BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

WTA Pechino 2014/ Streaming video e diretta tv. Pennetta avanti, Giorgi eliminata. Vincono Williams e Ivanovic (tennis)

Tennis WTA Pechino info streaming video e diretta tv: come seguire le partite del China Open, torneo di categoria Premier Mandatory. In palio anche gli ultimi quattro posti per il Master

Angelique Kerber, 26 anni: una delle nove giocatrici a caccia dei punti per il Master (dall'account Twitter @ChinaOpen) Angelique Kerber, 26 anni: una delle nove giocatrici a caccia dei punti per il Master (dall'account Twitter @ChinaOpen)

Terza giornata al torneo WTA di Pechino: il China Open, categoria Premier Mandatory, è uno degli appuntamenti più importanti nell'autunno del tennis femminile. Superato solo dal Master, per il quale appunto ci sono nove giocatrici che si stanno giocando gli ultimi quattro posti. A Pechino giocano anche gli uomini: ci sono più o meno tutti i big e la grande notizia è il ritorno di Rafa Nadal che sembra aver superato i problemi al polso e vuole recuperare il terreno perduto, per tornare ad avvicinare la prima posizione mondiale. Marin Cilic, fresco vincitore degli Us Open, ha già vinto il suo primo turno e punta a un altro trofeo prestigioso; ma si deve guardare dai propositi di rivincita degli avversari, primo tra tutti Novak Djokovic che lo scorso anno mise la quinta dopo Flushing Meadows e vinse praticamente tutto. In campo femminile è tornata Serena Williams: la numero 1 del mondo, che era stata colpita da nausea a Wuhan essendo costretta a ritirarsi, ha superato con relativa tranquillità la spagnola Silvia Soler-Espinosa (7-5 6-2) e ora se la vedrà con Tsvetana Pironkova che ha fatto fuori una Maria Kirilenko ben lontana dalla sua forma migliore (pure se un paio di settimane fa ha centrato una semifinale). Avanti anche Ana Ivanovic che, nel match più interessante di giornata, ha demolito la diciassettenne Belinda Bencic: la svizzera, una delle candidate a giocare la partita di esibizione WTA Rising Stars nel corso delle Finals (le giocatrici sono scelte dal pubblico), è stata cancellata dal campo (6-2 6-1) con la serba che le ha mostrato cosa significhi aver passato una vita sul circuito. La sconfitta certo non cancella nulla di quanto si è detto finora della Bencic, mentre per la ex numero 1 al mondo è un passo avanti verso Singapore, e una partecipazione al Master che le manca dal 2009. Ha perso invece Camila Giorgi: la maceratese, oggi numero 42 del ranking - e quindi in calo rispetto a qualche settimana fa - si è battua ed è rimasta in campo quasi due ore, ma al momento attuale Lucie Safarova, che pochi mesi fa ha giocato una semifinale a Wimbledon, è giocatrice più solida e completa e alla lunga ha finito con l'imporsi (). Peccato, la speranza è che per Camila tutte queste sconfitte (questa ci stava tutta, a differenza di altre) siano un incentivo a migliorarsi perchè il potenziale per arrivare molto più avanti in classifica c'è. E' poi tornata a giocare un match di singolare Bethanie Mattek-Sands, a lungo fuori dal circuito e sprofondata oltre la duecentesima posizione: per lei una sconfitta in tre set (6-4 1-6 4-6) subita dalla tedesca Mona Barthel che a sua volta arrivava dalle qualificazioni, ma che le dà anche 159 posizioni in classifica. Pochi minuti fa ha invece chiuso il suo match Flavia Pennetta: la brindisina si è imposta con il punteggio di sulla ventunenne Christina McHale, un incontro sudato al di là del punteggio. Per lei, che al China Open è testa di serie numero 14, la prossima avversaria sarà Carla Suarez Navarro in quello che dal punto di vista tecnico si prospetta un gran bell'incontro.

Siamo ancora in Asia in questo inizio autunno di tennis: per la precisione a Pechino, dove è di stanza il China Open 2014. Che per gli uomini è un ATP 500 e vede in campo Marin Cilic, fresco vincitore degli Us Open; ma per le donne è un Premier Mandatory, dunque la categoria più alta ad eccezione degli Slam. Significa montepremi ricco, trofeo prestigioso e soprattutto, per alcune giocatrici, tanti punti in palio per arrivare alle WTA Finals, con quattro posti ancora liberi: Eugenie Bouchard, fermata in finale a Wuhan nello spareggio per andare subito a Singapore (contro Petra Kvitova), guida un capannello fatto di nove giocatrici tra cui la nostra Sara Errani, che però ha ormai perso quasi ogni speranza dopo l’eliminazione al primo turno di Pechino, battuta in tre set dall’astro nascente Kurumi Nara. Ad ogni modo, per vivere le emozioni del China Open dovete sintonizzarvi su SuperTennis, la web-tv tematica che segue il tennis a 360 gradi e domani si collega alle ore 12:30 italiane, dunque in tempo per la sessione serale del torneo. Canale 64 del televisore, oppure 224 del pacchetto Sky; garantito lo streaming video su PC, tablet e smartphone grazie al sito www.supertennis.tv, e attenzione ai social network che aggiornano costantemente la situazione sui campi asiatici, in primis con gli account facebook.com/WTA e che sono quelli ufficiali del circuito di tennis femminile, e poi con quello del torneo e cioè @ChinaOpen, con tanto di hashtag #ChinaOpen, e #TennisEverywhereBeijing. Gli incontri di domani sono bellissimi. A inaugurare il Lotus Court c’è Belinda Bencic-Ana Ivanovic: dieci anni di differenza, la svizzera che sogna di chiudere l’anno tra le prime 30 al mondo (e chissà, magari 20) alla sua prima stagione da professionista, la serba che è tornata in Top Ten dopo cinque anni e ora può anche arrivare al Master, a suggello di un grande ritorno. E ancora: Serena Williams si rilancia dopo la nausea (se di quello si è realmente trattato) di Wuhan e inaugura la sua caccia al titolo numero 62 in carriera contro Silvia Soler Espinosa. Le italiane in campo, detto dell’eliminazione di Sara Errani (ha invece vinto Roberta Vinci, che però adesso si trova di fronte Agnieszka Radwanska), sono due: apre sul Brad Drewett Court Camila Giorgi che, eliminata al primo turno di Wuhan da Elina Svitolina, cerca riscatto in un match durissimo contro Lucie Safarova, semifinalista all’ultimo Wimbledon. A seguire Flavia Pennetta, recente vincitrice del doppio di Wuhan con Martina Hingis (le due sono in corsa anche qui): la brindisina ha mostrato ultimamente di soffrire le giovani giocatrici di estrazione americana e Christina McHale, nata e residente in New Jersey ma formatasi tra Hong Kong (ci ha vissuto da piccola per sei anni) e Florida, sarà un vero osso duro. Non è poi da sottovalutare la sessione serale del torneo: c’è una delle padrone di casa, quella Shuai Zhang che sogna di raccogliere il testimone da Na Li, contro la francese Caroline Garcia che dopo qualche periodo buio si è ripresa raggiungendo i quarti al Wuhan Open - 

© Riproduzione Riservata.