BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Pagelle/ Milan-Lazio (0-1): i voti della partita (Coppa Italia 2014-2015 quarti di finale)

Le pagelle di Milan-Lazio, partita valida per i quarti di finale della Coppa Italia 2014-2015: i voti del match disputato allo stadio San Siro martedì 27 gennaio 2015

(INFOPHOTO) (INFOPHOTO)

LE PAGELLE DI MILAN-LAZIO (COPPA ITALIA 2014-2015, QUARTI FINALE) - Ripresa difficile per i biancocelesti che nella ripresa devono giocare con un uomo in meno per l'espulsione di Cana. A inizio della seconda frazione Pioli manda in campo Novaretti per Cataldi, ma dopo pochi minuti deve fare a meno anche di Mauricio che si fa male in uno scontro con Berisha. Al suo posto entra Basta con Radu che va a giocare al centro e Konko a sinistra. I rossoneri segnano due reti, ma entrambe vengono annullate. La prima arriva dopo uno stop e un tiro meraviglioso di Pazzini sotto al sette, controllo fatto con una mano. Occasione anche per Cerci allo scadere che la butta dentro ma è in fuorigioco. La Lazio gioca di rimessa e ha anche le sue buone occasioni come il palo colpito clamorosamente da Keita;

VOTO PARTITA 5.5 - Partita brutta, con emozioni ma anche poca qualità e tanto agonismo. Ci si diverte, ma lo spettacolo non è sicuramente ad alto tasso tecnico;

VOTO MILAN 4 - Squadra senza idee che va avanti sperando di poter puntare su qualche giocata dei singoli. Dietro si balla, davanti invece ci sono pochi spunti o sincronismi. Inzaghi fallisce l'ultimo match ball? CLICCA QUI PER LE PAGELLE DEL MILAN

VOTO LAZIO 7 - Primo tempo di qualità e grande velocità, che porta al vantaggio. Secondo tempo di sofferenza in dieci in cui arriva comunque la qualificazione. Bene, ancora una volta. CLICCA QUI PER LE PAGELLE DELLA LAZIO

VOTO (Rocchi) 7 - Gestione oculata di diversi episodi. Nel primo tempo fischia un rigore giustissimo per la Lazio e non ha paura a sanzionare con un doppio giallo la stessa identica entrata di Cana. Nella ripresa annullate due reti al Milan una per fallo di mano e l'altra per fuorigioco, decisioni entrambe corrette.

LE PAGELLE DI MILAN-LAZIO (COPPA ITALIA 2014-2015, QUARTI FINALE): I VOTI DEL PRIMO TEMPO - La prima grande occasione ce l'ha Klose (6.5) lanciato dentro con Abbiati (6.5) che gli copre lo spazio e lo induce all'errore. Successivamente la Lazio parte in contropiede, palla lunga per Keita (5.5) con Abbiati che esce quasi a centrocampo in chiusura. Dall'altra parte invece fa sponda Pazzini (6.5) con Cerci (6) che calcia di sinistro impegnando Berisha (6). I biancocelesti trovano il vantaggio su rigore con Biglia (6) che trasforma l'estrema punizione guadagnata per un ingenuo fallo di mano di Albertazzi (5); VOTO PARTITA 6 - Gara poco qualitativa, giocata sugli errori degli avversari. Non riesce a tenere alta la tensione la squadra di casa, con gli avversari che si muovono negli spazi; MILAN 5 - Dietro si balla, mentre davanti Pazzini gioca bene ma c'è poca vivacità e poco sostegno dal centrocampo; MIGLIORE MILAN PAZZINI 6 - Nessuna grande occasione per la punta che però al centro fa spessore e fa salire la squadra, cercando spesso di tenere palla spalle alla porta ed è bravo nelle sponde come nell'occasione per Cerci; PEGGIORE MILAN ALBERTAZZI 5 - Viene messo dentro dopo molto tempo, in difficoltà evidenti balla per tutto il primo tempo fino a che con un colpo di mano regala un rigore alla Lazio; LAZIO 6.5 - I biancocelesti raccolgono meno di quanto potevano, la squadra rimane troppo bassa ma quando riparte non è incisiva e segna solo su calcio di rigore. Pesa il rosso di Cana sulla valutazione complessiva del primo tempo; MIGLIORE LAZIO PAROLO 7 - Giocatore di grande qualità in mezzo al campo si sente il suo peso. Strepitoso il suo recupero al centro dell'area su Pazzini; PEGGIORE LAZIO CANA 4 - Lascia in dieci i suoi per un doppio e inutile fallo a centrocampo da dietro. Rosso che mette in salita la ripresa per la squadra di Pioli; VOTO (Rocchi) 7 - Non ha paura a dare un doppio giallo giustissimo in pochi minuti a Cana per un fallo praticamente identico. Il rigore pure è giusto, perfetta la direzione; 

M.F.