BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

GALLIANI INDAGATO/ Crac Parma, l’ad sotto accusa per l’acquisto di Paletta: si attendono conferme

Galliani indagato per il crac Parma, l’ad sotto accusa per l’acquisto di Paletta: il Milan si difende. Anche l’amministratore delegato sarebbe stato iscritto nel registro degli indagati

Adriano Galliani, ad del Milan (Foto Infophoto)Adriano Galliani, ad del Milan (Foto Infophoto)

La notizia del giorno è senza dubbio l’indiscrezione raccolta dal quotidiano La Gazzetta di Parma, secondo cui l’amministratore delegato vicepresidente vicario con delega all'area sportiva del Milan, Adriano Galliani, sarebbe finito nel registro degli indagati per il crac del Parma calcio. Secondo quanto scrivo i colleghi della carta stampata, il numero due del Milan sarebbe finiti nel mirino degli inquirenti con l’accusa di concorso in bancarotta fraudolenta, acquisendo a gennaio 2015 il calciatore Gabriel Paletta a 2.5 milioni di euro, una cifra irrisoria. A tutt’oggi, però, non vi sono ancora conferme circa il fatto che Galliani sia indagato per tale operazione, visto che nell’atto compare solo il tipo di reato e la data dello stesso: attendiamo quindi ulteriori aggiornamenti.

Clamorosa notizia pubblicata stamane in prima pagina dal quotidiano emiliano La Gazzetta di Parma. Secondo quanto scrivono i colleghi della carta stampata, vi sarebbe anche il nome di Adriano Galliani nel registro degli indagati per il fallimento del Parma, avvenuto durante la scorsa primavera. Secondo quanto emerge, non è ancora chiaro quale sia il motivo che abbia indotto la Procura a fare il nome del manager del Milan, anche se pare che sia finita sotto la lente di ingrandimento la trattativa che ha portato Gabriel Paletta dai gialloblu a via Aldo Rossi in occasione del mercato di riparazione del gennaio 2015. Un’operazione costata 2.5 milioni di euro, che secondo l’accusa avrebbe contribuito ad aggravare il dissesto dei Ducali. In poche parole, a Galliani e al Milan, si accusa il fatto di aver approfittato della situazione già disastrosa del Parma, strappando Paletta ad un prezzo irrisorio. Pronta la replica della stessa società meneghina, che ha diffuso il seguente comunicato ufficiale: «In relazione alle notizie diffuse in ordine all’iscrizione di Adriano Galliani nel registro degli indagati del Tribunale di Parma con riguardo all’acquisto del calciatore Paletta, l’A.C. Milan sottolinea la perfetta regolarità dell’operazione ed è certo che identica sarà la valutazione dei magistrati competenti».

© Riproduzione Riservata.