BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Classifica Serie A/ I risultati della quarta giornata. Udinese terza forza del campionato (4^ giornata, mercoledì 24 settembre 2014)

Risultati Serie A 2014-2015 classifica e livescore in diretta: seguite con noi una nuova giornata del massimo campionato calcistico d’Italia. E’ tutto pronto per la quarta giornata

Mauro Icardi, attaccante Inter (Foto Infophoto) Mauro Icardi, attaccante Inter (Foto Infophoto)

Sono terminate le otto partite in programma questa sera, mercoledi 24 settembre, per la quarta giornata di Serie A 2014-2015. La Juventus batte il Cesena 3-0: doppietta di Vidal (il primo su rigore) e rete di Lichtsteiner per la quarta vittoria consecutiva, ancora senza gol subiti. Ma la Roma risponde: va in vantaggio con Ljajic, si fa recuperare da De Ceglie ma a due minuti dal termine è Pjanic a tenere i giallorossi a punteggio pieno, proiettandoli con grande fiducia verso il big match di Torino (prima ci sarà comunque un'altra partita). Vince anche l'Inter che spezza il tabù Atalanta: apre Osvaldo, chiude Hernanes, entrambe reti bellssime e la squadra di Walter Mazzarri è terza in classifica con 8 punti. Dove c'è anche la Sampdoria, che batte il Chievo con i suoi difensori (Gastaldello e Romagnoli) resistendo al ritorno clivense (Paloschi al 90'). A quota 8 anche il Verona, che resta imbattuto: la squadra di Mandorlini rimonta due reti (doppietta di Matri) al Genoa, con Tachtsidis e Ionita - al secondo gol in quattro giorni. La Fiorentina pareggia 0-0 con il Sassuolo, il Torino segna i primi gol del campionato e con Glik-Quagliarella affonda il Cagliari di Zeman, pure in vantaggio con Cossu. Gli isolani sono ultimi da soli con 1 punto, ma forse sta peggio il Napoli: i partenopei fanno 3-3 con il Palermo, non servono le reti di Koulibaly e Duvan Zapata perchè prima Belotti e poi Vazquez pareggiano il conto, ancora nel primo tempo Callejon fa 3-2 ma ancora l'attaccante dell'Under 21 fissa il risultato sul 3-3, e Benitez ha fatto un punto nelle ultime tre giornate. Domani alle 20:45 la giornata si chiude con Lazio-Udinese.

All'88' minuto di gioco gol importantissimo di Miralem Pjanic: Parma 1 Roma 2 e giallorossi che dunque si portano nuovamente in vantaggio tenendo il passo della Juventus, salendo anch'essa a quattro vittorie in quattro partite. All'87' minuto anche l'Inter chiude la sua partita: Hernanes calcia una punizione di prima intenzione e infila Sportiello con il pallone che bacia l'incrocio dei pali ed entra in porta.

All'85' minuto di gioco la Juventus fa tris e chiude la partita. Il gol è di Stephan Lichtsteiner, che conclude a rete su assist di Padoin per il suo primo gol in campionato. Quarta vittoria in quattro partite per la Juventus, che ha iniziato nel migliore dei modi il suio campionato. Fa gol anche la Sampdoria: Alessio Romagnoli fa 2-0 contro il Chievo, dopo che aveva già fornito l'assist per la rete di Gastaldello.

Doccia ghiacciata per il Napoli: il Palermo fa 3-3 riacciuffando nuovamente la partita, doppietta personale di Andrea Belotti. Cambia anche il risultato al Bentegodi: il Verona completa la sua rimonta e, dopo il gol dell'ex Panagiotis Tachtsidis, pareggia contro il Genoa con il secondo gol in quattro giorni di Ionita.

Al 64' minuto di gioco Juventus 2 Cesena 0. E' doppietta per Arturo Vidal: il cileno questa volta segna su azione, si tratta della rete numero 40 con la maglia dei campioni d'Italia. Partita che sembra essere in ghiaccio, pur se manca ancora mezz'ora prima della fine della partita. 

Al 56' minuto di gioco Parma 1 Roma 1. E' il primo gol subito dalla Roma in questa stagione: ironia della sorte, lo segna un giocatore in prestito dalla Juventus e cioè Paolo De Ceglie. Cambia anche il risultato del Bentegodi: al 48' minuto Verona 0 Genoa 2, doppietta per Alessandro Matri.

Al 34' minuto di gioco Verona 0 Genoa 1. Il Grifone passa con il primo gol in maglia rossoblu di Alessandro Matri: bravo l'attaccante lodigiano a prendere il tempo ai difensori staccando di testa sul cross di Giovanni Marchese. 

Al 27' minuto di gioco la Roma risponde: 1-0 al Tardini, aggancio volante del cross e palla in rete alle spalle di Mirante. In questo momento Juventus e Roma hanno 12 punti e volano in testa alla classifica.

Si segna tanto in questo inizio di quarta giornata di Serie A 2014-2015: in vantaggio anche la Juventus, con Arturo Vidal al suo primo gol in campionato. Il cileno trasforma con freddezza un calcio di rigore; il Napoli intanto raddoppia con Duvan Zapata, ma il Palermo non ci sta e accorcia le distanze con Edgar Barreto. Anche il Torino ha pareggiato: angolo di Sanchez Mino, testa di Kamil Glik e 1-1 al Sant'Elia contro il Cagliari. E, incredibilmente, al 24' minuto il Palermo pareggia a Napoli: terzo gol in campionato per Franco Vazquez, per lui un inizio di stagione strepitoso.

Cambiano due risultati in Serie A: all'11 minuto di gioco Cagliari 1 Torino 0, gol di Andrea Cossu che sfrutta un pessimo rinvio di Padelli per mettere in rete. Sempre all'11 minuto Napoli 2 Palermo 0: tutto facile per i partenopei, questa volta il gol lo segna Duvan Zapata che imbeccato da Hamsik non sbaglia davanti a Sorrentino.

E' di Kalidou Koulibaly il primo gol della serata: Napoli 1 Palermo 0 al secondo minuto di gioco. Angolo da destra di Callejon, stacco del difensore francese sul primo palo e Sorrentino non fa in tempo a chiudere la traiettoria del pallone, che si infila in porta. 

Manca pochissimo alle ore 20.45, quando avranno inizio le partite della quarta giornata della Serie A 2014-2015, la prima che si disputa in turno infrasettimanale. Attesa soprattutto per le partite delle due capoliste: dovrebbe essere un impegno semplice per la Juventus in casa contro il Cesena, più difficile la trasferta della Roma a Parma. Sfide di grande interesse saranno anche il derby lombardo Inter-Atalanta e poi Napoli-Palermo, partita che gli uomini di Benitez non possono fallire.

E’ già tempo di Serie A. Conclusosi domenica sera il terzo turno, è tutto pronto per il primo appuntamento infrasettimanale del campionato di calcio 2014-2015. Dopo l’anticipo di ieri sera fra l’Empoli e il Milan (rocambolesco pareggio per 2-2 che sta per certi versi stretto ai padroni di casa), fra questa sera e domani si chiuderà il nuovo turno. Ecco il programma completo dei match che si giocheranno: Sampdoria-Chievo, Parma-Roma, Napoli-Palermo, Juventus-Cesena, Inter-Atalanta, Verona-Genoa, Fiorentina-Sassuolo, Cagliari-Torino e il posticipo di giovedì Lazio-Udinese. Andiamo a visionare più nel dettaglio le varie partite che si giocheranno fra oggi e domani. Partiamo naturalmente dalla prima delle due capolista, la Juventus di Massimiliano Allegri, reduce dall’ottimo successo al Giuseppe Meazza contro il Milan. I bianconeri hanno sulla carta un turno facile, l’appuntamento interno contro il Cesena, squadra che viene dal pareggio con l’Empoli e che si trova attualmente a quattro punti. Più ostico invece l’impegno della Roma, l’altra capolista della Serie A, che se la vedrà con il Parma allo stadio Tardini. Gli emiliani sono riusciti ad ottenere i primi punti stagionali ed ora vogliono confermarsi di fronte al pubblico di casa, battendo una big. Sorprende l’Hellas Verona, terza assoluta in classifica con 7 punti. Questa sera ospiterà al Marassi il Genoa reduce da un buon inizio di stagione con quattro punti conquistati grazie soprattutto alle pesantissime marcature di Pinilla. L’Udinese, dopo aver battuto al Friuli il Napoli, tenterà di rifarsi anche all’Olimpico di Roma contro la Lazio, mentre l’Inter ritrova il suo Meazza dopo la trasferta del Barbera, ma di fronte avrà un osso duro, l’Atalanta di Colantuono, che dista una sola lunghezza. La Sampdoria di Sinisa Mihajlovic, dopo il pareggio a reti bianche con il Sassuolo, proverà a vincere al Marassi contro il Chievo (3 punti), mentre la Fiorentina, che ha iniziato il nuovo campionato un po’ a singhiozzo, ma che viene dal bel successo di Bergamo, cercherà la conferma al Franchi contro il Sassuolo. Altro esame per il Napoli, che non prende punti da ben 180 minuti, e che questa sera dovrà assolutamente battere il Palermo al San Paolo. Infine, a completare il quarto turno, la sfida fra il Cagliari e il Torino al Sant’Elia, due squadre che si trovano attualmente all’ultimo posto in classifica ad una sola lunghezza.