BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Risultati / Qualificazioni Europei 2016: classifica, livescore e marcatori in diretta: partite finite (lunedi 8 e martedi 9 settembre)

Risultati qualificazioni Europei 2016 classifica e livescore delle partite in programma. Oggi e domani tante partite del primo turno, si aprel la corsa ai 24 posti disponibili per la Francia

(dall'account Twitter ufficiale @FIFAcom)(dall'account Twitter ufficiale @FIFAcom)

Risultati finali delle partite di qualificazione a Euro 2016: per il gruppo A Repubblica Ceca-Olanda 2-1, Islanda-Turchia 3-0. I cechi hanno vinto nei minuti di recupero grazie al gol di Pilar, beffando un'Olanda che però nell'arco della gara ha giocato in maniera meno continua. Molto più facile il successo dell'Islanda sulla Turchia: la squadra allenata da Lars Lagerback ha disputato una grande partita meritando ampiamente i tre punti. Gruppo B: Andorra-Galles 1-2, Bosnia-Cipro 1-2. Due vittorie esterne con lo stesso punteggio: il Galles è riuscito a ribaltare l'iniziale vantaggio di Andorra grazie alla doppietta di Gareth Bale; ha probabilmente del clamoroso il colpaccio di Cipro sul campo della Bosnia, che nel finale ha sprecato anche un calcio di rigore con Miralem Pjanic, che si è fatto respingere il tiro dal portiere Giorgallides. L'eroe cipriota è l'attaccante Dimitris Christofi, autore di entrambe le reti. Gruppo H, quello dell'Italia: Croazia-Malta 2-0, Norvegia-Italia 0-2. I cristi hanno impiegato un tempo per sfondare la resistenza maltese, poi hanno siglato due gol e potevano realizzarne altre. Infine bella vittoria degli azzurri sul campo di una Norvegia non irresistibile: in gol Simone Zaza e Leonardo Bonucci, che ha realizzato la sua terza rete in nazionale. 

Altri gol: nel gruppo B Cipro ha completato la rimonta sul campo della Bosnia; doppietta per Dimitris Christofi per quella che sarebbe la più clamorosa delle vittorie di giornata, visto il predominio della Bosnia in campo. Nel gruppo A invece prende il largo l'Islanda che ha messo al sicuro il successo contro la Turchia: a segno prima Gylfi Sigurdsson con un bel sinistro dal limite, poi l'attaccante Kolbeinn Sightorsson da dentro l'area. Due gol in due minuti per l'Islanda (76' e 77'). All'81 minuto un'altra doppietta, quella di Gareth Bale: calcio di punizione dai 20 metri circa e Galles in vantaggio su Andorra (gruppo B). Gol anche nel girone dell'Italia: raddoppio della Croazia su Malta, a segno la punta ventitreenne Andrej Kramaric.

Cambia il risultato a Praga: per il gruppo A Repubblica Ceca-Olanda 1-1. Gol realizzato da Stefan De Vrij con un bel colpo di testa all'angolino: per il difensore della Lazio è il secondo gol con la maglia oranje.

Primo gol dei secondi tempi, arriva dalla partita di Zagabria valida per il gruppo H (quello dell'Italia): Croazia-Malta 1-0, a segno il centrocampista del Real Madrid Luka Modric (46'). Il numero 10 croato ha battuto il portiere di Malta Hogg con un tiro di destro da fuori area, rimbalzato davanti all'estremo difensore prima di insaccarsi vicino all'angolino basso. Per Modric si tratta del nono gol in 77 presenze con la nazionale maggiore croata.

Questi i risultati al termine dei primi tempi: per il gruppo A Repubblica Ceca-Olanda 1-0, Islanda-Turchia 1-0. Per il gruppo B: Andorra-Galles 1-1, Bosnia-Cipro 1-1: in quest'ultima partita da registrare il pareggio cipriota ad opera dell'attaccante Dimitris Christofi (quarto gol in nazionale per lui). Gruppo H: Norvegia-Italia 0-1, Croazia-Malta 0-0. Ora sotto con i secondi 45 minuti.

Primi tempi in corso nelle partite di qualificazione a Euro 2016. Gruppo A: Rep.Ceca davanti contro l'Olanda per effetto del gol di Borek Dockal, 1-0 anche dell'Islanda in casa con la Turchia: a segno il diciannovenne Bodvar Bodvarsson. Nel gruppo B è 1-1 tra Andorra e Galles: i padroni di casa si sono portati in vantaggio con un calcio di rigore realizzato da Ildefons Lima; quest'ultimo (difensore centrale classe 1979) ha realizzato la rete numero 8 in nazionale diventando il miglior realizzatore nella storia di Andorra. A spegnere gli entusiasmi ha pensato Gareth Bale a segno con un bel colpo di testa su cross dalla sinistra. Nello stesso girone vantaggio della Bosnia su Cipro grazie a Vedad Ibisevic. Gruppo H: dopo il successo esterno della Bulgaria sull'Azerbaigian sta giocando l'Italia, che al 16' si è portata avanti sul campo della Norvegia grazie al primo gol di Simone Zaza. Reti ancora inviolate invece tra Croazia e Malta ma gli isolani sono in dieci: espulso per una manata di reazione il difensore Steve Borg.

Terminate le prime due partite di qualificazioni agli Europei 2016 in programma oggi: Kazakhstan-Lettonia 0-0 (gruppo A) e Azerbaijan-Bulgaria 1-2 (gruppo H). Tra pochi minuti iniziano tutte le altre gare: naturalmente riflettori puntati su Oslo dove si gioca Norvegia-Italia (clicca qui per seguire con noi), ma ci sono altre sfide interessanti come, ovviamente, Croazia-Malta del nostro girone, Repubblica Ceca-Olanda (gruppo A) e Islanda-Turchia (gruppo A).

Al minuto 87 a Baku, Azerbaijan 1 Bulgaria 2. A realizzare il gol che a questo punto dovrebbe valere i tre punti esterni è Ventsislav Hristov. Bel colpo per i bulgari, che devono tenere nei minuti di recupero per poter iniziare al meglio queste qualificazioni agli Europei 2016. Nell'altra partita (siamo nel gruppo A) Kazakhstan-Lettonia 0-0. 

Cambia ancora il risultato a Baku: per il gruppo H di qualificazione agli Europei 2016, Azerbaijan 1 Bulgaria 1. Se vogliamo il punteggio è sorprendente: Nazarov al 54' minuto mette a nudo i limiti della formazione bulgara, che aveva già deluso nelle qualificazioni ai Mondiali (anche allora era nel girone con l'Italia) non riuscendo nemmeno a centrare il playoff. Il risultato, dovesse tenere fino alla fine, sarebbe utile anche agli Azzurri che certo sono superiori a queste due nazionali ma vincendo in Norvegia potrebbero già scavare un solco alla prima partita. 

Si sblocca il primo risultato nella giornata di qualificazioni agli Europei 2016: al 14' minuto Azerbaijan 0 Bulgaria 1. Siamo nel girone degli Azzurri: la rete del vantaggio ospite viene realizzata da Ilijan Micanski che sfrutta l'assist di Iliev. 

Iniziano le prime due partite della giornata dedicata alle qualificazioni agli Europei 2016. Kazakhstan-Lettonia (gruppo A) e Azerbaijan-Bulgaria (gruppo H) erano in programma alle ore 18; attenzione rivolta in particolare al KM Stadionu di Baku, perchè si tratta di una sfida del girone dell’Italia. Gli Azzurri scendono in campo come noto alle ore 20:45 a Oslo contro la Norvegia (clicca qui per seguire con noi), alla stessa ora a Zagabria si gioca Croazia-Malta. Tra le altre partite della sera attenzione rivolta in particolare a Repubblica Ceca-Olanda (gruppo A). 

Risultati finali delle partite di lunedì 8 settembre: per il gruppo C Lussemburgo-Bielorussia 1-1, Spagna-Far Oer 5-1, Ucraina-Slovacchia 0-1; per il gruppo E Svizzera-Inghilterra 0-2, San Marino-Lituania 0-2, Estonia-Slovenia 1-0; per il gruppo G Montenegro-Moldova 2-0, Austria-Svezia 1-1. Nel girone C goleada della Spagna che ha dominato la Macedonia (nella ripresa esordio in nazionale A per il diciannovenne del Barça Munir El Haddadi), pareggio della Bielorussia che al 78' ha riacciuffato il punteggio sul campo del Lussemburgo, grazie al gol di Stanislav Dragun; infine colpo esterno della Slovacchia cui è bastato il gol nel primo tempo per espugnare l'Ucraina (nel concitato finale gol del portiere Pyatov annullato per carica sul collega slovacco Kozacik). Nel girone E bella vittoria dell'Inghilterra che a Basilea ha battuto la Svizzera con la doppietta di Danny Welbeck; negli altri match successo della Lituania a San Marino e dell'Estonia in casa con la Slovenia, grazie alla rete nel secondo tempo di Ats Purje. Infine il girone G che nel pomeriggio aveva registrato il poker della Russia sul Liechtenstein: la serata ha riservato il secco 2-0 del Montenegro ai danni della Moldova (in gol dopo Vucinic il difensore Zarko Tomasevic) e il pareggio per 1-1 tra Austria e Svezia, maturato già nel primo tempo. Le qualificazioni a Euro 2016 tornano domani (martedì 9 settembre 2014): scenderà in campo anche l'Italia per prima ufficiale di Antonio Conte, a Oslo contro la Norvegia. 

Proseguono le partite di qualificazione a Euro 2016. Nei minuti recenti solo due gol ma importanti: prima David Silva ha chiuso i conti in Spagna-Macedonia (4-1), poi Danny Welbeck ha portato in vantaggio l'Inghilterra sul campo della Svizzera (0-1), sbloccando una partita molto equilibrata.

Questi i risultati alla fine dei primi tempi: Montenegro-Moldova 1-0 (gol di Mirko Vucinic nel recupero), Austria-Svezia 1-1, Ucraina-Slovacchia 0-1, San Marino-Lituania 0-2, Lussemburgo-Bielorussia 1-0, Spagna-Far Oer 3-1, Estonia-Slovenia 0-0. Sono iniziati i secondi tempi su tutti i campi.

In corso i primi tempi delle partite di qualificazione a Euro 2016, i risultati: per il gruppo G Austria e Svezia sono ancora sull'1-1, pareggio anche tra Montenegro e Moldova che ancora non hanno sbloccato il punteggio. Per il gruppo E reti inviolate in Svizzera-Spagna ed Estonia-Slovenia, mentre al San Marino Stadium la situazione è San Marino-Lituania 0-2; a segno per la nazionale dell'est europeo l'attaccante Deivydas Matulevicius e l'ala Arvydas Novikovas, con un bel sinistro dopo una grande azione personale. Nel gruppo C la Spagna-Macedonia 2-1: in gol prima Sergio Ramos su rigore e poi Alcacer per le Furie Rosse, successivamente i macedoni hanno riparto i giochi con un altro rigore, realizzato da Ibraimi. Nelle altre partite del girone vantaggi Ucraina-Slovacchia 0-1 (rete della punta Robert Mak) e Lussemburgo-Bielorussia 1-0 (a segno il centrocampista Lars Gerson).

Al 12' minuto di gioco Austria-Svezia 1-1. Pareggio immediato della nazionale scandinava: l'autore del gol è Erkan Zengin, attaccante di origini turche classe 1985, che militanell'Eskisehrispor. Primo gol con la nazionale maggiore svedese per lui, alla sesta presenza.

Si sbloccano subito due risultati nella serata di qualificazione agli Europei 2016. Austria-Svezia 1-0, il gol a sorpresa dei padroni di casa, partiti fortissimo, è di David Alaba su calcio di rigore, procurato dallo stesso laterale del Bayern Monaco che ha trovato il braccio di un avversario su cross dalla sinistra. E ancora: San Marino-Lituania 0-1, al 5' minuto Deivydas Matulevicius mette dentro in allungo a centro area un cross dalla destra di Novikovas.

Terminata la prima partita del giorno (Russia-Liechtenstein 4-0), alle ore 20:45 iniziano tutti gli altri incontri validi per le qualificazioni agli Europei 2016. Spiccano Svizzera-Inghilterra, che si gioca a Berna, e Spagna-Macedonia; le Furie Rosse devono riscattare un Mondiale fallimentare e dimostrare di poter sparare le ultime cartucce con un gruppo che ha vinto tutto. Bella anche Ucraina-Slovacchia: siamo nel girone della Spagna e queste due dovrebbero giocarsi la posizione d’onore alle spalle degli iberici, con la terza che ha la necessità di fare quanti più punti possibile per evitare i playoff. In campo anche Austria-Svezia (i padroni di casa sperano nel ritorno alle grandi manifestazioni, c’erano nel 2008 come Paese ospitante); Montenegro-Moldova; Lussemburgo-Bielorussia; Estonia-Slovenia e San Marino-Lituania.

Risultato finale dall'Arena Khimki: Russia-Liechtenstein 4-0. Iniziano bene le qualificazioni a Euro 2016 per la nazionale russa, che ha liquidato senza troppi problemi (ma anche con un pò di fortuna) la pratica Liechteinstein conquistando i primi tre punti nel gruppo. Ora qualche minuto di pausa e poi alle 20:45 in campo tutte le altre partite di giornata. 

Al 65' minuto di gioco Russia-Liechtenstein 4-0. I russi dilagano e trova il gol anche Artem Dzyuba, attaccante classe 1988 dello Spartak Mosca. Accelerazione di Kokorin che entra in area dalla destra e tocca in mezzo sull'uscita del portiere: Dzyuba deve solo anticipare i difensori ed insaccare a porta vuota. Per lui è il primo gol in nazionale maggiore, alla quarta presenza.

Al 54' minuto di gioco Russia-Liechtenstein 3-0. La nazionale russa ha trovato il raddoppio al 50': percussione centrale di Dzagoev che ben imbeccato buca la difesa avversaria e prova il destro a tu per tu col portiere in uscita, Jehle respinge ma il difensore Franz Burmeier tocca nella propria rete sopraggiungendo di corsa. Al 54' minuto invece la Russia beneficia di un calcio di rigore: trattenuta di Mario Frick (ex Verona e Ternana) ai danni del neoentrato Artem Dzyuba e l'arbitro belga Delferiere non ha dubbi. Dal dischetto calcia il terzino Dmitri Kombarov che realizza di precisione la sua seconda rete in nazionale maggiore (28 presenze).

Al 4' minuto di gioco Russia-Liechtenstein 1-0 all'Arena Khimki. La nazionale allenata da Fabio Capello si è portiata rapidamente in vantaggio: il gol è stato realizzato dal difensore Sergey Ignashevich, con un destro potente da fuori area nettamente deviato dall'avversario Martin Buchel che ha spiazzato il proprio portiere. Per il trentacinquenne del CSKA Mosca si tratta del settimo gol in 102 presenze con la maglia della sua nazionale.

Al via le partire di qualificazione per i campionati europei del 2016, che si disputeranno in Francia. Le prime nazionali a scendere in campo sono la Russia allenata da Fabio Capello e il Liechtenstein guidato dall'austriaco Rene Pauritsch: si gioca all'Arena Khimki nell'omonima località russa, calcio d'inizio alle ore 18:00. Tutti gli altri match di giornata cominceranno alle 20:45. 

Si giocano oggi e domani altre partite valide per le qualificazioni agli Europei 2016. Siamo alla prima giornata: rivoluzione in seno alla UEFA, la prossima edizione del torneo continentale per nazioni vedrà ai nastri di partenza 24 squadre. Vale a dire il 44,4% delle partecipanti alle eliminatorie: un bel passo avanti rispetto alla prima edizione, quando in Francia erano in quattro e la fase finale consisteva in semifinali e finale. Segno dei tempi che cambiano, di un’Europa che si è allargata (ormai da più di due decenni) con la disgregazione dell’Unione Sovietica e la divisione della Jugoslavia e della necessità di aprire a un torneo globale con tante iscritte. Dunque saranno le prime due di ogni girone a qualificarsi per la fase finale in Francia; le migliori terze seguiranno, mentre le altre terze giocheranno i playoff in partite di andata e ritorno. L’Italia gioca alle 20:45 di martedì; è inserita nel gruppo H insieme ad Azerbaijan, Norvegia (che sfida a Oslo domani), Croazia, Malta e Bulgaria. Un girone non impossibile, anzi: salvo scossoni dovremmo centrare l’obiettivo per la sesta volta consecutiva (l’ultima volta in cui non partecipammo era il 1992, edizione giocata in Svezia e aperta a 8 nazionali). Partite interessanti quelle di domani: nel gruppo G apre alle 18 Russia-Lichtenstein con Fabio Capello a caccia della riscossa dopo il Mondiale fallimentare, poi alle 20:45 (orario di tutte le altre partite) Austria-Svezia (Zlatan Ibrahimovic ha appena toccato quota 50 gol in nazionale) e Montenegro-Moldova. I balcanici, chissà, potrebbero centrare un risultato storico perchè il gruppo è abbordabile (dipende dalla Svezia). Nel gruppo C si giocano invece Lussemburgo-Bielorussia (due squadre materasso), Spagna-Macedonia con il nuovo corso delle Furie Rossa che parte dal Mestalla di Valencia, e ancora Ucraina-Slovacchia che può essere una sorta di spareggio per la seconda posizione. Nel gruppo E invece in campo Estonia-Slovenia (i balcanici ci credono visto il girone), San Marino-Lituania con la piccola nazione baltica che potrebbe ambire al terzo posto pur sapendo che sarà complicato e Svizzera-Inghilterra, cioè le due formazioni che verosimilmente si giocheranno il primo posto nel girone e non dovrebbero avere problemi a qualificarsi a braccetto (Slovenia permettendo).