BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Totocalcio/ La schedina di domani, aspettando i risultati delle partite (domenica 11 gennaio 2015)

Pubblicazione:sabato 10 gennaio 2015

Foto Infophoto Foto Infophoto

TOTOCALCIO: SCHEDINA DI DOMENICA 11 GENNAIO ASPETTANDO I RISULTATI DELLE PARTITE - Il Totocalcio torna nelle case degli italiani con il concorso numero 2 dell’anno solare 2015. La schedina è quella di domani 11 gennaio 2015; si possono giocare un minimo di due colonne e un massimo di 8.192, obiettivo del gioco è quello di indovinare il “segno” di ognuna delle 14 partite (1 per vittoria della squadra di casa, X per il pareggio, 2 per vittoria della squadra in trasferta). Il margine d’errore è doppio, nel senso che si vince anche con il 12 o il 13 (naturalmente per ogni risultato indovinato si ottiene un punto). Nell’ultimo concorso, quello del 5 gennaio, nessuno è riuscito a ottenere 14; in 61.781 hanno fatto 13, mentre “solo” 1.992 giocatori hanno centrato il 12. Lo zero nella casella dei 14 significa che il montepremi previsto per la scorsa giocata si trasferisce a quella di domani, si somma al montepremi previsto e forma il nuovo jackpot in palio. Andiamo ora a vedere quali sono le partite inserite nel concorso numero 2, che racchiude sfide di Serie A e di Lega Pro (come noto la Serie B osserva oggi l’ultimo turno di riposo prima di riprendere con il girone di ritorno). Abbiamo dunque Atalanta-Chievo, Cagliari-Cesena, Fiorentina-Palermo, Verona-Parma, Roma-Lazio, Sampdoria-Empoli, Napoli-Juventus; e poi Ascoli-Pistoiese, Lecce-Lupa Roma, Novara-Monza, Torres-Pro Patria, Carrarese-Tuttocuoio, Messina-Barletta e Paganese-Matera. Mancano dalla schedina tre partite di Serie A, cioè i due anticipi del sabato e quello di domani alle 12:30; questo perchè sarà possibile giocare entro le 14:15 di domani e naturalmente le tre sfide saranno già andate in scena. Le due gare che spiccano sono il derby della capitale Roma-Lazio e Napoli-Juventus, che si rigioca a 20 giorni dalla Supercoppa Italiana; partite da tripla, come si diceva una volta (in realtà si dice ancora oggi).



© Riproduzione Riservata.