BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Australian Open 2015/ Tennis, il tabellone femminile: Sharapova la favorita, Williams e Halep subito dietro (tennis)

Pubblicazione:

Maria Sharapova, 27 anni, ha vinto gli Australian Open nel 2008  Maria Sharapova, 27 anni, ha vinto gli Australian Open nel 2008

ATTENZIONE A… VICTORIA AZARENKA Due volte consecutive campionessa agli Australian Open, numero 1 del mondo per 51 settimane, vera antagonista di Serena Williams per almeno due anni; poi il lungo stop per infortunio e la discesa nel ranking. Non è testa di serie, e dipenderà dalle condizioni del piede; però Vika è Vika, cioè una che può arrivare in finale schioccando le dita. Al primo turno ha Sloane Stephens: certo è dura, ma può battere l’americana quando vuole e poi continuare la sua marcia. La Wozniacki agli ottavi il primo ostacolo per capire le sue reali aspirazioni.

LE POSSIBILI SORPRESE: FLAVIA PENNETTA E VENUS WILLIAMS Due veterane che sanno come si vince, entrambe debilitate dal fisico e quindi mai certe di essere al 100%. La Williams arriva dalla convincente vittoria di Auckland e, con 7 Slam in bacheca, non può mai essere tagliata fuori dal discorso se dimostra di avere la condizione per giocarsela. La Pennetta è la nostra grande speranza: ha giocato i quarti degli Us Open e un anno fa, a inizio stagione, ha trionfato a Indian Wells. Attenzione però: ha subito il derby contro Camila Giorgi, una che può batterla, e il possibile incrocio con Venus (appunto) al terzo turno.

LE NUOVE LEVE Tantissime, a cominciare da Belinda Bencic che a nemmeno 18 anni e all’inizio del secondo anno da professionista è già testa di serie. Poi Garbine Muguruza, Karolina Pliskova (finalista a Sydney), Elina Svitolina lei pure testa di serie, e ancora giocatrici meno in vista ma che possono fare strada come Ana Konjuh, Aleksandra Krunic (ha battuto la Kvitova agli Us Open) e le orientali Saisai Zheng e Zarina Diyas. E altre ancora, che magari perderanno subito o supereranno solo un turno ma che sicuramente meritano attenzione perchè qualcosa l’hanno già dimostrata nel corso della loro carriera.

LE ITALIANE Della Pennetta abbiamo parlato; l’Australia in generale non ci ha mai detto bene ma Sara Errani, che negli Slam un po’ di strada l’ha fatta, ha un tabellone che sulla carta può spingerla ai quarti se non oltre (la Halep agli ottavi è lo scoglio più duro, poi avrebbe la Ivanovic). Karin Knapp è stata sfortunatissima: inizia con Simona Halep. Camila Giorgi come detto ha la Pennetta al primo turno e sarà già durissima, ma lei è la nostra scheggia impazzita perchè può battere chiunque e perdere da tutte. Ha pescato male anche Francesca Schiavone perchè Coco Vandeweghe è una delle tenniste in rapida ascesa, infine Roberta Vinci che non è testa di serie e se la vedrà con Bojana Jovanovski, un’avversaria che può battere.

(Claudio Franceschini)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.