BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Probabili formazioni/ Sampdoria-Verona: quote e ultime novità. I protagonisti (Serie A 9^ giornata, oggi domenica 25 ottobre 2015)

Probabili formazioni Sampdoria-Verona: quote e ultime novità su moduli e titolari della partita di Serie A valida per la nona giornata (oggi domenica 25 ottobre 2015)

Antonio Cassano (Infophoto)Antonio Cassano (Infophoto)

I possibili protagonisti di Sampdoria-Verona? Andiamo a scoprire quali potrebbero essere. Fernando per i blucerchiati: torna dalla squalifica e riprende in mano il centrocampo. In leggero calo, ha comunque sempre garantito il rendimento fatto di geometrie e piedi buoni. In più, calcia divinamente le punizioni. Nel Verona invece il protagonista atteso è Luca Siligardi: sfortunatissimo in carriera, la Serie A l’aveva già vissuta a Livorno e qui al Bentegodi sta confermando tutte le sue qualità, seconda punta che può giocare come esterno o trequartisto, mancino che fa malissimo con il difetto, appunto, di essere “monopiede”. Tuttavia, nelle ultime uscite del Verona è stato decisamente tra i più brillanti. 

La domenica della nona giornata del campionato di Serie A 2015-2016 si aprirà questo mezzogiorno, alle ore 12.30, con il classico anticipo di mezzodì che è Sampdoria-Verona. Qualche dubbio di formazione per il tecnico dei blucerchiati, Walter Zenga. Potrebbe giocare dal primo minuto Antonio Cassano, anche se il fantasista di Bari Vecchia se la giocherà fino all’ultimo con il giovane Correa. In casa scaligera, invece, attenzione alla “sfida” Marquez-Helander per il ruolo di difensore centrale, nonché a quella fra Jankovic e Siligardi per l’esterno di sinistra. 

Si affronteranno oggi allo stadio Luigi Ferraris di Marassi a Genova per l'anticipo valido per la nona giornata di Serie A. Appuntamento alle ore 12:30 per l'ormai tradizionale lunch match del massimo campionato: la Sampdoria vuole confermare l'attuale ottimo rendimento casalingo per poter continuare a puntare alle zone più nobili della classifica, il Verona invece è l'unica squadra che non ha ancora vinto nemmeno una partita e naturalmente vuole al più presto centrare un successo. Di seguito le quote e le probabili formazioni di Sampdoria-Verona.

Le quote SNAI sul risultato finale di questa partita favoriscono la Sampdoria, la cui vittoria casalinga (segno 1) è offerta alla cifra di 1,95 mentre 3,30 è la quota attribuita al segno X per il pareggio e il segno 1 per il successo esterno del Verona varrebbe 4,00 volte la posta in palio.

Torna Fernando dalla squalifica, ma ci sono ancora diversi altri assenti. Anche per questo motivo in difesa ci sarà la conferma per il giovanissimo Pedro Pereira come terzino. Dall'altra parte Zukanovic sulle corsie, Regini formerà la coppia centrale con Moisander davanti a Viviano. Fernando naturalmente si riprende il suo posto al centro della linea mediana; con lui sicuramente Soriano, con il giovane slovacco Ivan che ancora una volta viene confermato tra gli undici titolari. Di certo a Walter Zenga non manca il coraggio nel lanciare i giovani. Sulla trequarti si apre il ballottaggio: Cassano sta tornando e domenica a Frosinone è stato forse l'unica nota lieta di una giornata infausta, dunque nel 4-3-1-2 doriano dovrebbe essere lui il titolare sulla trequarti alle spalle della coppia di attaccanti, che sarà naturalmente formata da Muriel e dal capocannoniere Eder.

Nel Verona sono ancora fuori Romulo e Toni; Mandorlini conferma lo schieramento con il tridente offensivo nel quale Pazzini sarà la punta centrale, affiancato presumibilmente da Siligardi e Juanito Gomez, anche se c'è un'alternativa di ottimo livello come Jankovic che proverà fino all'ultimo a strappare una maglia da titolare. A centrocampo ecco Jacopo Sala, che è uno degli elementi dell'Hellas più ambiti sul mercato, Hallfredsson che è ormai pienamente ristabilito e poi probabilmente Leandro Greco, il favorito per posizionarsi davanti alla difesa e impostare la manovra. Nella retroguardia torna dal primo minuto Eros Pisano come terzino destro, dall’altra parte c’è la conferma di Souprayen mentre per quanto riguarda la coppia centrale Mandorlini culla l’idea di proporre il giovane svedese Helander al fianco di Moras, lasciando dunque in panchina un Rafa Marquez che è ormai in evidente parabola discendente anche se con la sua esperienza e carisma può sempre rivelarsi prezioso.