BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Pagelle/ Corea del Sud-Australia (1-2 d.t.s.), i voti della partita (finale Coppa d'Asia 2015)

Pagelle Corea del Sud-Australia: i voti della partita, finale della Coppa d'Asia 2015 a Sydney. I protagonisti, i migliori e i peggiori: tutti i giudizi (sabato 31 gennaio)

Infophoto Infophoto

Centoventi minuti di colpi di scena, di (pochi) lampi e tanta tattica e l'Australia è campione d'Asia per la prima volta nella storia, dopo 4 coppa d'Oceania ed il cambio di federazione del 2006. Vendicata, ai danni della Corea del Sud, la finale persa ai supplementari 4 anni fa contro il Giappone, con un trionfo arrivato proprio nei 30 minuti di additional time: decisivo James Troisi, meteora bianconera (Juve), che regala ai tifosi di Sydney una gioia storica.

Nel complesso partorisce un match non sufficiente per imporsi nella serata più importante: incassa 2 gol dopo essere riuscita a non subirne neppure uno per tutto il torneo. E perde il primo match dopo aver raddrizzato la finalissima con un gol spezza-gambe per gli avversari al minuto 91; dopo 5 vittorie tra girone e fase ad eliminazione diretta.  La forza mentale dei 'Socceroos', autori di una partita parimenti non trascendentale, è impressionante: l'1-1 subito proprio all'ultimo respiro avrebbe abbattutto un toro. Postecoglou e i suoi ragazzi si sono meritati il trionfo.  Mai pienamente in controllo della partita, mancano un'espulsione contro ed un rigore a favore dell'Australia. Non è parso l'uomo giusto nel posto giusto, detta un pò severamente ma onestamente.

Al termine di un primo tempo (voto 6) dapprima molto "tattico" e poi sorprendente sul finale, l'Australia è avanti 1-0 grazie a Luongo (voto 6,5), guizzante e letale con uno spunto – l'unico della sua partita – a trequarti. Per la Corea del Sud una beffa proprio alla scadere, dopo alcune ottime occasioni, in particolare una punizione al limite dell'area sfruttata male. Gli uomini di Stielike (voto 6,5) hanno una chiara identità di squadra, evidente soprattutto per la fase difensiva quasi perfetta: quello di Luongo è il primo gol subito in questa competizione. Da parte sua Postecoglou (voto 5,5) si affida invece quasi unicamente alle giocate dei singoli, che per la verità possono essere decisive: bene tra i 'Socceroos' Leckie (voto 6,5), il più intraprendente e rapido del tridente. Ancora un pò apatico, come in semifinale, Tim Cahill (voto 6), che impegna il portiere avversario Kim (voto 6) solo in una occasione.

VOTO COREA DEL SUD 6,5 – Non merita assolutamente lo svantaggio, anzi ai punti probabilmente sarebbe avanti. Nel calcio però non basta, spesso, la sola organizzazione difensiva: nella ripresa dovrà ricominciare dall'ottimo quarto d'ora finale, scoprendosi un pò e rischiando. MIGLIORE COREA DEL SUD SON HEUNG-MING VOTO 6,5 – Può fare meglio, è il più talentuoso e pericoloso tra i 22 in campo. Quando riesce a partire e trova lo spazio giusto è imprendibile. PEGGIORE COREA DEL SUD LEE JUNG-HYUP VOTO 5 – Si vede troppo poco in avanti, dovrebbe essere il riferimento offensivo ma non tocca quasi palla e – a parte il lavoro in pressing – è da bocciare.VOTO AUSTRALIA 6 – Meno bene degli avversari in termini di prestazione di squadra ma il lampo di Luongo per ora è decisivo. Come in semifinale è sorniona ma sempre letale nei colpi a freddo, quelli più dolorosi. MIGLIORE AUSTRALIA LUONGO VOTO 6,5 – Assieme a Leckie è il migliore tra i suoi: la palma va al numero 21 perchè ovviamente un gol in finale è sempre tanta roba. La sensazione è che però non sarà la zampata risolutiva. PEGGIORE AUSTRALIA KRUSE VOTO 5 – Mai pericoloso, non trova le giocate richieste ad un numero 10 e assiste poco Cahill in fase di conclusione.