BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Probabili formazioni/ Udinese-Parma, ultime novità (5a giornata Serie A 2014-2015)

Probabili formazioni Udinese-Parma, ultime novità: tutti gli ultimi aggiornamenti sugli schieramenti di Udinese-Parma, di scena questa sera alle ore 19.00 al Friuli

Foto Infophoto Foto Infophoto

Alle ore 19.00 di questa sera si terrà il primo dei due posticipi del lunedì di questa quinta giornata di Serie A che volge ormai alla conclusione. In campo, in quel del Friuli, i padroni di casa dell’Udinese e il Parma di Roberto Donadoni. I bianconeri vogliono proseguire la propria incredibile marcia di inizio stagione. Attualmente si trovano al quarto posto assoluto, a quota 9 punti, ma in caso di vittoria si porterebbero sul gradino più basso del podio, a meno tre da Juventus e Roma. Nel contempo il Parma proverà ad allontanarsi da una zona di classifica off-limits, visto che gli emiliani si trovano attualmente all’ultimo posto ad appena tre punti.

Per la partita contro il Parma di questa sera, l’allenatore dell’Udinese, Andrea Stramaccioni, dovrebbe puntare su un 4-3-2-1, uno schema quindi leggermente più “coperto” rispetto al classico 4-3-1-2. In porta andrà Karnezis, che sostituirà ancora una volta l’infortunato Schuffet. In difesa Widmer e Piris saranno i due terzini, rispettivamente destro e sinistro, mentre in mezzo si vedrà la coppia collaudata Hertaux-Danilo, fra i migliori nel proprio ruolo in questo scorcio di stagione. A centrocampo, Guillherme in mezzo con Allan e Badu sugli interni. Infine l’attacco, con il nazionale greco Kone spalleggiato da Thereau sulla trequarti, alle spalle dell’unica punta, il solito capitano Totò Di Natale. Assenti, oltre a Scuffet, anche Wague, Riera e Gabriel Silva. Stramaccioni potrà godere di una panchina di lusso, formata da giocatori di esperienza e qualità del calibro di Muriel, Bruno Fernandes, Domizzi, Pasquale e Pinzi.

Il Parma proverà ad espugnare il Friuli anche se l’impresa sarà tutt’altro che semplice. I Ducali vengono da un inizio di stagione difficoltoso complice anche i molteplici infortuni che hanno falcidiato la rosa gialloblu. Per la gara di questa sera Donadoni dovrà fare a meno di Paletta, Cassani e Biabiany, oltre che di Bidaoui, Coric e Costa. Assenze pesanti che si stanno facendo sentire in casa parmigiana. Spazio ad un 4-3-3 con Mirante in porta, difesa con Felipe e Lucarelli in mezzo, spalleggiati da Pedro Mendes e De Ceglie sui due esterni, quest’ultimo confermato dopo la buona prova con la Roma. A centrocampo verrà schierato il trio Acquah, Mauri e Jorquera, con Lodi che partirà dalla panchina. Infine il tridente d’attacco, con la stella Cassano insieme a Belfodil e Ghezzal, quest’ultimo in vantaggio per una maglia da titolare su Pozzi, Palladino e Coda. Nessuno squalificato fra le fila del Parma.

Si gioca domani sera alle ore 19 Udinese-Parma, uno dei due posticipi validi per la quinta giornata del campionato di Serie A 2014-2015. I friulani arrivano da due vittorie consecutive e prima che si aprisse questo turno erano terzi alle spalle di Juventus e Roma; al contrario i ducali hanno perso tre partite e si trovano dunque nelle posizioni di coda della classifica, con la volontà ora di risalire. Lo scorso anno vinse l’Udinese 3-1, il Parma non vince qui dal 2010. Arbitra Giampaolo Calvarese.

Tre vittorie in campionato, tutte senza subire gol; i friulani stanno stupendo tutti in questo avvio di stagione, sono caduti soltanto sul campo della Juventus e, pur soffrendo sempre, sono riusciti a portare a casa il risultato trovandosi nelle prime posizioni della classifica. Rispetto alla formazione che ha battuto la Lazio all’Olimpico Stramaccioni dovrebbe cambiare ben poco; da valutare le condizioni di Luis Muriel uscito acciaccato per lo scontro con Marchetti, ma in ogni caso il colombiano tornerebbe in panchina con Di Natale nuovamente titolare e Bruno Fernandes sulla trequarti in compagnia di Panagiotis Kone. Torna dunque l’albero di Natale con il doppio appoggio al capitano; “paga” la scelta Thereau, che nonostante il gol vittoria di Roma dovrebbe accomodarsi in panchina. Il resto rimane uguale: imprescindibile l’apporto in mediana di Allan, finalmente libero da compiti di impostazione essendoci Guilherme che se ne occupa, mentre Badu (lui pure colpito duramente, ma rimasto in campo) sarà il giocatore che dovrà provare a unire i due reparti. Al centro della difesa sempre Heurtaux-Danilo con Widmer e Piris sulle corsie; in caso di bisogna lo schema potrebbe diventare un 3-5-2 o 3-4-3. Sempre indisponibili Riera, Gabriel Silva e Pinzi oltre al portiere Scuffet; Karnezis sta comunque dando ampie garanzie. 

Il Parma non ha ancora trovato la quadratura del cerchio; Donadoni ha provato varie soluzioni ma per il momento la sua squadra non decolla. Si vedranno cambi anche al Friuli: per esempio in attacco, dove questa volta a partire titolare dovrebbe essere Massimo Coda, che occuperebbe così la posizione centrale del tridente dirottando Cassano sul centrosinistra, vale a dire il suo ruolo naturale. Dall’altra parte Belfodil, mentre sembrano destinati alla panchina Palladino e Ghezzal. Rimane invariato il centrocampo: Lodi però ha bisogno di crescere di intensità per operare davvero una svolta nella fluidità di manovra della squadra, ai suoi lati Acquah e Jorquera uniscono qualità e quantità. Difesa con Pedro Mendes confermato a destra (al posto dell’infortunato Cassani) e solito ballottaggio Gobbi-Ristovski a sinistra, ma ancora una volta dovrebbe essere il primo a spuntarla. La coppia centrale sarà Lucarelli-Felipe perchè Paletta è ancora ai box, come Bidaoui e lo sfortunatissimo Biabiany. Questo il possibile undici, ma non è escluso che Donadoni decida all’ultimo di variare ancora, per esempio inserendo dal primo minuto la qualità di Galloppa o dando fiducia ancora una volta a De Ceglie, in gol contro la Roma.