BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Video / Chievo Verona-Parma (2-3): gol, sintesi e highlights della partita (domenica 21 settembre 2014, Serie A 3^ giornata)

Video Chievo Verona Parma (2-3): gol, sintesi e highlights della partita valida per la terza giornata del campionato di Serie A 2014-2015: al Bentegodi doppietta di Cassano

(Infophoto) (Infophoto)

Mezzogiorno di fuoco al Bentegodi: Chievo-Parma 2-3, partita ricca di emozioni e boccata d'ossigeno per Donadoni grazie alla doppietta di Cassano e al gol di Coda che rendono vane le reti di Izco e Paloschi. Le statistiche: tiri in porta 4-4, tiri fuori 4-3 Parma, calci d'angolo 5-4 Parma. 

Il Chievo prova a riaprire la partita: c'è un calcio d'angolo dalla destra, viene battuto con traiettoria a rientrare, Maxi Lopez appostato sul primo palo riesce a prolungarne la traiettoria con il tacco. La sfera arriva nell'area piccola: l'ex Alberto Paloschi è un falco e riesce ad anticipare i difensori toccando il pallone e beffando Mirante per la rete del 2-3. Purtroppo per i veneti il risultato non cambierà più: vince il Parma, primi punti stagionali per Roberto Donadoni. 

E' spettacolare il terzo gol del Parma, con cui di fatto i ducali chiudono la partita: partono in tre con Belfodil che ai venti metri serve Cassano e taglia sul secondo palo, il barese apre per Galloppa che di prima intenzione mette un traversone dove aspetta Belfodil, sponda a pochi passi per Cassano che è entrato in area di rigore e destro al volo che batte Bardi. Colpevole anche la difesa del Chievo, che lascia troppo spazio agli avversari. 

Il Parma ribalta la partita con i cambi: il secondo gol lo mette a segno Massimo Coda ed è splendido. Galloppa riceve a metà campo, alza la testa e pesca un lancio bellissimo in area di rigore dove agiscono Coda e Lodi: il numero 88 stoppa in aria, il pallone gli rimane lì e con un sinistro di collo riesce a beffare Bardi per il vantaggio ducale. 

Al 64’ minuto il Parma pareggia: i cambi di Roberto Donadoni pagano in pieno, perchè chi recupera il pallone sulla trequarti difensiva è Massimo Coda, appena entrato in campo. Parte da solo il numero 88, che poi ai venti metri serve Antonio Cassano; il barese è sulla sua mattonella a sinistra, punta Dainelli e lo fa secco rientrando sul destro, lascia partire un tiro che si infila all’incrocio dei pali sinistro della porta difesa da Bardi, incolpevole nell’occasione. Adesso l’inerzia si sposta verso i ducali. 

Al 4’ minuto di gioco Chievo 1 Parma 0. Il primo gol di Mariano Izco in maglia gialloblu: Hetemaj lavora un pallone sulla fascia sinistra e lo lascia a Lazarevic che prende il tempo a tutti e prende la linea di fondo, poi alza la testa e mette al centro basso e arretrato. Maxi Lopez ci prova in allungo ma è ben contenuto, la difesa del Parma si perde però Izco che arriva in corsa da dietro e con il piattone di prima intenzione batte Mirante per il vantaggio immediato del Chievo.

Reduce dall’upset della seconda giornata, in cui ha sconfitto a domicilio il Napoli grazie al gol di Maxi Lopez, il Chievo Verona torna tra le mura amiche del Bentegodi, dove ospita il Parma, ancora a zero punti in classifica: si gioca domenica 21 settembre alle ore 12.30, come antipasto del restante programma della domenica. I prime due turni sono stati quanto mai difficili per i ragazzi di Eugenio Corini: se all’esordio la Juventus ha passeggiato per tutta la partita, senza però riuscire mai a sfondare e a mettere al sicuro il risultato (0-1, autogol di Biraghi su colpo di testa di Caceres), al San Paolo i veneti hanno giocato una signora partita; viste le squadre affrontante il Chievo può dirsi soddisfatto per i tre punti in classifica. Vanno invece male le cose in quel di Parma: Roberto Donadoni e i suoi sono ancora a bocca asciutta. I crociati hanno perso all’esordio al Manuzzi contro il Cesena (rete decisiva di Rodriguez) e nell’ultima sfida al Tardini hanno dato vita a un pirotecnico 4-5 a vantaggio del Milan: la trasferta di Verona non è semplice, ma il Parma è chiamato a fare risultato. Parma-Chievo Verona fu la partita che aprì il campionato dell’anno scorso e terminò a reti bianche; diversamente andarono le cose al ritorno (giocato il 19 gennaio 2014) quando gli emiliani sbancarono il Bentegodi grazie ai gol di Cassano e Lucarelli. I tifosi del Chievo fanno gli scongiuri…