BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Risultati Liga/ Le partite, i marcatori e la classifica aggiornata (8a giornata, 17-19 ottobre 2015)

Pubblicazione:

Simeone, allenatore Atletico Madrid (Infophoto)  Simeone, allenatore Atletico Madrid (Infophoto)

RISULTATI LIGA LE PARTITE, I MARCATORI E LA CLASSIFICA AGGIORNATA (8A GIORNATA, 17-19 OTTOBRE 2015) - Risultati Liga: andiamo a fare il punto sulla Liga analizzando i risultati dell’ottavo turno e dando uno sguardo alla nuova classifica. Il breve interregno del Villarreal sembra già finito: la Liga Spagnola ha ora tre nuovi padroni. Due sono quelli di sempre, quel Real Madrid e quel Barcellona che negli ultimi anni hanno dominato incontrastati la scena del massimo campionato spagnolo. Ma tra di loro c'è il terzo incomodo Celta Vigo, che proprio espugnando il 'Madrigal' ha dimostrato di non voler fare la meteora di turno, ma di volersi stabilirsi in pianta stabile ai piani altissimi della classifica. Di fatto, il big match dell'ottava giornata della Liga Spagnola è stato proprio quello tra il Villarreal ed il Celta. Sorpasso in vetta piazzato dalla formazione ospite grazie alla rete di Nolito al novantesimo minuto, quando il pareggio sembrava ormai acquisito. I biancocelesti avevano chiuso in vantaggio la prima frazione di gioco grazie alla rete realizzata da Orellana, ma Suarez nella ripresa, nonostante l'inferiorità numerica per l'espulsione di Bailly, aveva permesso al Villarreal di raggiungere l'uno a uno. Il sorpasso ha mandato invece in orbita il Celta, ora al fianco delle grandi di Spagna al primo posto. Grandi che hanno a loro volta dimenticato gli affanni degli ultimi tempi, vincendo sabato nella maniera più convincente possibile i rispettivi impegni. Il Real Madrid ha rifilato un rotondo tre a zero al Levante, col 'Bernabeu' che ha potuto applaudire le reti di Marcelo, Cristiano Ronaldo e Jese Rodiguez, dimenticando così gli ultimi due pareggi consecutivi contro il Malaga e l'Atletico Madrid. Il Barcellona aveva invece da dimenticare due sconfitte in trasferta di fila, sui campi di Celta Vigo e Siviglia. E' arrivata una goleada contro il malcapitato Rayo Vallecano, con quattro reti firmate dallo scatenato Neymar (due su rigore) ed una dall'uruguaiano Luis Suarez. Anche senza Messi, il Barcellona sa essere una spietata macchina da gol. C'è dunque un terzetto in testa alla Liga a quota diciotto punti. Alle spalle di Celta Vigo, Real Madrid e Barcellona, a sedici punti ci sono il Villarreal e l'Atletico Madrid, che è passato in maniera decisamente convincente sul campo della Real Sociedad grazie alle reti di Griezmann e di Ferreira Carrasco. L'ex Monaco ha siglato il gol del raddoppio e della sicurezza a cavallo delle espulsioni nel finale di Diego Reyes e di Jonathas, che hanno fatto concludere il match ai baschi in nove uomini. I 'colchoneros' di Diego Pablo Simeone rinnovano dunque la loro candidatura per i piani alti della classifica, che restano alla portata visto l'andamento non forsennato delle battistrada. Pareggiano due rivelazioni di questa fase iniziale della stagione, il Deportivo La Coruna e l'Eibar, entrambe al sesto posto con tredici punti ciascuno. Pari in Galizia per i biancazzurri in una combattutissima sfida contro l'Athletic Bilbao, ma contro i baschi il 'Depor' può decisamente sorridere per il doppio svantaggio rimontato. Williams e Aduriz avevano portato infatti l'Athletic sul due a zero dopo un'ora di gioco. A dieci minuti dalla fine Lucas Perez ha accorciato le distanze, e quindi Arribas, ad un solo giro di lancette dal novantesimo, ha regalato ai tifosi del La Coruna un punto ormai insperato, con l'Athletic ricacciato a quota otto punti in classifica. L'Eibar ha invece pareggiato in casa un difficile match col Siviglia che nell'ultimo turno di campionato aveva piegato il Barcellona, conducendo per quasi tutto il match grazie alla rete realizzata da Baston dopo otto minuti. A venti minuti dalla fine ci ha pensato Kevin Gameiro a realizzare una rete preziosa per la squadra allenata da Unay Emery, ora dodicesima a più tre dal Levante terzultimo. Valencia ed Espanyol erano arrivate alla sosta con una sconfitta, ma hanno trovato entrambe un brillante riscatto. Valenciani vincenti nell'anticipo del venerdì al 'Mestalla' contro un Malaga travolto dall'autogol di Charles e dalle reti di Andre Gomes e Dani Parejo (quest'ultimo su rigore). L'altra squadra di Barcellona ha invece piazzato il colpaccio esterno in casa del Betis Siviglia, messo in riga dalle reti di Roco, Caicedo e Victor Sanchez. A poco è servita la rete di Rennella allo scadere, col Betis ora superato in classifica proprio dall'Espanyol e dal Valencia. Nei bassifondi della classifica resta penultimo il Las Palmas, che ha subito un secco poker sul campo del Getafe, a segno con Rodriguez, Sarabia e una doppietta di Scepovic. Fanalino di coda resta per il momento il Granada, che è riuscito ad interrompere una serie di quattro sconfitte consecutive pareggiando in casa contro il Deportivo La Coruna. La squadra controllata dalla famiglia Pozzo, proprietaria in Italia dell'Udinese, avrà la possibilità di risollevarsi dall'ultimo posto in classifica nel posticipo del lunedì sera in caso di successo sul campo dello Sporting Gijon, nel match che chiuderà il programma dell'ottava giornata della Liga Spagnola.

 

CLICCA SUL PULSANTE > QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE RISULTATI LIGA LE PARTITE, I MARCATORI E LA CLASSIFICA AGGIORNATA (8A GIORNATA, 17-19 OTTOBRE 2015)



  PAG. SUCC. >