BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Chris Froome/ News, il ciclista di Sky: il Tour era un sogno, ho ancora fame. Con Wiggins nessun problema (13 gennaio 2015)

Chris Froome news: le parole del ciclista del Team Sky. Anche quest'anno punterà al Tour de France, sogno da bambino quando era in Kenya. I rivali Nibali e Contador, il rapporto con Wiggins

Chris Froome (Infophoto) Chris Froome (Infophoto)

CICLISMO: PARLA CHRIS FROOME (13 GENNAIO 2015) - Oggi Chris Froome ha concesso un'intervista a Sky Sport 24. Il corridore britannico, vincitore del Tour de France nel 2013, anche quest'anno punterà tutto sulla Grande Boucle. Naturalmente per adesso siamo solo alla prima fase della preparazione e il 'keniano bianco', insieme ai compagni di squadra del Team Sky, si trova a Maiorca per allenarsi con un clima favorevole. Ecco le sue parole: “Siamo in gennaio, è un po’ presto per andare forte, ma sono contento della mia condizione di forma. Abbiamo ancora tempo prima delle grandi corse ma il gruppo ha già fame in vista della prossima stagione”. Si parla del Tour: secondo nel 2012 dietro al compagno di squadra Bradley Wiggins, vincitore nel 2013, invece solo amarezze nel 2014, con il ritiro al quinto giorno dopo una incredibile serie di cadute in così poco tempo: “Quando ero piccolo, in Kenya, non avrei mai pensato di vincere un Tour de France. Dopo aver vinto il Tour, la mia vita è cambiata tanto. Sono cresciuto molto velocemente ed è stato un po’ difficile, perché tutto era nuovo, tutto era cambiato, anche la pressione del pubblico e della stampa. E’ stato difficile, ma questo è sempre stato il mio sogno fin da bambino. Durante l’ultimo Tour, sono caduto diverse volte perché avevo il polso e la mano rotte e dunque era difficile guidare la bici, ma normalmente non cado tanto. Nel ciclismo tutti cadono. Anche Nibali è caduto due volte durante il Mondiale l’anno scorso. Questo è il ciclismo”. Quest'anno non ci sarà più il dualismo interno con Wiggins, che ha come unico grande obiettivo su strada la Parigi-Roubaix prima di dedicarsi alla pista e al record dell'ora, ma naturalmente i rivali non mancheranno, da Vincenzo Nibali che punterà al bis in maglia gialla a Parigi ad Alberto Contador che invece punta alla clamorosa doppietta Giro-Tour, che non riesce dai tempi di Marco Pantani. Ecco le parole di Wiggins su questi temi: “Sicuramente Nibali va forte, forse ancora di più in salita quest’anno, come anche Alberto Contador durante l’ultima Vuelta. Wiggins ha scelto di continuare la sua carriera in pista, io invece rimango sempre sulla strada, ma mi auguro che tutto vada bene per lui. Non abbiamo bad feelings, lui ha la sua carriera e io ho la mia”. Ai microfoni di Sky ha parlato anche Sir Dave Brailsford, il general manager del team britannico: “Penso di avere a disposizione un gruppo molto forte, se considero proprio il supporto che questi corridori possono dare per i grandi giri. Alcuni di loro l’hanno già fatto. Il gruppo c’è e quello che mi piace è l’ambiente che si è creato fra i nuovi e i vecchi. C’è armonia ma anche fame di fare bene e questo è importante”.

© Riproduzione Riservata.