BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Pagelle/ Fiorentina-Atalanta (3-1): i voti della partita (Coppa Italia 2014-2015, ottavi di finale)

Le pagelle di Fiorentina-Atalanta 3-1, partita valida per gli ottavi di finale di Coppa Italia: i voti del match disputato allo stadio Artemio Franchi di Firenze mercoledì 21 gennaio 2015

(INFOPHOTO)(INFOPHOTO)

Sorrisi e ombre per la Fiorentina, al termine del match che qualifica i viola al prossimo turno di Coppa Italia: il 3-1 sull'Atalanta, targato Gomez (doppietta) e Cuadrado vale la sfida alla Roma nei quarti ma anche l'infortunio di Badelj – che sembra serio – e l'espulsione di Marcos Alonso che non ci sarà all''Olimpico'. Per l'Atalanta tante proteste per la direzione arbitrale di Valeri e qualche buona indicazione da alcuni singoli, Papu Gomez in primis.

Porta a casa il risultato voluto con una prestazione più che sufficiente ma non spumeggiante. Recuperando un Gomez in grado di essere decisivo sottoporta ed inserendo pienamente Diamanti nel motore il futuro è più luminoso.

Condizionata a livello psicologico, nervoso e di punteggio dall'errore iniziale dell'arbitro, cerca di risalire la china ma non è abbastanza forte da ribaltare un 3-0 in casa della Fiorentina. Diciamo che non tutte le colpe sono di Colantuono e dei suoi, stasera.

Non sappiamo come sarebbe andato il match senza la topica iniziale, che però è grave. Bocciato anche per un'altra serie di decisioni "minori" che innervosiscono ancor di più la gara.

Termina sul doppio vantaggio viola il primo tempo del 'Franchi' (voto partita 6,5) tra Fiorentina e Atalanta, 3-1. Ben quattro segnature in 45' di gioco, due delle quali dal protagonista tanto atteso dall'ambiente toscano, Mario Gomez (voto 6,5): niente di strepitoso, intendiamoci, ma il fatto che abbia riattaccato la spina del gol è incoraggiante per Montella (voto 6,5). In realtà buona parte della responsabilità circa il punteggio è da attribuire all'arbitro Valeri (voto 5), che fischia un rigore inesistente sullo stesso Gomez – trasformato da Cuadrado (voto 6,5) – e poi espelle anche Colantuono (voto 6), innervosito come tutta la sua squadra dalla svolta impressa al match dal sigillo del 2-0. Sul 3-0 e con la partita che sembra ormai finita, guizzo dell'Atalanta nel finale con un Papu Gomez (voto 6,5) uscito all'improvviso dall'anonimato: prima un tiro fuori di poco e poi lo splendido assist per Bianchi (voto 6) che trasforma in gol l'unico pallone toccato fino a quel momento. Bene pur tra grandi difficoltà anche Baselli (voto 6) tra gli ospiti.

Risultato fin troppo largo ed anche per meriti non propri (il rigore) ma corretto per quanto si è visto nel primo tempo. Il raggio di luna più sorridente è quello che bacia Gomez, ovviamente.  Nessun singolo è chiaramente sopra gli altri per la prestazione e allora le due giocate trovate dal tedesco ed il fatto che abbia segnato una doppietta dopo mesi (o anni) lo portano al riconoscimento.  Lento e a volte anche impreciso, può fare decisamente meglio in cabina di regia. Dalla formazione iniziale, una sorta di Atalanta-B, non si poteva intravedere granchè di diverso. Ma pesa come un macigno l'episodio del calcio di rigore, che cambia volto alla partita. Autore delle uniche due azioni offensive di tutto il primo tempo. Sulla prima sfiora il sigillo personale, sulla seconda mette in porta Bianchi.   Non la vede quasi mai, più i falli commessi rispetto ai passaggi indovinati o alle sponde riuscite. Male. Già distante, sembrava dovesse essere già a Cesena da ieri...