BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

INCIDENTE ALEX DE ANGELIS / Video MotoGp: le condizioni fisiche del pilota. Sedativi ridotti, i messaggi di Zazzaroni e Meda (GP Giappone 2015 Motegi)

Pubblicazione:lunedì 12 ottobre 2015 - Ultimo aggiornamento:lunedì 12 ottobre 2015, 19.34

Alex De Angelis, pilota 31enne (Infophoto) Alex De Angelis, pilota 31enne (Infophoto)

INCIDENTE ALEX DE ANGELIS VIDEO, MOTOGP: LE CONDIZIONI FISICHE DEL PILOTA. I MESSAGGI DI ZAZZARONI E MEDA (GRAN PREMIO GIAPPONE 2015, MOTEGI) - Le ultime notizie sulle condizioni di Alex De Angelis sono buone, anche se il quadro clinico resta comunque grave. C'è comunque un certo ottimismo attorno al sammarinese, che è rimasto vittima di un incidente sabato nelle prove libere della MotoGp di Motegi. Di certo non mancano i messaggi di affetto e vicinanza per Alex. Per citare giusto due esempi illustri (anche se la grande maggioranza arriva da persone comuni), Guido Meda stamattina ha retwittato il comunicato della Ioda Racing sulle condizioni fisiche di De Angelis aggiungendoci un incitamento personale: "Il ragazzo è tosto e tornerà bello e nuovo"; poi è arrivato un ulteriore aggiornamento cautamente ottimista da parte dell'ospedale Dokkyo Hospital di Mibu dove Alex è in cura (potete leggerlo nel paragrafo qui sotto), subito commentato da Ivan Zazzaroni sul proprio profilo Twitter: "Anche chi non ha la passione per le moto ha quella per le vite degli altri. Forza, Alex! #DeAngelis".

INCIDENTE ALEX DE ANGELIS VIDEO, MOTOGP: LE CONDIZIONI FISICHE DEL PILOTA. RIDOTTI I SEDATIVI (GRAN PREMIO GIAPPONE 2015, MOTEGI) - Arrivano buone notizie sulle condizioni di Alex De Angelis, il pilota sammarinese della MotoGp che è ancora ricoverato in ospedale in Giappone dopo l'incidente di cui è stato vittima nelle prove del Gran Premio a Motegi. Infatti l'ultimo bollettino medico diffuso dal Dokkyo Hospital di Mibu ha reso noto che ulteriori controlli (Tac alla testa e al torace) hanno mostrato che l'ematoma intracranico è rimasto stabile, mentre le contusioni ai polmoni sono leggermente migliorate. Le sue condizioni restano critiche, ma la sedazione è stata ridotta e questo è senz'altro molto importante. Soprattutto, il pilota della Ioda Racing è in grado di parlare e non ha avuto problemi di orientamento spazio-temporale. Un'ulteriore risonanza magnetica è prevista nelle prossime 48/72 ore, per assicurarsi che l'ematoma rimanga in condizioni stabili, mentre il trauma ai polmoni necessiterà di ulteriori valutazioni.

INCIDENTE ALEX DE ANGELIS VIDEO, MOTOGP: LE CONDIZIONI FISICHE DEL PILOTA. PARLA IL PADRE (GRAN PREMIO GIAPPONE 2015, MOTEGI) - Incidente Alex De Angelis video, MotoGp: è sedato il pilota del team Iodaracing, Alex De Angelis, vittima di un terribile incidente sabato mattina, al termine delle libere 4 del Gran Premio di Motegi della Motogp. Poco fa ha aggiornato le condizioni fisiche del 31enne sanmarinese il padre di De Angelis, Vinicio, partiti stamane alla volta del Giappone per raggiungere il figlio ricoverato a Dokkyo: «A quanto ci hanno detto i medici – spiega Vinicio De Angelis prima di imbarcarsi – l’emorragia intercranica sopravvenuta dopo il ricovero è la conseguenza del trauma cranico subìto da Alex. Secondo i dottori, che tengono monitorata la situazione di ora in ora, non sarebbe una cosa grave. Alex è sedato per non fargli sentire il dolore che tutte le fratture subìte gli danno. Per il resto non vedo l’ora di arrivare in ospedale e accertarmi personalmente delle condizioni di mio figlio. Intanto voglio ringraziare tutti coloro che , manifestandoci grande affetto, ci sono stati vicini».

INCIDENTE ALEX DE ANGELIS VIDEO, MOTOGP: LE CONDIZIONI FISICHE DEL PILOTA. SERVIRANNO DUE MESI DI RICOVERO (GRAN PREMIO GIAPPONE 2015, MOTEGI) - Incidente Alex De Angelis video, MotoGp: continua ad essere sedato il pilota Alex De Angelis, vittima di un terribile incidente sabato mattina, al termine delle libere 4 del Gran Premio di Motegi della MotoGp. Il 31enne centauro non è in pericolo di vita ma le sue condizioni restano stabili e critiche. Secondo quanto ha riferito negli scorsi minuto il dottor Zasa, responsabile della clinica mobile, ci vorranno almeno due mesi di ricovero in ospedale affinché De Angelis si riprenda totalmente dalle fratture multiple durante l’impatto. Il 31enne non è fortunatamente rimasto paralizzato e attualmente parla e riconosce tutti: sicuramente un buon segno.

INCIDENTE ALEX DE ANGELIS VIDEO, MOTOGP: LE CONDIZIONI MEDICHE DEL PILOTA DEL TEAM IODA (GRAN PREMIO GIAPPONE 2015, MOTEGI) - Incidente Alex De Angelis: le condizioni del pilota sammarinese di MotoGp restano critiche dopo il brutto incidente di cui è rimasto vittima a Motegi nelle prove libere del sabato. Ci affidiamo alle parole del dottor Michele Zasa, il responsabile della Clinica Mobile che ha "ereditato" dal dottor Costa. Zasa è rimasto in Giappone al fianco dello sfortunato De Angelis e ha affermato: "La situazione è stabile e rimane critica come lo era dopo l'incidente. Per il momento non è previsto nessun intervento, ma solo dopo l'esame neurologico si potrà essere più precisi", si legge sulla Gazzetta dello Sport. Servirà dunque ancora un po' di tempo (forse ancora un giorno) per avere una "precisa situazione clinica".

INCIDENTE ALEX DE ANGELIS VIDEO, MOTOGP: LE CONDIZIONI FISICHE DEL PILOTA. LA VISITA DI CAPIROSSI E UNCINI (GRAN PREMIO GIAPPONE 2015, MOTEGI) - Incidente Alex De Angelis video, MotoGp: continua ad essere in coma farmacologico il pilota del team Iodaracing, Alex De Angelis, vittima di un brutto incidente sabato mattina, al termine delle libere 4 del Gran Premio di Motegi, in Giappone. Le condizioni fisiche restano critiche ma per ora lo stesso centauro non è in pericolo di vita. Nelle prossime 48/72 ore il sanmarinese verrà sottoposto a nuovi accertamenti per capire l’entità dell’infortunio e come risponde il fisico dello stesso. Nel frattempo De Angelis ha ricevuto la visita stamane degli ex piloti Loris Capirossi e Franco Uncini, attualmente manager della MotoGp.

INCIDENTE ALEX DE ANGELIS VIDEO, MOTOGP: LE CONDIZIONI MEDICHE DEL PILOTA DEL TEAM IODA (GRAN PREMIO GIAPPONE 2015, MOTEGI) - Incidente Alex De Angelis: nella giornata di sabato, al termine delle Libere 4 del Gran Premio del Giappone, a Motegi, quart’ultimo appuntamento con il Mondiale di MotoGp, il pilota del team Iodaracing, Alex De Angelis, si è infortunato in maniera seria, dopo aver perso il controllo della propria motocicletta alla curva 9. Lo stesso team del centauro sanmarinese ha diramato nelle scorse ore un comunicato ufficiale per aggiornare le condizioni mediche dello stesso: «Alex De Angelis è ancora ricoverato nel reparto di terapia intensiva del Dokkyo University Hospital situato nella prefettura di Tochigi. Le condizioni di De Angelis sono stabili. Il pilota nella caduta ha riportato un forte trauma cranico con perdita di coscienza oltre alle fratture lievi di 5 vertebre senza interessamento spinale, frattura bilaterale di due costole oltre a una crinatura dello sterno e della clavicola sinistra. Gli esami che sono stati effettuati in queste ore presso il reparto di terapia intensiva del Dokkyo Hospital non hanno evidenziato lesioni degli organi interni, ma permane la contusione polmonare dovuta al forte impatto subìto dal pilota. Una risonanza magnetica effettuata nella mattinata di oggi ha evidenziato un lieve versamento intracranico che al momento non desta preoccupazioni ma che è tenuto sotto stretta osservazione dai sanitari nipponici. Il versamento non era presente nella giornata di ieri, ma rientra nelle conseguenze del forte trauma cranico che Alex ha subìto a seguito della caduta. Un neurochirurgo provvederà a visitare il pilota nella serata di oggi (ora giapponese). Il pilota che è arrivato in eliambulanza presso l’ospedale, è sedato e respira in modo autonomo. Ulteriori informazioni sulle condizioni cliniche di Alex De Angelis verranno diffuse appena disponibili». Di seguito il video con alcune immagini degli attimi in cui De Angelis è stato soccorso e portato d’urgenza in ospedale con l’elicottero. 



© Riproduzione Riservata.