BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Risultati Serie A / Diretta gol livescore, classifica aggiornata e prossimo turno. Finali! Napoli corsaro (oggi 25 ottobre 2015, 9^giornata)

Risultati Serie A: diretta gol livescore, classifica aggiornata e prossimo turno. Domenica 25 ottobre 2015 sono in programma sette partite valide per la 9^giornata del girone d'andata

(INFOPHOTO) (INFOPHOTO)

E' finito anche il posticipo: Chievo-Napoli 0-1. I partenopei non si fermano più e vincono anche al Bentegodi grazie a Gonzalo Higuain. A questo punto la classifica del campionato di Serie A assume una forma molto molto interessante: la Roma è in testa da sola con 20 punti, alle sue spalle quattro squadre (Fiorentina, Inter, Lazio e lo stesso Napoli) con possibilità di sorpassi e controsorpassi. A questa classifica di alta quota mancano ancora Milan (13) e Juventus (12) che appaiono in ripresa e potrebbero rientrare in corsa: non c'è che dire, già dal prossimo turno (l'infrasettimanale) ne vedremo davvero delle belle. 

Continua il momento magico del Napoli: i partenopei si portano in vantaggio al 59' minuto di gioco con Gonzalo Higuain. Bella azione dei partenopei, che inizia da Hamsik: passaggio per Ghoulam che dalla sinistra pesca benissimo il taglio di Gonzalo Higuain, il tiro di sinistro di prima intenzione coglie impreparato Bizzarri che si fa infilare sul suo palo toccando il pallone, anche se va detto che la conclusione del Pipita era violenta e improvvisa. In questo momento il Napoli si porta a 18 punti in classifica, agganciando il trio Fiorentina-Inter-Lazio che occupa la seconda posizione alle spalle della Roma. 

Risultati finali nelle partite delle ore 18: c'è una nuova capolista nella Serie A 2015-2016, è la Roma che espugna il Franchi battendo la Fiorentina per 2-1 e sale a quota 20 in classifica, +2 su tre inseguitrici che potrebbero diventare quattro in caso di vittoria del Napoli al Bentegodi, contro il Chievo (ore 20:45). Le reti di Salah (che viene espulso per proteste nel finale) e Gervinho rendono vano il bel gol di Khouma el Babacar in pieno recupero: terza sconfitta nel giro di una settimana per la Fiorentina che abbandona la prima posizione e viene agganciata dalla Lazio, che batte il Torino (in flessione) per 3-0 grazie ai gol di Senad Lulic e Felipe Anderson, che come nello scorso campionato segna due gol ai granata. Dunque ora il trio Fiorentina-Inter-Lazio insegue la Roma; il campionato di Serie A si fa sempre più interessante. 

Al Franchi la Roma trova il gol del raddoppio al 34' minuto. Contropiede fantastico e del tutto efficace per i giallorossi: De Rossi libera, Florenzi serve subito Gervinho che ha una prateria davanti a sè e la sfrutta nel migliore dei modi andando a tu per tu con Tatarusanu e battendolo rimanendo freddo. Roma che dunque indirizza la partita e in questo momento sale da sola in vetta alla classifica del campionato con 20 punti, mentre la Fiorentina andrebbe incontro alla seconda sconfitta consecutiva - la terza contando anche l'Europa League. Al 40' allo stadio Olimpico segna anche la Lazio con Senad Lulic: Basta crossa in mezzo, Klose sul secondo palo fa sponda in mezzo e Lulic schiaccia in rete di prima intenzione. 

Stanno per iniziare due delle partite più interessanti della nona giornata di Serie A. Lazio-Torino e, soprattutto, Fiorentina-Roma: al Franchi ci si gioca il primo posto in classifica, ci è già la Fiorentina ma vuole allungare sulla concorrenza sapendo che la Roma con una vittoria esterna opererebbe il sorpasso. All'Olimpico invece la Lazio cerca riscatto dopo aver perso in casa del Sassuolo, il Torino però non vince da due partite e ha bisogno di punti per rimanere nelle zone che qualificano all'Europa League. Come andranno dunque a finire queste sfide? Non ci resta che affidarci al campo per scoprirlo.

Risultati finali nelle partite delle ore 15: il Milan si salva a 6 minuti dal termine grazie al secondo gol in campionato di Luiz Adriano, la Juventus dopo due 0-0 consecutivi torna a sorridere e supera 2-0 l'Atalanta anche se Pogba non si sblocca e si fa parare il rigore da Sportiello. Vittoria importante anche per l'Udinese: la rete di Francesco Lodi basta agli uomini di Colantuono che nel secondo tempo subiscono l'assalto di un Frosinone convinto ma sprecone, e portano a casa i tre punti.

Non è decisamente un bel momento per Paul Pogba, che ha l'occasione di chiudere i conti in Juventus-Atalanta ma si fa parare il calcio di rigore da Sportiello (fallo di Paletta su Dybala). A San Siro il Milan in superiorità numerica non riesce a trovare il gol del vantaggio dopo che Domenico Berardi ha trovato il pareggio su calcio di punizione; tanti gli sforzi dei rossoneri che però non sfondano. Ancora Udinese in vantaggio 1-0 su un Frosinone che adesso spinge con continuità alla ricerca del pareggio.

Al 49' minuto di gioco la Juventus raddoppia: il gol porta la firma di Mario Mandzukic, prima rete in campionato per l'attaccante croato che fino a qui aveva timbrato solo in Champions League (oltre che in Supercoppa Italiana). Bella azione della Juventus: Pogba si libera e apre a sinistra per Dybala, cross basso dell'argentino con palla che arriva nell'area piccola dove Mandzukic fa quello che deve fare una prima punta, ovvero attacca lo spazio anticipando i difensori e da due passi infila l'incolpevole Sportiello.

Segnano quasi in contemporanea Juventus e Milan nella giornata di Serie A: i bianconeri sbloccano al 28' minuto grazie a un sinistro dalla distanza di Paulo Dybala, al quarto gol in questo campionato. Nel Milan invece il gol è al 31' minuto su calcio di rigore: espulso Consigli e Carlos Bacca trafigge Pegolo (entrato al posto di Floro Flores) per la quinta rete in Serie A e il vantaggio del Milan, ora il Sassuolo dovrà recuperare la partita in dieci uomimi (ammonito Berardi per le proteste susseguenti).

Udinese in vantaggio al 20' minuto di gioco. Calcio di punizione battuto dalla sinistra, quasi un corner corto: Francesco Lodi va sul pallone e calcia con traiettoria tagliata e a rientrare. Thereau cerca la girata di testa ma riesce solo a sfiorare il pallone; il suo movimento però trae in inganno Leali che manca l'intervento lasciando entrare il pallone in porta. E' il primo gol di Lodi in questo campionato, ricordiamo che il centrocampista è tornato a Udine - dove aveva già giocato - grazie al mercato degli svincolati.

Sampdoria-Verona 4-1: termina così la prima partita della domenica dedicata alla nona giornata di Serie A. Dominio totale dei blucerchiati che si portano sul 3-0 già nel primo tempo, arrotondano il risultato nella ripresa e poi subiscono la rete della bandiera da parte di un Verona che non riesce a trovare la prima vittoria stagionale, trova invece la quarta sconfitta del suo campionato e resta ancorato a quota 5 punti in classifica, all'ultimo posto insieme al Carpi dopo la vittoria del Bologna di ieri. La Sampdoria invece sale a 14, agganciando momentaneamente il Torino e l'Atalanta al settimo posto.

Sampdoria-Verona 4-1; dopo la quarta rete dei blucerchiati, la settima in campionato di Eder che da due passi appoggia di testa sul cross ravvicinato di Muriel, anche il Verona trova il gol della bandiera. Accade al 74' minuto quando Artur Ionita riesce a battere Viviano, ma ormai la partita è chiusa; in precedenza Eder era stato un po' lezioso nel tentare qualcosa a metà tra un tiro e un cross basso, permettendo alla difesa del Verona di arrivare in anticipo su Fernando pronto a chiudere sul secondo palo.

RISULTATI SERIE A: DIRETTA GOL LIVESCORE, CLASSIFICA AGGIORNATA E PROSSIMO TURNO (OGGI DOMENICA 25 OTTOBRE 2015, 9^GIORNATA) - Sampdoria in vantaggio 3-0 sul Verona al termine del primo tempo. Uno show dei blucerchiati che segnano tre volte: apre le danze Luis Muriel con la quarta rete in questo campionato, al 28' Soriano crossa dalla sinistra e mette sulla testa di Ervin Zukanovic un pallone che non si può sbagliare (è il primo gol che la Sampdoria segna di testa in questa stagione), mentre in chiusura di frazione Eder porta a spasso la difesa del Verona e scucchiaia con il sinistro un assist al bacio per Roberto Soriano che taglia benissimo davanti a Rafael e lo batte al volo per il terzo gol in campionato. Verona sempre più lontano dalla prima vittoria stagionale, la Sampdoria conferma lo straordinario rendimento casalingo dove ha centrato prima di questa giornata 10 degli 11 punti che ha in classifica. 

La Serie A 2015-2016 ha una nuova capolista dopo i risultati degli anticipi: l'Inter ha affiancato la Fiorentina a quota 18 punti pareggiando sul campo del Palermo. Oggi però i viola hanno la possibilità di prendere il largo; ospitano la Roma, che a sua volta con una vittoria effettuerebbe il sorpasso portandosi a +2 sulla coppia attualmente in testa al campionato, riprendendosi la vetta solitaria della classifica. Per quanto riguarda l'Inter, resiste il primo posto nonostante la vittoria non arrivi da quattro giornate (tre pareggi e una sconfitta).

La nona giornata del campionato di Serie A 2015-2016 è cominciata venerdì 24 ottobre con tre anticipi: Empoli-Genoa, Carpi-Bologna e Palermo-Inter. Domenica 25 sono in programma le altre sette partite: alle ore 12:30 il lunch-match Sampdoria-Hellas Verona poi alle 15:00 Juventus-Atalanta, Milan-Sassuolo e Udinese-Frosinone; alle 18:00 aperitivo ricco con Fiorentina-Roma e Lazio-Torino, mentre alle ore 20:45 chiuderà il posticipo Chievo Verona-Napoli 

Il big match è senza dubbio quello dello stadio Artemio Franchi: la Fiorentina cercherà di mantenere la testa della classifica, la Roma di guadagnarla anche per riscattare il rocambolesco 4-4 di Champions con il Bayer Leverkusen. I giallorossi potrebbero involontariamente favorire il Napoli, che sarà di scena a Verona in casa del Chievo: match non semplice perché i gialloblù stanno dimostrando anche quest'anno di poter infastidire qualsiasi avversario; i partenopei dal canto loro viaggiano sulle ali dell'entusiasmo e di una forma generale molto buona.

A 15 punti anche il Sassuolo che sfiderà il Milan a San Siro: partita sulla carta molto interessante, i rossoneri hanno forse individualità migliori ma sinora non hanno trovato la necessaria solidità difensiva, nè la costanza per ambire alle prime posizioni; il Sassuolo del milanista Squinzi invece è tra le compagini più solide e nell'ultima giornata ha piegato un'altra squadra più quotata come la Lazio, raggiungendola in classifica. I biancocelesti giocheranno alle ore 18:00 in casa contro il Torino, che punta al sorpasso in graduatoria anche per continuare a sognare l'Europa: si prospetta una sfida intensa tra due squadre tatticamente ben educate ma non per questo incapaci di divertire.

Match delicato tra Udinese e Frosinone: friulani non troppo entusiasmanti in queste prime giornate, i Ciociari invece arrivano dal bel successo interno ai danni della Sampdoria e vogliono mantenersi fuori dalla zona più calda. Tutto ciò senza dimenticare i campioni d'Italia in carica, la Juventus di Massimiliano Allegri che se la vedrà con un'Atalanta in ottima forma: partita forse meno scontata del previsto anche perché sinora i bianconeri hanno vinto solo una volta in quattro gare casalinghe.

Infine Sampdoria contro Hellas Verona: i blucerchiati devono riscattare il ko di Frosinone mentre gli scaligeri inseguono ancora la prima vittoria in campionato. Non resta che cedere la parola ai campi ed attendere i risultati della 9^giornata di Serie A: come cambierà la classifica?