BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Tennis ATP-WTA/ Al via la stagione 2015: pronostici, attese e speranze

Pubblicazione:venerdì 2 gennaio 2015 - Ultimo aggiornamento:venerdì 2 gennaio 2015, 15.26

Maria Sharapova (27) e Andy Murray (27): due protagonisti del 2015? Maria Sharapova (27) e Andy Murray (27): due protagonisti del 2015?

TENNIS, RIPARTE LA STAGIONE - Il tennis è ripartito. La stagione 2015 della racchetta apre ufficialmente i suoi battenti; il grande appuntamento è ovviamente quello degli Australian Open, a partire dal 19 gennaio. Il primo Slam della stagione è dietro l’angolo, ma prima ci sono i cosiddetti tornei di preparazione; naturalmente siamo già nell’emisfero Sud dove è estate, e a scaldare in vista di Melbourne penseranno Brisbane, Auckland e Sydney. Analizzare in poche righe i possibili temi di tutta una stagione è impresa certamente complicata; il tennis si gioca su tante superfici, all’aperto o indoor, in varie condizioni climatiche e in giro per il mondo. Gennaio potrebbe essere diametralmente opposto a maggio, o giugno non coincidere con novembre. Per come stanno adesso le cose, tuttavia, possiamo tracciare qualche punto focale e lanciare qualche pronostico o quantomeno speranza per l’anno che ci attende. 

NUMERO 1 - Novak Djokovic ha la possibilità di chiudere in vetta per la quarta volta negli ultimi cinque anni; il 2014 ci ha detto che se il serbo sta bene ha pochissimi rivali, e che soprattutto in autunno è vicino all’imbattibile. Unico problema: il rendimento negli Slam, perchè Nole arriva sempre in fondo ma non vince come potrebbe. Centrerà l’ottavo Major? Se chiedete a lui, vi risponderebbe che l’obiettivo è il Roland Garros: l’unico che ancora gli manca. 

VERSO I 20 SLAM - Serena Williams ha raggiunto Chris Evert e Martina Navratilova: 18 Slam, e non poteva che accadere a Flushing Meadows. Ma adesso si punta ai 20: impresa riuscita solo a Steffi Graf in era Open, alla tedesca e Margaret Court andando a leggere i dati anche prima del 1968. Ce la farà? Di solito Serena carbura intorno a giugno: prima è una giocatrice addirittura normale, poi diventa ingiocabile. E’ lei stessa la sua prima avversaria: se tiene fisicamente e si gestisce può anche centrare il Grande Slam stagionale, ma sarà difficile vederla trionfare in Australia dove il caldo ha un ruolo fondamentale. 

IMMORTALE - Roger Federer era dato per finito nel 2013. E’ risorto a nuova vita affidandosi a Stefan Edberg: due Master 1000 vinti, la Coppa Davis in bacheca, una finale a Wimbledon portata al quinto set e il ritorno al numero 2 del ranking. Alzi la mano chi ci avrebbe scommesso: vero che negli ultimi quattro anni è arrivato un solo Major, vero che oggi contro i big fa tanta fatica, ma intanto ha dimostrato che li può ancora battere. I suoi innumerevoli tifosi, e magari non solo, sperando di vederlo trionfare ancora quando conta di più; ha la classe per riuscirci e se il fisico lo sorregge ce la può davvero fare. E’ una delle grandi scommesse dell’anno. 

GRANDI RITORNI - Da una parte Rafa Nadal, che come nel 2013 rientra da un lungo stop per infortunio; allora il ginocchio, oggi l’appendicite. Dall’altra Victoria Azarenka, fermata da un problema al piede che di fatto l’ha costretta ai box per tutta la stagione. Entrambi ex numero 1, entrambi rivogliono lo scettro; se però per Nadal la scalata parte comunque dall’alto, per Vika è durissima perchè l’esplosione delle nuove leve le ha fatto perdere tante posizioni in classifica. L’augurio per entrambi è che possano tornare a trionfare; Nadal può vincere il decimo Roland Garros e il quindicesimo Slam (e avvicinare ulteriormente Federer), la Azarenka vuole il terzo Major in carriera e il ritorno nella Top Ten. Staremo a vedere. 


  PAG. SUCC. >