BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Pagelle/ Roma-Lazio (2-2): Fantacalcio, i voti della partita (Serie A 2014-2015 18^ giornata)

Pagelle Roma-Lazio: i voti della partita di Serie A, il grande derby della diciottesima giornata. I protagonisti, i migliori e i peggiori all'Olimpico: i giudizi per il Fantacalcio

(INFOPHOTO)(INFOPHOTO)

Roma-Lazio termina sul punteggio di 2-2. I migliori in campo sono Felipe Anderson per quanto riguarda la squadra biancoceleste e Totti per quella giallorossa. Deludono invece Nainggolan e Maicon da una parte e Radu e Cana dall'altra. Il fischietto di giornata si porta a casa la sufficienza al termine di un derby teso ma arbitrato con un buon metro di giudizio.

Roma-Lazio è 0-2 alla fine del primo tempo; decidono le reti di Stefano Mauri e Felipe Anderson. Roma-Lazio non è mai una partita banale. A maggior ragione quando la posta in palio del derby romano fa gola a entrambe le squadre. Già, perché questa volta, oltre all'onore e al prestigio all'interno della Città Eterna, c'è dell'altro. I giallorossi vogliono vincere per scavalcare momentaneamente la Juventus e portarsi al primo posto in attesa dell'impegno dei rivali contro il Napoli; i biancocelesti cercano invece il passo decisivo per entrare ufficialmente tra le grandi della Serie A. Un successo quest'oggi, infatti, blinderebbe ancora di più la terza posizione e, di conseguenza, il terzo posto per accedere ai preliminari di Champions League. È quindi in un Olimpico gremito che va in scena il derby numero 177 della storia. Subito le formazioni ufficiali. La Roma scende in campo con il classico 4-3-3: De Sanctis tra i pali quindi Maicon, Manolas, Astori e Holebas; a centrocampo Pjanic, De Rossi e Nainggolan; in attacco, ad affiancare il capitano Totti, Florenzi e Iturbe. Risponde Pioli con un offensivo 4-2-3-1; Marchetti in porta; Basta, De Vrij, Cana e Radu a formare il reparto arretrato; Biglia e Parolo formano la cerniera mediana mentre Candreva, Mauri e Felipe Anderson sono i tre fantasisti alle spalle dell'unica punta Djordjevic. La Roma non riesce fin da subito a liberare i propri palleggiatori; con Pjanic (5) e De Rossi (5) invischiati a centrocampo, orchestrare la manovra diventa complicato per i giallorossi. Giallorossi che soffrono maledettamente il pressing degli avversari. La Lazio infatti, pur giocando con tre trequartisti, riesce a ingabbiare il centrocampo giallorosso grazie al lavoro di sacrificio di Felipe Anderson (8) e Candreva (7). Al 2' è proprio quest'ultimo a scoccare il primo tiro del match; conclusione innocua sul fondo. Poco dopo però Candreva fa venire i brividi a De Sanctis (5,5). Siamo al 12' quando Astori (5) perde palla pressato da Djordjevic (6); la Lazio riparte rapida in contropiede con Candreva che dal limite dell'area rientra e lascia partire un fendente che termina fuori di non molto. Della Roma non c'è traccia: da registrare soltanto la punizione di Totti (5) rimpallata dalla barriera avversaria. Al 19'De Sanctis viene ancora impegnato con un tiro da fuori; questa volta è Parolo (6,5) a farsi notare con un bel destro stoppato dall'ex portiere del Napoli. Da un errore di Nainggolan (4,5) a centrocampo nasce la ripartenza della Lazio che porta  i biancocelesti in vantaggio; Felipe Anderson vola sull'out mancino e scodella in area per il taglio di Mauri (7). Holebas (4,5) non chiude e il capitano beffa De Sanctis con un tocco di prima. La Roma è in bambola e la Lazio ne approfitta raddoppiando al 28': la difesa giallorossa allontana male un pallone alto, Felipe Anderson raccoglie la sfera e lascia partire un tiro da fuori che termina ancora in rete.  Lazio padrona del gioco: Roma non pervenuta. Derby molto vivace all'Olimpico. Splendida l'atmosfera sugli spalti, discreta la partita offerta dalle due squadre con una Lazio nel primo tempo scatenata. Il big match del pomeriggio non delude - per ora - le aspettative. La squadra di Garcia è irriconoscibile. Marchetti praticamente mai impegnato; gioco lento e prevedibile. Difficile trovare un migliore in campo. La squadra giallorossa ha giocato malissimo ma Florenzi è uno dei pochi, se non l'unico, a salvarsi. Perde il pallone dal quale nasce il primo gol della Lazio. Si prende un giallo evitabile e non entra mai in partita. Straordinaria prova di forza dei biancocelesti che in 45' schiantano la Roma segnando due reti da ko. Ottima anche l'organizzazione in difesa.   Per ora è l'uomo derby: un gol e un assist all'attivo e tanto lavoro di contenimento in fase di non possesso. In difesa è un leone ma il nervosismo rischia di tradirlo. Si prende un giallo per un brutto fallo e per poco non rischia la seconda ammonizione.

ARBITRO (Orsato) 6 - Applica un metro di giudizio univoco. Non ammonisce Cana al 3' per un  duro intervento su Totti.