BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Diretta/ Kazakistan-Olanda (risultato finale 1-2). Gol di Wijnaldum, Sneijder e Kuat (oggi 10 ottobre 2015, qualificazioni Euro 2016)

Diretta Kazakistan-Olanda: info streaming video e tv, quote e risultato live della partita di Astana, valida per la nona giornata del girone A delle qualificazioni agli Europei 2016

Foto InfophotoFoto Infophoto

Gli olandesi ottengono ad Astana una fondamentale vittoria per continuare a sperare nella qualificazione ad Euro 2016. L'Olanda infatti ha battuto il Kazakistan con il risultato di 2-1: decisive le reti di Wijnaldum e Sneijder, anche se ad onore dei padroni di casa va detto che i kazaki non hanno mai mollato e infine sono stati premiati dal gol della bandiera segnato da Kuat proprio allo scadere dei cinque minuti di recupero. 

Gli olandesi fanno un grande passo avanti verso una vittoria che sarebbe fondamentale grazie al gol messo a segno da Wesley Sneijder ad Astana dopo cinque minuti di gioco nel corso della ripresa. L'ex interista ha ricevuto palla da Huntelaar e ha fulminato il portiere avversario con un gran tiro di sinistro che ha mostrato tutte le sue straordinarie qualità.

Il risultato si è sbloccato al 33' minuto ad Astana grazie al gran gol messo a segno da Wijnaldum che porta in vantaggio l'Olanda - che ne ha grande bisogno per risollevare una pessima classifica - grazie ad un gran tiro dal limite dell'area, un gesto tecnico davvero pregevole per il numero 8 olandese.

Tutto è pronto per il fischio d'inizio della partita delle qualificazioni europee fra Kazakistan e Olanda, andiamo allora a vedere quali sono le due formazioni ufficiali scelte dagli allenatori di queste Nazionali del girone A. KAZAKISTAN (5-4-1): 1 Pokatilov; 10 Engel, 2 Maliy, 8 Smakov, 23 Logvinenko, 16 Suyumbayev; 7 Konysbayev, 5 Kuat, 9 Islamkhan, 19 Dosmagambetov; 11 Schetkin. Allenatore: Krasnozhan. OLANDA (4-3-3): 1 Cillessen; 2 Tete, 3 Bruma, 4 Van Dijk, 5 Riedewald; 8 Wijnaldum, 6 Blind, 10 Sneijder; 11 El Ghazi, 9 Huntelaar, 7 Depay. Allenatore: Blind.

Il Kazakistan è una delle tante nazionali sorte sulle ceneri dell'ex Unione Sovietica. Si tratta di un calcio abbastanza periferico, che non ha mai fornito particolari motivi per farsi notare a livello internazionale. La squadra allenata da Krasnozhan ricalca in gran parte gli stilemi del calcio russo, con una certa mancanza di fantasia, molta corsa e dedizione. Un calcio che punta soprattutto sulla compattezza dell'insieme, tesa a rimediare a lacune tecniche abbastanza evidenti. Tra gli elementi più noti della nazionale kazaka vanno ricordati il difensore Konstantin Engel, in forza all'Ingolstadt, Jury Logvinenko, dell'Aktobe, e l'attaccante dell'Astana Tanat Nuserbayev. Gli altri sono tutti onesti mestieranti che puntano proprio su occasioni di questo genere per mettersi in luce e spuntare magari un ingaggio nei campionati europei più noti. L'Olanda è invece una delle grandi tradizionali del calcio europeo ormai dagli anni '70, quando l'Arancia Meccanica guidata da Cruyff stupì ai Mondiali di Germania, perdendo soltanto in finale coi padroni di casa. Un risultato ripetuto anche quattro anni dopo in Argentina, con una nuova sconfitta con la selezione sudamericana. Anche negli ultimi anni l'Olanda ha dato luogo ad ottimi risultati, arrivando addirittura alla finale del Mondiale sudafricano, ove è stata poi battuta dalla Spagna. Queste qualificazioni sono però state un vero e proprio fallimento (al di là di come andranno a finire) e ora Danny Blind è chiamato a ricostruire la squadra in vista delle prossime qualificazioni mondiali.

Kazakistan-Olanda, che si gioca oggi alle ore 18 per la nona giornata del girone A, è una sfida fondamentale per gli ospiti che rischiano clamorosamente di ritrovarsi fuori anche dal playoff che si giocherà a novembre, e che coinvolge le terze classificate di ogni girone (tranne la migliore, che accede direttamente alla fase finale).

Un girone dominato dalla sorprendente Islanda e dalla Repubblica Ceca, prime a 19 punti e già qualificate, seguite dalla Turchia a 12. Fa sensazione la quarta posizione dell'Olanda, terza agli ultimi Mondiali brasiliani, incappata in una serie di partite assolutamente negative, mentre il Kazakistan è desolatamente ultimo, con soli 2 punti.  Tanti i giocatori noti che fanno parte della rosa olandese, a partire dagli anziani, ovvero Wesley Snejder, Robin Van Persie e Arjen Robben, ampiamente conosciuti dal pubblico che segue abitualmente il calcio internazionale.

Tra le giovani promesse spicca quel Regis Depay acquistato dal Manchester United e già capace di ripagare la spesa affrontata dal club. Come è del resto ampiamente conosciuto Georginio Wijnaldum, possente centrocampista acquistato in estate dal Newcastle. Nelle file degli orange va poi ricordato il laziale De Vrji, che però non potrà essere presente nella gara con il Kazakistan, in quanto ancora fermo per infortunio. Un elenco di giocatori che fa ampiamente capire la sorpresa destata dall'eliminazione dell'Olanda in un girone che invece avrebbe dovuto dominare, almeno in sede di pronostico.

L'Olanda deve recuperare due punti alla Turchia e ha gli scontri diretti a sfavore; confida nel calendario che vede i turchi affrontare le due capolista del girone, e dunque in un ribaltone ancora possibile. Vero è anche che sia Islanda che Repubblica Ceca non hanno più motivazioni avendo già centrato l'obiettivo; questo ovviamente può fare tutta la differenza del mondo in favore della Turchia. 

All'andata l'Olanda ha prevalso per 3-1, dopo essere andata in svantaggio su una rete di Abdulin nel primo tempo. Nella ripresa sono stati Huntelaar, Afellay e Van Persie a ribaltare il risultato, regalando i tre punti agli olandesi. La partita vedrà gli uomini di Blind protesi all'attacco, nel tentativo di violare subito il fortino dei padroni di casa, i quali punteranno con ogni probabilità a stoppare le iniziative avversarie per poi ripartire con rapidi contropiede, per cercare di alleggerire la pressione.

L'Olanda è nettamente favorita, come del resto confermano le quote rilasciate da Eurobet, che danno una vittoria degli ospiti a 1,25, contro il fantasmagorico 11,00 che premierebbe il trionfo dei kazaki e il solido 5,00 che andrebbe a chi scommette sul pareggio. Considerato però il vero e proprio tracollo olandese nelle ultime gare, potrebbero essere in molti a provare il colpaccio. 

La diretta tv di Kazakistan-Olanda sarà trasmessa dalla pay tv satellitare; dovete andare ai canali Sky Sport Plus e Sky Calcio 1, che sono disponibili per tutti gli abbonati anche in diretta streaming video, attivando senza costi aggiuntivi l'applicazione Sky Go su PC, tablet e smartphone. Ricordiamo inoltre il sito ufficiale della UEFA, all'indirizzo www.uefa.com, per tutti gli aggiornamenti e le informazioni utili su questa partita e sulle altre in programma. 

© Riproduzione Riservata.