BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Diretta/ Israele-Cipro (risultato finale 1-2) info streaming video e tv: impresa dei ciprioti! (oggi sabato 10 ottobre 2015, qualificazioni Euro 2016)

Diretta Israele-Cipro, info streaming video e tv, quote, risultato live della partita in programma sabato 10 ottobre 2015 a Gerusalemme, valida per le  qualificazioni a Euro 2016 (girone B)

(INFOPHOTO) (INFOPHOTO)

Impresa di Cipro che a Gerusalemme batte i padroni di casa di Israele 1-2 e ritorna addirittura in corsa per il terzo posto, che dà accesso ai play-off che assegneranno gli ultimi quattro posti disponibili per la fase finale di Euro 2016: uno scenario impensabile all'inizio delle qualificazioni. Nel finale Israele tenta il tutto per tutto per acciuffare il pareggio in extremis, ma il vantaggio di Cipro non è mai stato seriamente in discussione. Con i tre punti acquisiti stasera, Cipro resta al quinto posto nella classifica del gruppo B pur salendo a quota 12, Israele quarto a 13 e Bosnia terzo (grazie alla vittoria sul Galles) a 14: queste tre squadre si giocheranno i playoff nell'ultima giornata in programma.  

A cinque minuti dalla conclusione, cambia ancora il punteggio dell'incontro tra Israele e Cipro, con la nazionale ospite che conduce 1-2. Al 76' Israele pareggia i conti con il super gol di Bitton che riceve il pallone e non ci pensa due volte a far partire il tiro diretto verso l'incrocio dei pali, dove Giorgallides non può assolutamente arrivare: 1-1, palla al centro e tutto da rifare per Cipro che si era portato in vantaggio con Dossa Junior. Ma nel giro di pochi minuti la nazionale ospite torna incredibilmente avanti con Demetriou che approfitta degli enormi spazi lasciati in difesa da Israele, interamente nella metà campo avversaria alla ricerca del 2-1. Si preannuncia un finale al cardiopalma, con il risultato che potrebbe cambiare nuovamente da un momento all'altro.  

Quando siamo giunti al venticinquesimo del secondo tempo è cambiato il punteggio dell'incontro tra Israele e Cipro, con la nazionale ospite momentaneamente in vantaggio. Nel miglior momento di Israele, è Cipro a portarsi inaspettatamente in vantaggio con Dossa Junior che su assist di Laban, che ha battuto un calcio di punizione, batte Marciano e segna il gol dello 0-1. Nell'esultare, Dossa Junior si toglie la maglietta e verrà così ammonito dall'arbitro, un cartellino giallo comunque evitabile per lui. Doccia israeliana che ora devono inventarsi qualcosa da tirar fuori dal cilindro per ritornare in parità.  

Anche a Gerusalemme è cominciata la ripresa del match tra Israele e Cipro: al decimo del secondo tempo il punteggio tra le due nazionali è sempre di 0 a 0. Cambio nelle fila di Cipro: entra Charalambides, esce Makris. Anche in questo inizio di secondo tempo assistiamo a una partita equilibrata, con occasioni sia da una parte che dall'altra. Israele, in particolare, avrebbe una buona occasione su calcio di punizione che però non riesce a sfruttare come dovrebbe. Cipro cerca di difendere con le unghie e con i denti il pareggio, ma non rinuncia ad attaccare in contropiede.  

Quando mancano trecento secondi all'intervallo, il punteggio dell'incontro tra Israele e Cipro, quando sono trascorsi quaranta minuti dal fischio d'inizio, è sempre di 0 a 0. Smentendo i pronostici che davano Israele nettamente favorita, Cipro non ci sta a fare la parte della vittima sacrificale e prova a mettere in difficoltà gli avversari, con gli israeliani che non trovano il modo di sbloccare il risultato. Cipro, inoltre, guadagna una sequenza di tre calci d'angolo consecutivi, stazionando così nella metà campo israeliana il cui reparto difensivo fatica a contenere le avanzate dei giocatori ciprioti.  

Giunti al venticinquesimo minuto del primo tempo, il punteggio dell'incontro tra Israele e Cipro non è cambiato, siamo ancora fermi sullo 0 a 0. È la nazionale israeliana a fare la partita, ma i giocatori ciprioti non si tirano indietro e spesso si affacciano nell'area di rigore avversaria, arrivando addirittura a sfiorare il gol dello 0-1 con Efrem che calcia in porta e costringe Marciano a una parata spettacolare per non far entrare il pallone in rete.  

Al decimo minuto del primo tempo, il risultato dell'incontro tra Israele e Cipro è fermo sullo 0 a 0. Vittoria obbligata per entrambe le formazioni, Israele è terzo e quindi potrebbe accadere agli spareggi oppure qualificarsi direttamente come miglior terza, Cipro ha bisogno dei tre punti per rimanere matematicamente in corsa. Nazionale di casa vicina al gol con un calcio di punizione da posizione interessante che viene però ribattuto dalla difesa avversaria, Cipro pericoloso in contropiede ma senza creare occasioni da gol.  

Tutto è pronto per il fischio d'inizio della partita delle qualificazioni europee fra Israele e Cipro, andiamo allora a vedere quali sono le due formazioni ufficiali scelte dagli allenatori di queste Nazionali del girone B. ISRAELE (4-4-2): 18 Marciano; 2 Dasa, 21 Tibi, 3 Ben Haim I, 20 Ben Harush; 4 Bitton, 8 Kayal, 7 Zahavi, 12 Ben Haim II; 14 Vermouth, 9 Dabbur. Allenatore: Gutman. CIPRO (4-3-3): 1 Giorgallides; 5 Demetriou, 2 Dossa Junior, 19 Laifis, 15 Antoniades; 23 Nikolaou, 14 Laban, 13 Makridis; 17 Efrem, 9 Mytidis, 21 Makris. Allenatore: Christodoulou. 

Due squadre tatticamente improntate alla prudenza: questo sono Israele e Cipro, con il 5-4-1 del commissario tecnico israeliano Gutman che si contrappone al 4-5-1 dell'allenatore cipriota Christodoulou. Uno schema che ha fatto la fortuna di Israele in queste qualificazioni europee, considerando che la Nazionale mediorientale (ma affiliata all'UEFA) ha lottato a lungo per i primi due posti, prima di cadere indietro in classifica a causa della tripla sconfitta contro Galles, Belgio e Bosnia. Cipro ha ottenuto due successi contro Andorra e soprattutto una sorprendente vittoria, alla seconda giornata delle qualificazioni, in casa della Bosnia che di fatto fa ancora da ago della bilancia nella corsa ai primi tre posti del raggruppamento.

È una sfida decisiva. Almeno per Israele che si gioca gli spareggi nelle qualificazioni agli Europei del 2016. Un traguardo ambizioso che sembrava difficile per la Nazionale israeliana, inserita in un girone molto competitivo con Bosnia e Belgio. Proprio i bosniaci però non sono riusciti a tenere fede alle aspettative, ma si è inserito nel contempo un Galles capace di prendere la vetta e di rendere straordinariamente competitivo il girone. Alla fine gallesi e belgi sembrano lanciati verso la qualificazione diretta, mentre gli israeliani si giocheranno il terzo posto con i bosniaci, con due punti da difendere nelle ultime due giornate.

Sabato 10 ottobre 2015 alle ore 20.45, Israele affronterà dunque un match da non fallire assolutamente contro Cipro, che ha a sua volta affrontato dignitosamente l'appuntamento delle qualificazioni, con tre vittorie nelle otto partite finora disputate. Il movimento calcistico nell'isola è in grande sviluppo, ed anche le squadre di club si sono rese protagoniste di straordinari exploit come l'accesso ai quarti di finale di Champions League (ci è riuscito l'APOEL Nicosia nel 2012).

La Nazionale non è sembrata ancora pronta per raggiungere la fase finale di una grande competizione, ma di sicuro Israele non avrà la strada spianata in una sfida che mette comunque in palio punti vitali per il raggiungimento del terzo posto.

Di seguito le probabili formazioni che si fronteggeranno sabato sera. Israele in campo con Marciano tra i pali, Dasa terzino a destra e Ben Harush a sinistra, con Ben Haim, Dgani e Tibi a comporre il pacchetto centrale. A centrocampo l'ex Palermo Zahavi, che con i suoi gol ha trascinato il Maccabi Tel Aviv alla fase a gironi di Champions League, presidierà la corsia laterale di destra e Kayal quella di sinistra, con Natcho e Bitton che si muoveranno per vie centrali alle spalle dell'unica punta, il centravanti Dabbur.

Cipro invece dovrebbe scendere in campo con una difesa a quattro davanti all'estremo difensore Georgallides, composta da destra a sinistra da Demetriou, Laifis, Dossa Junior e Antoniades. A centrocampo Charalambidis occupera la corsia esterna di destra e Makris la mancina con Economides, Nikolau e Makrides che formeranno invece la cerniera mediana. In attacco, unica punta Mytidis.

Israele manca ad una grande competizione per nazioni addirittura dal 1970, quando partecipò al mondiale messicano (peraltro inserito nello stesso girone dell'Italia poi finalista). La nazionale di Gutman sembra in grado di potersi giocare almeno la chance degli spareggi, ma bisognerà battere necessariamente Cipro per poi giocarsi tutto nell'ultima sfida in casa del Belgio, che battendo Andorra potrebbe arrivare all'ultima giornata con la qualificazione già in tasca. Le quote delle principali agenzie di scommesse vedono i padroni di casa nettamente favoriti, con la vittoria interna israeliana quotata 1.55 da William Hill. Snai offre ad una quota di 4.05 l'eventuale pareggio, mentre Paddy Power propone ad una quota di 6.75 l'eventuale colpaccio esterno dei ciprioti.

Fischio d'inizio alle ore 20.45 di sabato 10 ottobre 2015, per un Israele-Cipro che potrebbe essere decisivo per la qualificazione agli spareggi ad Euro 2016, previsti per il prossimo mese di novembre. La partita non sarà trasmessa integralmente in diretta tv nè in diretta streaming video da canali italiani; Sky offrirà però il programma Diretta Gol Qualificazioni Europei 2016, che andrà in onda sul canale Sport 1 HD (il numero 201) ed offrirà aggiornamenti in tempo reale sull'andamento dei match. Aggiornamenti live saranno disponibili anche sul sito ufficiale dell'UEFA, www.uefa.com.

© Riproduzione Riservata.