BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Diretta/ Italia-Croazia (risultato finale 3-0) streaming video Rai.tv e cronaca. Strapotere azzurro! (Europei volley 2015 girone B, 10 ottobre)

Diretta Italia-Croazia streaming video Rai.tv, quote, risultato live della partita di pallavolo valida per gli Europei di volley 2015 girone B a Torino (oggi sabato 10 ottobre)

Infophoto - immagine di repertorio Infophoto - immagine di repertorio

L'Italia si aggiudica anche il terzo set con il punteggio di 25-19 e batte la Croazia 3-0 conquistando di fatto la certezza di poter partecipare quanto meno ai play-off che determineranno i quarti di finale degli Euroopei di pallavolo maschile 2015. L'ultimo parziale, come confermato da un punteggio che avrebbe potuto essere ben più largo, è quello più semplice per i ragazzi di coach Blengini, che riescono fin da subito a scappare via nel punteggio soprattutto grazie ad uno scatenato Osmany Juantorena, affiancato in attacco da un sempre devastante Ivan Zaytsev, e da un Matteo Piano in serata di grazia a muro. La Croazia cerca di reggere l'urto azzurro finché può, prima di crollare sotto i missili di Lanza e compagni, che benficiando di una regia ispiratissima come quella di Giannelli, riescono a bombardare alla perfezione una difesa come quella balcanica spesso imprecisa e non all'altezza. A questo punto, dopo due successi consecutivi al PalaVela di Torino contro Estonia e Croazia senza aver lasciato per strada neanche un set, gli azzurri si appresetano ad affrontare la Francia nell'ultima gara del girone con l'intento di conquistare la vetta del gruppo B e di entrare a far parte così di diritto delle 8 migliori nazionali d'Europa. Appuntamento a domani quindi per Italia-Francia, sfida decisiva per il cammino degli azzurri!

Anche il secondo set della seconda partita del girone B degli Europei di pallavolo maschile 2015 arride all'Italia che riesce a portarsi sul 2 a 0 contro la Croazia. L'avvio di secondo parziale si caratterizza per un andamento altalenante, che vede prima scappare avanti l'Italia, poi la Croazia e infine nuovamente gli azzurri. Scossi da uno splendido muro a uno di Zaytsev, la nostra nazionale non molla più la testa del set, e dopo essere arrivata al primo time out tecnico sotto 8-7, nel secondo si ritrova sopra di due lunghezze, 16-14. Da lì in poi sale in cattedra Osmany Juantorena, che se da una parte si rende protagonista di servizi allo stesso tempo potenti e chirurgici, dall'altra beneficia del prezioso lavoro di Simone Giannelli in cabina di regia e schiaccia a terra diversi palloni nei momenti topici del set! Nonostante un calo di concentrazione sul finire del set che ricorda molto quello andato in scena nel precedente parziale, l'Italia riesce comunque ad aggiudicarsi il secondo periodo con il punteggio di 25-21 in relativa scioltezza. Testa ora al terzo set, parziale fondamentale per evitare rischi e risparmiare energie.   - 

La sfida tra Italia e Croazia, secondo appuntamento del girone B degli Europei di pallavolo maschile 2015 inizia bene i nostra portacolori. Il primo set termina infatti 25-23 in favore degli azzurri, sebbene siano i croati a partire meglio in avvio di match, con servizi vincenti ed errori in attacco dei nostri che confezionano un provvisorio e inatteso 5 a 2 ospite. Al primo time out tecnico si arriva sull'8-5 per la Croazia, ma subito dopo l'interruzione l'Italia riesce a riportarsi in parità grazie agli attacchi vincenti Juantorena e ai regali in zona offensiva dei croati. I balcanici subiscono il colpo e il duo Juantorena-Buti ne approfitta per concretizzare il sorpasso! Da lì in poi è quasi un dilagare dell'Italia, che ha anche il "tempo" di addormentarsi e di farsi annullare 3 set point, prima di chiudere il primo parziale in proprio favore grazie all'attacco vincente di Pippo Lanza!

Sta per cominciare a Torino. Per gli azzurri è la seconda partita nel girone B degli Europei di pallavolo maschile 2015. Una partita certamente da vincere contro una squadra che sulla carta è senza dubbio inferiore alla Nazionale del c.t. torinese Gianlorenzo Blengini, per rimanere a punteggio pieno come è già riuscito alla Francia, che però ha avuto bisogno di quattro set per superare l'Estonia (3-1). In vista dell'atteso scontro diretto di domani, intanto l'Italia è chiamata a rispondere a distanza, possibilmente vincendo sprecando meno energie possibili. Ma adesso è giunto il momento di scendere in campo: la parola al PalaVela! 

È il secondo impegno della Nazionale di pallavolo agli Europei di volley 2015. In avvicinamento a questa partita, ecco le dichiarazioni rilasciate alla Gazzetta dello Sport da uno degli azzurri più attesi, lo schiacciatore classe 1991 Filippo Lanza: “Siamo felici di poter giocare in casa, dobbiamo sfruttare al 100% questa occasione e vogliamo farlo vedere ai nostri tifosi. Vogliamo arrivare lontano. Ci siamo detti che dobbiamo ricreare tutte le situazioni che avevamo messo insieme in Coppa del Mondo, dopo la qualificazione olimpica in questo Europeo voglio vedere quanto squadra siamo”. Una grande differenza per Lanza, che all'Europeo 2013 spesso andava in tribuna: “Sono cambiate tante cose e da molti punti di vista. Ho avuto grosse possibilità e sono molto contento di quello che mi è capitato”.  - 

È il secondo impegno della Nazionale di pallavolo agli Europei di volley 2015. Per gli azzurri l'avversario odierno sarà la Croazia, squadra che in campo maschile ha pochissima tradizione. Naturalmente fino ai primi anni Novanta faceva parte della Jugoslavia unita, ma dopo l'indipendenza i risultati dei croati sono stati decisamente deludenti, con due sole partecipazioni agli Europei. Il miglior risultato è l'ottavo posto del 2005, unica volta in cui la Croazia arrivò ai quarti, per il resto c'è solamente il quattordicesimo posto di due anni dopo, dunque i croati tornano agli Europei dopo otto anni d'assenza. Inoltre la Nazionale slava non ha mai partecipato alle Olimpiadi e una sola volta ai Mondiali, nel 2002, ma senza lasciare il segno. Insomma, rivale decisamente più temibile in campo femminile. Il campo confermerà i numeri?

, secondo impegno della Nazionale di pallavolo agli Europei di volley 2015, vanta solamente quattro precedenti prima della partita che si giocherà stasera a Torino. Questi quattro incontri si sono chiusi tutti con vittorie italiane: la prima risale ai Mondiali 2002, unica partecipazione croata al torneo iridato. Vinse l'Italia 3-0, invece gli azzurri soffrirono un po' di più nel precedente più recente, a dire il vero però anch'esso datato. Risale infatti al 29 novembre 2007, 3-2 a Catania.

È la partita valida per la seconda giornata del girone B degli Europei di volley 2015, in programma al PalaVela di Torino a partire dalle ore 20.30. L'Italia organizza il massimo torneo continentale di pallavolo insieme alla Bulgaria ed è stata inserita nel girone che comprende anche l'Estonia (la nostra rivale di ieri) e la Francia, che sarà nostra avversaria domani nell'ultima partita di questa prima fase. La formula sarà la stessa dell'Europeo femminile che si è chiuso settimana scorsa: la prima classificata si qualificherà direttamente per i quarti, mentre le seconde e le terze dovranno disputare gli ottavi e la quarta verrà subito eliminata.

Vincere il girone sarebbe dunque un grosso vantaggio e naturalmente sarà questo l'obiettivo della Nazionale del c.t. Gianlorenzo Blengini (torinese, gioca in casa in tutti i sensi): non potrebbe essere altrimenti, considerando che giochiamo in casa (almeno fino ai quarti) e che siamo reduci dall'ottimo secondo posto in Coppa del Mondo, che ci è valso l'immediata qualificazione per le Olimpiadi di Rio de Janeiro 2016 e anche una grande iniezione di fiducia dopo le turbolente vicende che avevano portato all'addio di Mauro Berruto - anch'egli torinese, per lui è davvero un peccato non essere qui - e alla sua sostituzione con Blengini.

In World Cup l'Italia ha battuto sia la Polonia sia la Russia ed è stata la migliore squadra europea: saranno ancora loro le principali rivali sulla strada verso l'obiettivo di tornare a vincere gli Europei dopo i due argenti del 2011 e del 2013, impresa che non ci riesce ormai esattamente da un decennio, cioè dalla vittoria nell'edizione che l'Italia organizzò insieme alla Serbia.

La Croazia non dovrebbe essere un'avversaria insidiosa (di certo è più forte in campo femminile), anche se in un torneo breve e intenso come gli Europei, che prevedono sei oppure sette partite nel giro di soli 10 giorni, distrarsi è vietato perché anche un solo passo falso potrebbe complicare non poco il cammino verso la finale, senza dimenticare che domani gli azzurri sono attesi dal confronto più difficile nel girone, quello con la Francia che a luglio ha vinto la World League. 

Sulla carta Italia-Croazia non dovrebbe avere storia; lo confermano anche le quote relativa alla squadra vincente dell'Europeo. Bwin offre un trionfo italiano a 5,00, mentre la quota della Croazia è addirittura di 751,00, la più alta insieme a quella proposta per la Bielorussia.

La partita degli Europei di volley Italia-Croazia sarà trasmessa in diretta tv sul canale Rai Sport 1 HD, il numero 57 del telecomando e dispopnibile anche al numero 5057 della piattaforma satellitare Sky: appuntamento naturalmente con la telecronaca dalle ore 20.30. Il match si potrà seguire anche in diretta streaming video gratuito sul sito internet www.rai.tv. Grande attenzione per gli Europei anche sui social network. Limitandoci a ricordare i canali ufficiali, ecco che per avere tutti gli aggiornamenti sugli azzurri ci sono la pagina Facebook (Federazione Italiana Pallavolo) e l'account Twitter (@Federvolley) della Federazione italiana, mentre il sito di riferimento sarà quello della Confederazione europea (www.cev.lu). (Mauro Mantegazza)  -