BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

VIDEO / Torino-Verona (0-1): gol, sintesi e highlights della partita. Parla Ventura (21 settembre 2014, Serie A 3^ giornata)

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

(Infophoto)  (Infophoto)

VIDEO TORINO-HELLAS VERONA (0-1): GOL, SINTESI E HIGHLIGHTS DELLA PARTITA DI CAMPIONATO (DOMENICA 21 SETTEMBRE 2014, SERIE A, 3^ GIORNATA) – Torino-Verona 0-1: il posticipo della terza giornata di Serie A lancia gli scaligeri al terzo posto in classifica, mentre i granata restano ultimi con un solo punto e nessun gol segnato nonostante il Torino abbia già avuto due rigori a favore - entrambi sbagliati. Ovviamente non è una bella situazione per l'allenatore granata Giampiero Ventura, anche perché pure in Europa League (escluso il primo turno dei playoff) i numeri non migliorano. Ecco dunque l'analisi del tecnico al termine della partita dell'Olimpico: CLICCA QUI PER IL VIDEO DI TORINO-VERONA (0-1), L'ANALISI DI GIAMPIERO VENTURA

VIDEO TORINO-HELLAS VERONA (0-1): GOL, SINTESI E HIGHLIGHTS DELLA PARTITA DI CAMPIONATO (DOMENICA 21 SETTEMBRE 2014, SERIE A, 3^ GIORNATA) – Il Torino cade in casa sotto il fuoco dell’Hellas Verona. La banda di Mandorlini espugna l’Olimpico grazie a una rete di Ionita. Il giocatore moldavo al primo gol in campionato trova la gioia nel secondo tempo, dopo pochi attimi dal suo ingresso in campo. Gli scaligeri occupano ora il terzo posto in classifica. Nel prossimo turno Hellas Verona – Genoa e Cagliari – Torino in programma mercoledì 24 alle 20.45. CLICCA QUI PER IL VIDEO DI TORINO-VERONA (0-1)

SINTESI PRIMO TEMPO – Giampiero Ventura per la sfida odierna schiera i suoi con il 3-5-2. Davanti a Padelli si dispongono Bovo, Glik e Moretti, sulle fasce Darmian e Molinaro, in mediana Vives e Benassi accompagnano El Kaddouri, pronto a innescare la coppia ex Juventus formata da Amauri e Quagliarella. Mandorlini risponde con il 4-3-3. Tra i pali Rafael, linea difensiva composta da Martic, Moras, Marquez e Brivio. A centrocampo Obbadi e Tachtsidis insieme a Campanharo, mentre in attacco Juanito Gomez e Nico Lopez sugli esterni pronti a rifornire Luca Toni, punta centrale. Arbitra Banti della sezione di Livorno. Il Torino prova a fare la partita con prudenza. L’Hellas attende gli avversari nella propria metà campo, cercando qualche sporadico spunto in contropiede. Dopo un quarto d’ora di noia Tachtsidis sfiora il gol con un ottimo colpo di testa che fa la barba al palo. Il Verona si rende pericoloso ancora una volta da calcio piazzato: questa volta è Juanito Gomez a provarci di testa, ma il suo tentativo centra il palo. I granata pur controllando a lungo il possesso palla non riescono a offrire azioni degne di nota. Amauri chiede continuamente palla, ma raramente viene servito a dovere. Alla mezzora Bovo scodella un cross preciso che l’italo-brasiliano non riesce a correggere in rete. Poco dopo Ventura è costretto a effettuare la prima sostituzione. Esce Benassi infortunato per Mino Sanchez. Dall’ingresso dell’ex Boca Juniors la manovra dei padroni di casa acquista più rapidità. Cesare Bovo spaventa Rafael con un tiro velenoso che termina a qualche centimetro dal palo. Nei minuti finali ci riprova Amauri, ma non trova la porta.

SINTESI SECONDO TEMPO – I granata escono rivitalizzati dagli spogliatoi, determinati a fare la partita. Amauri e Quagliarella combinano nello stretto scatenando il panico in area avversaria. Moras è il più rapido a risolvere. La pressione del Torino produce poco dopo un colpo di testa velenoso di Amauri su cross di Molinaro. Rafael si allunga, ma la palla esce fuori dallo specchio. Quagliarella al 58esimo prova a sbloccare lo stallo. L’attaccante di Castellamare di Stabia si gira all’improvviso sul limite dell’area facendo esplodere un destro ribattuto in tuffo da Rafael. Lo stesso Quagliarella ci riprova un attimo dopo con un colpo di testa su cross di Darmian, ma la palla esce fuori di qualche centimetro. Con il passare del tempo il Torino perde la pazienza e viene punito dall’ultimo arrivato. Si tratta di Artur Ionita, centrocampista rumeno da poco arrivato in Veneto. L’ex Rapid Bucarest combina sullo stretto con Gomez Taleb e sterza verso l’area di rigore. I difensori avversari lo affrontano in ritardo lasciandogli tutto lo spazio e il tempo per calciare in porta. Ne esce un mancino sporco che però rimbalza di fronte a Padelli ingannando il portiere valtellinese. I granata provano a reagire immediatamente, ma il tentativo di Glik è impreciso. Ventura inserisce Larrondo e Bruno Peres per Quagliarella e Molinaro. Al 73esimo Luca Toni ha sui piedi l’occasione giusta per chiudere i conti, ma il suo destro al volo termina in curva. Larrondo qualche attimo dopo ci prova di testa non trovando lo specchio. A 5 minuti dal 90esimo arriva l’occasione per il pareggio. Marquez compie un intervento sciagurato in area abbattendo Bruno Peres. Rigore netto. Dal dischetto si presenta El Kaddouri. Tiro poco angolato e debole respinto da Rafael. Il marocchino ci riprova, ma Rafael si oppone nuovamente scatenando la gioia dei 1000 veronesi al seguito. Nel finale ci riprova Larrondo che trova il gol, giustamente annullato per off-side. (Francesco Davide Zaza – twitter@francescodzaza)

VIDEO TORINO-VERONA (0-1): IL GOL DI IONITA - Al ventunesimo minuto della ripresa il Verona si porta in vantaggio sul campo del Torino. Merito di Artur Ionita, che converge dalla destra, entra in area di rigore spalla a spalla con Molinaro e riesce a calciare col sinistro: la palla rimbalza in modo strano e Padelli riesce soltanto a deviarla. Primo gol in Serie A per il centrocampista Moldavo classe 1990, che l'Hellas ha acquistato in estate a parametro zero. CLICCA QUI PER IL VIDEO DI TORINO-VERONA (0-1): IL GOL DI IONITA

VIDEO TORINO-HELLAS VERONA: ASPETTANDO GOL E HIGHLIGHTS DELLA PARTITA DI CAMPIONATO (DOMENICA 21 SETTEMBRE 2014, SERIE A, 3^ GIORNATA) – Inizio di campionato a singhiozzo per il Torino di Giampiero Ventura: i granata, dopo l’esordi casalingo contro l’Inter (terminato 0-0) sono stati sconfitti per 2-0 a Marassi da parte della Sampdoria, trascinata da Manolo Gabbiadini e Stefano Okaka. La sfida di domenica sera – ore 20.45 – contro l’Hellas Verona è tutta fuorché facile, ma il Toro vuole raccogliere la prima vittoria stagionale innanzi suo pubblico dell’Olimpico. I primi tre punti sono arrivati invece per l’Hellas Verona, che dopo aver pareggiato nella prima giornata agli Atleti azzurri d’Italia per 0-0 contro l’Atalanta, hanno avuto la meglio – in rimonta – del Palermo, piegato ai gol di Luca Toni (su rigore) e di Juanito Gomez. Andrea Mandrolini, come il collega, ha dato la sua impronta alla squadra, che anche quest’anno ha come obiettivo primario – alla pari dei piemontesi – una salvezza tranquilla, che sembra onestamente alla portata nonostante le partenze di giocatori importanti come, su tutti, Iturbe (ora in forza alla Roma). Vi ricordate come è finita l’anno scorso proprio al Bentegodi? Un super gol di Alessio Cerci dice niente? Guardate qui… CLICCA QUI PER IL VIDEO DI TORINO-VERONA: L’ULTIMA SFIDA TRA LE DUE FORMAZIONI - CLICCA QUI PER SEGUIRE CON NOI LA CRONACA IN TEMPO REALE DI TORINO-ELLAS VERONA (DALLE ORE 20.45) - CLICCA QUI PER SEGUIRE I RISULTATI LIVESCORE DELLE PARTITE DELLA TERZA GIORNATA DI CAMPIONATO DELLA SERIE A 2014-2015


  PAG. SUCC. >