BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Diretta / Algeria-Sudafrica (risultato finale 3-1): cronaca e tabellino (lunedì 19 gennaio, Coppa d'Africa 2015)

Diretta Algeria-Sudafrica: info streaming video e tv, quote, risultato live e cronaca della partita di Coppa d'Africa in programma lunedì 19 gennaio 2015, valida per il girone C

(INFOPHOTO) (INFOPHOTO)

L'Algeria apre la sua Coppa d'Africa con una vittoria, debuttando però malamente quanto a prestazione complessiva e dei singoli più attesi: il 3-1 finale, bugiardo vista la prova da applausi del Sudafrica di Mashaba, è firmato Ghoulam-Slimani, con autogol decisivo di Hlatshwayo però ad aprire ogni discorso. Fino a quel momento, al minuto 67, quasi solo 'Bafana Bafana' sul tabellino. Oltre al pregevole gol di Phala, che chiude alle spalle di Rais M'Bolhi un'azione spumeggiante di Rantie e Vilakazi, una pioggia di occasioni: nel primo tempo la traversa di Furman ed il destro di Jali parato dal portiere algerino, abile a stoppare in uscita bassa anche Vilakazi. Poi, dopo il gol a inizio ripresa, il rigore sprecato da Rantie, che incoccia la traversa e si perde sul fondo. A quel punto l'Algeria ha un sussulto d'orgoglio con Slimani, che sfiora due volte il pari di tacco e di testa, con doppio miracolo di Keet. Ci sarebbe dunque un'altra possibilità per dare il colpo di grazia ai tramortiti avversari per Rantie ma ancora una volta dal duello in area esce vincitore M'Bolhi. E' il momento chiave del match: i sudafricani iniziano a calare ed il colpo di testa di Hlatshwayo alle spalle del proprio portiere ribalta le prospettive: Ghoulam e Slimani approfittano nell'arco di pochi minuti di due incertezze clamorose del numero 1 avversario e la contesa si chiude qui. Vista la vittoria del Senegal sul Ghana nell'altro match del girone, dagli scontri incrociati di venerdì usciranno probabilmente già i primi verdetti del raggruppamento. (Luca Brivio)

L'Algeria di Gourcuff ha superato il Sudafrica, bello e sprecone - punito dalla prima Legge del Calcio, quella del 'gol sbagliato' - con punteggio che più "falso" non si può. Senza la sfortuna dei 'Bafana Bafana', sotto forma di rigore sbagliato, autogol, traverse e senza le occasioni clamorose divorate, il match avrebbe avuto infatti tutt'altro esito. Il merito innegabile della favorita Algeria, accreditata da molti come vincitrice di questa edizione, è stato quello di restare in partita pur tra mille sofferenze e sfruttare poi alcuni errori inguardabili di Keet. Peggio di così, come prestazione dei propri singoli ma anche di squadra, la squadra di Gourcuff difficilmente potrà fare: per questo le indicazioni, per il tecnico francese, sono decisamente positive. A patto di essere consapevoli si sia trattato di una vittoria molto fortunata. 

Algeria-Sudafrica è letteralmente esplosa dopo un primo tempo così cosi: partita bellissima nella ripresa soprattutto grazie ai sudafricani, spumeggianti e che continuano a sprecare però occasioni da mani nei capelli, a ripetizione. L'Algeria dopo aver traballato paurosamente, salvandosi con fortuna in più occasioni, ha trovato per caso - con autogol di Hlatshwayo - il momentaneo pareggio. Grazie a Ghoulam ed al suo mancino sul primo palo (con collaborazione di Keet) è poi arrivato addirittura il 2-1 in favore delle 'Volpi del deserto'. Finale a dir poco infuocato. 

Sudafrica in vantaggio sull'Algeria a inizio ripresa: azione spettacolare e a più tocchi di 'Bafana Bafana' al minuto 51 con chiusura affidata a Phala, per la prima volta in area e subito decisivo. Ma succede davvero di tutto nei primi minuti di gioco. Arriva infatti anche un rigore sbagliato da Rantie, dopo ennesima imbucata nella tremolante difesa algerina degli indavolati giocatori in maglia gialla e poi la prima vera occasione da gol per Slimani e l'Algeria. La punta dello Sporting Lisbona prima di tacco e poi di testa trova la risposta miracolosa di Keet.

Algeria e Sudafrica chiudono sul punteggio di parità e senza gol la prima frazione di gioco. Ottime le risposte sul piano tattico e agonistico dei 'Bafana Bafana', una vera e propria testuggine quasi imperforabile per il momento. Molto meno positivo invece il primo tempo dell'Algeria e dei suoi solisti d'eccezione: da Feghouli a Slimani, passando per Brahimi, davvero poca roba e pochissima intraprendenza. Si può dire che finora la favorita numero 1 della vigilia non abbia fatto divertire il pubblico nè spaventato le antagoniste che stanno seguendo con attenzione il match dell'Estadio de Mongomo.

Algeria-Sudafrica vive i primi "scossoni" a metà primo tempo: uno in particolare, l'unico acuto sudafricano, ha fatto letteralmente tremare la porta di Rais M'Bolhi. Un destro prepotente e quasi perfetto di Furman da fuori area è infatti planato direttamente sulla traversa, rimbalzando poi molto lontano a testimonianza della forza impressa sul pallone dall'unico giocatore di pelle bianca in campo per i 'Bafana Bafana' (oltre al portiere Keet). Da registrare anche l'infortunio che costringe il giovane Coetzee a lasciare il campo in barella ed in lacrime: al suo posto Nhlapo.

Algeria-Sudafrica è ferma sullo 0-0 dopo i primi minuti di gioco: poche occasioni finora anche se l'Algeria - squadra attesa da tutti al varco dopo l'ottimo Mondiale in Brasile - si fa preferire grazie ai tanti singoli di qualità. Ancora con le polveri piuttosto bagnate però Brahimi e Slimani, coppia d'attacco dalle grandi potenzialità. Sudafrica finora quasi interamente nella propria metà campo, pur senza soffrire granchè.

Diretta Algeria-Sudafrica: tutto pronto per le seconda partita di Coppa d'Africa in programma oggi e valida per il gruppo C. Algeria e Sudafrica sono pronte a sfidarsi all'Estadio de Mongomo, di seguito le formazioni ufficiali. ALGERIA (4-2-3-1): 23 Mbolhi; 20 Mandi, 12 Medjani, 5 Halliche, 3 Ghoulam; 14 Bentaleb, 8 Lacen; 7 Mahrez, 11 Brahimi, 10 Feghouli; 13 Slimani In panchina: 1 Doucka, 22 Zeffane, 2 Bouguerra, 6 Mesbah, 4 Cadamuro, 19 Taider, 21 Kashi, 9 Belfodil, 15 Soudani, 18 Djabou, 17 Kadir Allenatore: Christian Gourcouff SUDAFRICA (4-4-2): 1 Keet; 6 Ngongca, 11 Matlaba, Hlatshwayo, 2 Coetzee; 15 Furman, 5 Jali, 20 Manyisa, 18 Phala; Vilakazi, 23 Rantle In panchina: 22 Mabokgwane, 16 Khuzwayo, 8 Zungu, 19 Zwane, 7 Masango, 13 Sangweni, 9 Ndulula, 17 Parker Allenatore: Ephraim Mashaba Arbitro: Doue Noumandiez Desire (Costa d'Avorio)

Diretta Algeria-Sudafrica: la seconda partita valida per la prima giornata del girone C della Coppa d'Africa si gioca alle ore 20.00 all'Estadio de Mongomo, che sorge nell'omonima località situata nella parte orientale della Guinea Equatoriale, ai confini con il Camerun. Si tratta di una piccola cittadina, di soli 7.000 abitanti, anche se con i dintorni si arriva a circa 50.000, ma soprattutto ha dato i natali al presidente Teodoro Obiang, dal lontanissimo 1979 padre-padrone di questa piccola nazione, ex colonia spagnola. Curiosità: Pedro Obiang della Sampdoria è suo nipote. Lo stadio è uno di quelli che nel 2012 non ospitarono la Coppa co-organizzata con il Gabon, ma quest'anno la Guinea Equatoriale fa tutto da sola e dunque gli stadi utilizzati passano da due a quattro.

Prosegue la trentesima edizione della Coppa d'Africa in corso nella Guinea Equatoriale. Lunedì 19 gennaio 2015 si giocheranno le due partite valide per la prima giornata del girone C: alle ore 20:00 è in programma Algeria-Sudafrica, che sarà diretta dall'arbitro ivoriano Doue Noumandiez Desire (i guardalinee saranno il connazionale Songuifolo Yeo e Jean Claude Birumushahu del Burkina Faso). Teatro del match sarà l'Estadio de Mongomo, nell'omonima località posta sul confine Est della Guinea Equatoriale. Algeria e Sudafrica sono inserite nel gruppo C assieme a Ghana a Senegal, che si affronteranno sempre lunedì 19 gennaio ma alle ore 17:00. Entrambe le nazionali hanno vinto una volta la Coppa d'Africa: per l'Algeria l'edizione da ricordare è quella casalinga del ; nella finale contro la Nigeria le Volpi del deserto, che in attacco schieravano il 'Tacco di Allah' Rabah Madjer, ebbero la meglio grazie al gol di Cherif Oudani. Anche il Sudafrica ha trionfato in casa nel , quando sconfisse in finale la Tunisia per 2-0 con doppietta dell'attaccante Mark Williams. Tre giocatori di quella squadra si trasferirono in Italia nella stagione successiva (1996-1997): il difensore Mark Fish che passò alla Lazio, il centrocampista Erik Tinkler che venne acquistato dal Cagliari e l'attaccante Philemon Masinga, prelevato dalla Salernitana prima di affermarsi con il Bari. Tra gli altri eroi di quella Coppa d'Africa si ricordano il difensore ex Leeds Lucas Radebe e la punta Shawn Bartlett, protagonista con il Charlton dal 200 al 2006. L'Algeria può ragionevolmente considerarsi una delle squadre più forti nella Coppa d'Africa 2015 (clicca qui per le rose di tutte le squadre e il calendario della manifestazione): la selezione oggi allenata dal francese Christian Gourcouff ha ben figurato negli ultimi mondiali, in cui è arrivata fino agli ottavi costringendo la Germania ad un sudato 2-1 dopo i tempi supplementari. I giocatori di spicco sono il terzino del Napoli Faouzi Ghoulam, il centravanti dello Sporting Lisbona Islan Slimani e i talenti della trequarti, Sofiane Feghouli del Valencia e Yacine Brahimi del Porto. Ci sono anche altre due conoscenze della Serie A: Saphir Taider del Sassuolo ed Ishak Belfodil del Parma. Nelle qualificazioni alla Coppa d'Africa 2015 l'Algeria ha vinto per distacco il gruppo B, totalizzando 15 punti e precedendo Mali (9), Malawi (7) ed Etiopia (4). Bene anche il Sudafrica che nel gruppo A è arrivato primo a quota 12, davanti a Congo (10), Nigeria (8) e Sudan (3). La nazionale dei Bafana Bafana è composta da giocatori meno conosciuti rispetto al recente passato: tra i più quotati il portiere Darren Kent che milita nel Kortrijk in Olanda, il terzino destro Anele Ngongca di proprietà del Genk e l'attaccante Tokelo Rantle, primo con il Bournemouth nella Championship inglese. L'allenatore è il sudafricano Ephraim Mashaba, in panchina dall'anno scorso e già commissario tecnico alle Olimpiadi di Sydney 2000. Il ricambio anagrafico ha portato negli anni al congedo dai vari Aaron Mokoena, Siphiwe Tshabalala, Steven Pienaar e Siyabonga Nomvethe (ex Udinese), in rosa nei mondiali ospitati nel 2010. Il pronostico per la sfida di Mongomo pende dalla parte dell'Algeria, anche secondo le quote SNAI che valutano a 2 la vittoria delle Volpi del deserto (segno 1); 3,10 la quota per il pareggio (segno X), 3,70 quella associata al successo del Sudafrica (segno 2). Under quotato 1,45, Over 2,55, Goal 2,15 e NoGoal 1,63. La partita di Coppa d'Africa Algeria-Sudafrica sarà trasmessa in diretta tv dal canale Eurosport 2, il numero 211 del pacchetto Sky e 385 di Mediaset Premium; il sito www.eurosportplayer.it offrirà il servizio di diretta streaming video a pagamento, per seguire tutte le partite di Coppa d'Africa in tempo reale. Aggiornamenti sul risultato di Algeria-Sudafrica saranno disponibili sul sito ufficiale della CAF (Confederation Africaine de Football), www.cafonline.com, e sui social network ufficiali CAF / Africa Cup of Nations (Facebook) e @CAF_Online (Twitter).