLICCA QUI PER IL TABELLINO DI TORINO-VERONA 0-1 (SERIE A 3^GIORNATA, 21 SETTEMBRE 2014)

DIRETTA TORINO-VERONA (RISULTATO 0-1): LIVE E CRONACA DELLA PARTITA (12 SETTEMBRE 2014, SERIE A 3^GIORNATA) - Gol di Ionita che entrato da meno di un minuto porta in vantaggio il Verona proprio nel momento migliore del Torino che aveva sfiorato il gol con Quagliarella. Risultato ora di 0-1 per il Verona e granata ora in grande difficoltà per il contraccolpo psicologico CLICCA QUI PER LA DIRETTA DI TORINO-VERONA LIVE: SEGUI LA PARTITA IN TEMPOREALE (12 SETTEMBRE 2014, SERIE A 3^ GIORNATA)

DIRETTA TORINO-VERONA (RISULTATO 0-0): LIVE E CRONACA DELLA PARTITA (12 SETTEMBRE 2014, SERIE A 3^GIORNATA) - Torino-Verona è ancora fermo sullo 0-0, ma in questa prima mezz'ora molto più Hellas che Toro. L'occasione più nitida passa dai piedi di Lazaros, ma il suo tiro insidioso non trova la porta. Anche Tachtsidis sta salendo in cattedra, e per il centorcampo granata la faccenda si fa sempre più complicata visto anche lo stato di forma approssimativa di Benassi, che dovrà essere sostituito. Per il Torino lo squillo arriva da Amauri, che ci prova ma senza troppa fortuna CLICCA QUI PER LA DIRETTA DI TORINO-VERONA LIVE: SEGUI LA PARTITA IN TEMPOREALE (12 SETTEMBRE 2014, SERIE A 3^ GIORNATA)

DIRETTA TORINO-VERONA (RISULTATO 0-0): LIVE E CRONACA DELLA PARTITA (12 SETTEMBRE 2014, SERIE A 3^GIORNATA) - Sono state comunicate le formazioni ufficiali della partita Torino-Verona, che comincerà alle ore 20:45. Torino (3-5-2): 30 Padelli; 5 Bovo, 25 Glik, 24 Moretti; 36 Darmian, 94 Benassi, 20 Vives, 7 El Kaddouri, 3 Molinaro; 27 Quagliarella, 22 Amauri In panchina: 1 Gillet, 13 Castellazzi, 21 G.Silva, 18 Jansson, 19 Maksimovic, 33 B.Peres, 14 Gazzi, 6 R.Perez, 28 Sanchez Mino, 17 J.Martinez, 9 Larrondo Allenatore: Gimampiero Ventura Hellas Verona (4-3-3): 1 Rafael; 5 Sorensen, 18 Moras, 4 Marquez, 28 Brivio; 8 Obbadi, 77 Tachtsidis, 20 Christodoulopoulos; 21 J.Gomez, 9 Toni, 11 Jankovic In panchina: 22 Benussi, 95 Gollini, 2 Gui.Rodriguez, 25 Marques, 16 Luna, 71 Martic, 30 Campanharo, 23 Ionita, 7 Saviola, 17 N.Lopez, 99 Nene Allenatore: Andrea Mandorlini CLICCA QUI PER LA DIRETTA DI TORINO-VERONA LIVE: SEGUI LA PARTITA IN TEMPOREALE (12 SETTEMBRE 2014, SERIE A 3^ GIORNATA)

DIRETTA TORINO-VERONA, LE STATISTICHE ­­– Molto simili i dati statistici di Toro e Verona per quanto riguarda il possesso palla: gli scaligeri la spuntano per qualche secondo con 25’06’’ rispetto al 24’57’’. Anche in quanto a tiri dentro lo specchio della porta e conclusioni totali fa meglio l’Hellas dei granata: 4 contro 1 e 10.5 rispetto a 8. Pressoché identica la percentuale di passaggi riusciti, che sorride di un soffio al Toro: 66.9% vs 66.8%. Ma la squadra di Mandorlini in queste prime due uscite è stata molto più pericolosa: 43.6% rispetto allo scarno 23.5 dei padroni di casa. CLICCA QUI PER LA DIRETTA DI TORINO-VERONA LIVE: SEGUI LA PARTITA IN TEMPOREALE (12 SETTEMBRE 2014, SERIE A 3^ GIORNATA)

DIRETTA TORINO-VERONA, LA CHIAVE TATTICA – Non sarà il Torino spumeggiante della passata stagione – quando Cerci e Immobile meravigliavano – ma la banda di Giampiero Ventura gioca sempre bene a calcio, anche se nelle prime due uscite ha raccolto appena 1 punto. Meglio l’Hellas, a quota 4 e con Luca Toni sempre prolifico e Juanito Gomez che diverte; e ora, nel tridente offensivo di Mandorlini, spazio anche al neo acquisto Saviola: tanto lavoro per Moretti, Bovo e Glik. Mentre Ventura rimane fedele al suo 3-5-2 con Molinaro e Darmian sugli etserni, Mandorlini va di 4-3-3 solito con Martic e Agostini bloccati dietro per una linea a 4 molto solida. La partita si deciderà in mezzo con Nocerino, Vives e Sanchez Mino a battagliare con Obbadi, Tachtsidis e Hallfredsson. Larrondo e Quagliarella daranno filo da torcere a Marquez e Moras. CLICCA QUI PER LA DIRETTA DI TORINO-VERONA LIVE: SEGUI LA PARTITA IN TEMPOREALE (12 SETTEMBRE 2014, SERIE A 3^ GIORNATA)

DIRETTA TORINO-VERONA: RISULTATO LIVE E CRONACA DELLA PARTITA (12 SETTEMBRE 2014, SERIE A 3^ GIORNATA) - Alle ore 20:45 di questa sera si chiude la terza giornata del campionato di Serie A 2014-2015: allo stadio Olimpico si gioca Torino-Verona, spostata di orario per l’impegno dei granata in Europa League. Una sfida che si è giocata per 37 volte in Piemonte; una lunga interruzione tra il novembre 2005 e il marzo 2012, poi prima della partita dello scorso anno c’era stato un incrocio in Serie B. A quella sfida del 2005-2006 risale l’ultima vittoria granata: finì 2-1 con una rimonta firmata Muzzi-Stellone. Nel campionato cadetto, che il Torino chiuse al secondo posto con la promozione, il Verona era stato corsaro vincendo 4-1 (si ricorda uno splendido gol di Domenico Maietta che, partito dalla sua area, aveva sparato in porta un bolide dalla distanza). Nell’ultimo confronto invece spettacolare 2-2; in totale dunque 20 sfide se le è aggiudicate la squadra di casa, gli scaligeri hanno invece vinto in cinque occasioni e i pareggi sono 12. Da ricordare anche il campionato 1984-1985: si registrarono due vittorie esterne (sempre con il risultato di 2-1), ma soprattutto quel torneo vide incredibilmente Verona e Torino ai primi due posti della classifica. I veneti vinsero uno storico scudetto con 43 punti, quattro lunghezze più sotto giunsero i granata che ebbero un’ottima coppia gol in Aldo Serena-Walter Schachner (più Leo Junior). Da allora però per entrambe è iniziato un lento declino, coinciso con tante retrocessioni in Serie B e, per gli scaligeri, anche nella vecchia C (anche il Toro, ripescato però grazie al Lodo Petrucci). Tra i tanti doppi ex della partita ricordiamo soprattutto Giampiero Ventura: l’attuale allenatore del Torino è alla quarta stagione sulla panchina granata, nella stagione 2006-2007 aveva guidato il Verona in Serie B subentrando all’esonerato Massimo Ficcadenti, ma non era riuscito a risollevare le sorti di una squadra che era già in crisi e avrebbe chiuso con il peggior attacco del torneo e la retrocessione a seguito dei playoff persi contro lo Spezia. CLICCA QUI PER LA DIRETTA DI TORINO-VERONA LIVE: SEGUI LA PARTITA IN TEMPOREALE (12 SETTEMBRE 2014, SERIE A 3^ GIORNATA) C’è poi l’ex difensore Luca Mezzano, che è passato poi a coordinare il settore giovanile granata e oggi allena gli Allievi Nazionali B; e c’è l’ex portiere Fabrizio Casazza, che dopo aver giocato due stagion a Verona è passato al Torino. Per lui un singolare primato: è riuscito a centrare la promozione in Serie A con entrambe le squadre ma, esattamente come successo nel 2003 con la Sampdoria, non è poi stato confermato nella rosa. In Serie A ha giocato solo 18 partite con Lazio, Udinese e Venezia. Il Torino non ha iniziato benissimo la sua stagione: al momento attuale bisogna dire che la squadra sta risentendo in modo negativo della partenza di Ciro Immobile e Alessio Cerci, che lo scorso anno hanno messo insieme 35 gol in campionato. Senza di loro l’attacco fatica tremendamente, e per adesso l’esperienza di Amauri e Fabio Quagliarella non sta pagando: il Torino non ha mai segnato su azione in cinque gare ufficiali, contando le due di campionato, il playoff di Europa League contro l’RNK Spalato (El Kaddouri su rigore nella partita di ritorno) e l’esordio nel girone continentale contro il Bruges. Le uniche reti non su rigore sono arrivate contro i modesti svedesi del Brommapojkarna; di più, in cinque gare è arrivata una sola rete. Segno di una difficoltà oggettiva non tanto negli uomini d’attacco, quanto negli scarsi rifornimenti che arrivano loro perchè se El Kaddouri e Sanchez Mino (che finora ha giocato poco) non sono in vena la vita si fa difficile. Il Verona ha 4 punti in campionato dopo aver pareggiato a Bergamo e battuto il Palermo in rimonta; sicuramente Mandorlini deve rivedere qualcosa dal punto di vista del gioco perchè lo scorso lunedi gli scaligeri hanno sofferto non poco nel ribaltare la situazione, ma il reparto offensivo dimostra di funzionare: Luca Toni è una certezza, Juanito Gomez ormai conosce a memoria gli schemi del suo allenatore e insomma la partenza di due elementi cardine come Iturbe e Romulo non si sta facendo troppo sentire. Per di più si aspetta ancora di vedere l’esordio di Javier Saviola, che era pronto contro il Palermo ma non è stato messo in campo. Anche quest’anno il Verona può ambire ad una salvezza più che tranquilla e a un timido inseguimento all’Europa League; bisognerà però blindare una difesa che aveva evidenziato parecchie lacune e soprattutto evitare il netto calo verificatosi a cavallo dei due gironi. Ad ogni modo ci aspettiamo di assistere ad una bella partita: le due squadre vogliono prendere punti e non si risparmieranno, il Torino potrebbe pagare qualcosa dal punto di vista fisico ma Ventura ha fatto ampio turnover conoscendo i rischi degli impegni ravvicinati. Non resta allora che mettersi comodi e dare la parola al campo: la diretta di Torino-Verona, terza giornata del campionato di Serie A 2014-2015, sta per cominciare… CLICCA QUI PER LA DIRETTA DI TORINO-VERONA LIVE: SEGUI LA PARTITA IN TEMPOREALE (12 SETTEMBRE 2014, SERIE A 3^ GIORNATA)



  PAG. SUCC. >