BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Pagelle/ Chievo-Parma (2-3): i voti del match (Serie A 2014-2015, 3^ giornata)

Foto Infophoto Foto Infophoto

CHIEVO

Bardi 6.5: nonostante i gol subiti dimostra personalità e grande attenzione tra i pali. Decisivo nel primo tempo su un colpo ravvicinato di Cassano;
Frey 6.5: gioca una buona partita a sopperire agli errori di Cesar. Bravo nelle diagonali è sempre intelligente quando va a chiudere;
Dainelli 6: buona gara soprattutto quando viene aggredito dall'azione. Splendido quando recupera un pallone con cui Cassano aveva mandato in porta Belfodil. Cala nel finale;
Cesar 5: nervoso e poco attento, non gioca una grande partita;
Biraghi 5.5: quando deve stringere sugli affondi degli esterni soffre. Non riesce a entrare in partita, rimanendo spesso troppo largo;
Izco 6.5: sblocca la partita dopo pochissimi minuti. Gioca con costanza e buona applicazione; (78' Paloschi 7): appena entrato è bravissimo col primo pallone toccato a riaprire la partita e a portarla sul 3-2;
Radovanovic 5.5: lento e involuto in mezzo al campo, non velocizza mai la manovra rimanendo sempre troppo dietro nel reparto centrale del campo. Esce dopo il gol di Cassano; (69' Cofie 5): entra per velocizzare la manovra, ma non riesce a scendere in campo col piede giusto;
Hetemaj 5.5: corre ma senza soluzioni di continuità;
Birsa 5.5: sulla corsia esterna non riesce mai la giocata, anche se a volte con la sua velocità mette in difficoltà il Parma. Cala vertiginosamente nella ripresa e viene sostituito dopo il gol di Cassano per ritrovare frizzantezza davanti; (73' Botta sv)
Maxi Lopez 5.5: La volontà ce la mette tutta, ma davanti oggi non fa male all'avversario. In occasione del gol manca clamorosamente il pallone del vantaggio. Dopo si divora un gol in contropiede servito ancora da Lazarevic, provando a piazzarla e lisciando il palo. 
Lazarevic 6.5: Con la sua qualità fa la differenza. Nell'azione del gol è bravo a muoversi sulla corsia e a infilarsi dentro mettendo una palla morbida dentro. In contropiede serve un gioiello a Maxi Lopez che sciupa;

All. Corini 5: si attacca a quel gol fatto dopo sei minuti sperando di portare il risultato a casa senza studiare le evoluzioni della gara. Quando il Chievo iniziava a soffrire nella ripresa avrebbe dovuto rinforzare il centrocampo e non avrebbe dovuto aspettare il 3-1 per mandare dentro Paloschi che sarebbe servito magari anche dal primo minuto;