BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Pagelle/ Cesena-Napoli (1-4): Fantacalcio, i voti della partita (Serie A 2014-2015, 17^ giornata)

Pagelle Cesena-Napoli: i voti della partita di Serie A, posticipo della diciassettesima giornata. I protagonisti, i migliori e i peggiori al Manuzzi: tutti i giudizi per il Fantacalcio

Mimmo Di Carlo (Infophoto)Mimmo Di Carlo (Infophoto)

Il Napoli distrugge il Cesena in terra romagnola vincendo per 1-4 al Manuzzi. Primo tempo concluso in vantaggio per 0-2 grazie a Callejon e Higuain. Nella ripresa ancora Higuain e uno sfortunato autogol celebrano la prima vittoria del 2015 dei partenopei. Nel finale Franco Brienza sigla la rete della bandiera.

La squadra bianconera parte bene chiudendosi bene nella propria metà campo e riuscendo a neutralizzare efficacemente i tentativi degli ospiti. Un paio di disattenzioni però condannano i padroni di casa a un ruolo secondario. L’attenzione cala dopo il 60esimo e gli avversari ne approfittano.

Primo tempo poco convincente, ma la qualità di Callejon, Hamsik e Higuain permette di trasformare in oro le occasioni raccolte. Nella ripresa la prestazione collettiva migliora, ma valutazioni generali sono rimandate al prossimo turno contro la Juventus.

Nel primo tempo gli azzurri reclamano un rigore per un tocco di mano malandrino di Capelli. Episodio dubbio. Per il resto gara controllata con carattere e sicurezza.

Cesena - Napoli ha chiuso il primo tempo sul parziale di 0-2. Decidono finora le reti di Josè Callejon e Gonzalo Higuain. Di Carlo schiera i romagnoli con il 3-5-2. Davanti a Leali si dispongono Capelli, Magnusson e Lucchini. Sugli esterni Giorgi e Mazzotta, mentre a centrocampo ritroviamo Valzania, Zè Eduardo e Cascione. In attacco Franco Brienza a supporto di Hugo Almeida. Benitez lascia in panchina il nuovo arrivato Strinic, scegliendo Britos come terzino sinistro. Il reparto difensivo è composto da Maggio, Albiol e Henrique (preferito a Koulibaly). Muscoli e quantità a centrocampo garantiti da Gargano e David Lopez, mentre in attacco Benitez preferisce De Guzman a Mertens. Hamsik e Callejon sulla tre quarti pronti a supportare Higuain, unica punta nel 4-2-3-1 disegnato dal tecnico spagnolo. Il Napoli prende subito in mano le redini del gioco, ma non riesce a trovare spazi per concludere. D’altro canto i romagnoli si compattano bene in fase difensiva, costruendo un 5-4-1 difficile da scardinare. Di Carlo richiama spesso i suoi ordinando una pressione alta che disorienta i tenori azzurri che molte volte finiscono in off-side. Al 14esimo Brienza ci prova con un colpo di testa facilmente controllato da Rafael. L’aggressività dei padroni di casa cresce con il passare del tempo e gli ospiti non riescono a giocare palla a terra. Valzania, giovane debuttante classe 1996, ci prova da fuori area dopo un parapiglia ma non trova lo specchio. Anche Hugo Almeida ci prova di testa, ma il suo tentativo è troppo debole per battere Rafael. Nel momento migliore del Cesena, è il Napoli a trovare il gol. Higuain irrompe caparbiamente in area provocando un batti e ribatti che premia Callejon che carica il destro e fa secco Leali. La reazione dei bianconeri non si fa attendere: Mazzotta ci prova senza precisione da fuori area dopo una bella uscita alta di Rafael. Nel finale di tempo suicidio Cesena. I romagnoli sonnecchiano dopo aver provato a distendersi per vie centrali. Rafael serve Hamsik che lancia lungo pescando Higuain che brucia Lucchini e Magnusson. L’argentino si presenta davanti a Leali, lo scarta e a porta vuota conclude trovando il raddoppio. Vedremo se nella ripresa i padroni di casa sapranno rimettere in discussione l’esito del match. VALZANIA 6,5 LUCCHINI 5 HAMSIK 6,5 DAVID LOPEZ 5,5 (Francesco Davide Zaza – twitter@francescodzaza)